www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

TERREMOTO ABRUZZO. BERLUSCONI TRA I VOLONTARI : ” CHI MI HA TOCCATO IL CULO ? “

Posted by irpinianelmondo su ottobre 17, 2009

berlusconi17.10.2009-Qualche battuta se l’era regalata già a Cese di Preturo, dove ha consegnato 240 alloggi ai terremotati dell’Aquila. Ma è alla caserma di Coppito, davanti ai ragazzi del Servizio Civile che da lunedì entrano in servizio, che Silvio Berlusconi si lascia andare del tutto:foto con le corna, battute su Noemi e le ragazze minorenni,fino all’exploit: «Chi è che mi sta toccando il “culo?”» dice fingendo sorpresa mentre fa le foto con i ragazzi. L’esordio era stato istituzionale: «State facendo una scelta coraggiosa e generosa, sarà un anno di grande maturazione», dice ai giovani che hanno scelto per il Servizio Civile volontario. Poi, camminando sul palco dell’Auditorium con il microfono in mano, inizia a prodigare consigli, memore – racconta – dei corsi di formazione fatti ai suoi dipendenti: «Salutate le persone guardandole negli occhi, non come fa Soru… Chiamate sempre tutti per nome, se stringete la mano a qualcuno che l’ha sudata, poi asciugatevi prendendolo affettuosamente per le spalle»,spiega. E ancora: «Fate tanti complimenti, non siate chiusi nell’egoismo, siate positivi e autoironici». E via con un paio di barzellette, già sentite molte volte, su se stesso. Ma è al momento delle foto finali con i giovani neo maggiorenni che Berlusconi dà tutto: prima si premura, ridendo, che le ragazze vicine a lui «non devono chiamarsi Noemi e devono avere più di 18 anni». Poi invita i ragazzi a fare le foto tutti con le mani alzate, poi applaudendo Giovanardi «fingendo che sia giovane e bello», infine facendo le corna al vicino, «così non dicono che sono solo io…». Fino alla gag finale: «Chi è che mi sta toccando il culo?…» dice girandosi all’improvviso verso i ragazzi alle sue spalle, ovviamente incolpevoli. Ai ragazzi Berlusconi aveva anche provato a dare in diretta un aumento del piccolo rimborso spese, circa 430 euro al mese, che percepiscono: «Cercherò nel bilancio, vedrò di dare qualche soldo in più non solo al Servizio ma anche a loro». Giovanardi spiega che gli stessi ragazzi preferiscono siano dati più soldi al Servizio che a loro. «Quindi se porto il rimborso a 500 euro mi dicono di no…?», replica ridendo il premier. Ebbene sì, annuiscono i ragazzi: «Generosamente, dicono di no», spiega Giovanardi sorprendendo Berlusconi. Si ripiega allora su una cena: «Ci vediamo tra sei mesi, e a spese mie, caro Giovanardi, vi offro una cena così mi raccontate le vostre esperienze».LA STAMPA

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 70 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: