www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SOLOFRA (AV). CONTRASTI NEL CENTRO SINISTRA PER LA DEPURAZIONE . IL PD A SeL : NESSUN ACCORDO CON LA GIUNTA GUARINO ,ABBIAMO PRESENTATO NOSTRE PROPOSTE

Pubblicato da irpinianelmondo su gennaio 27, 2012

27.1.2012- “Ai fini di una corretta informazione, per il rispetto che si deve ai lettori, sentiamo il dovere di fare alcune precisazioni in riferimento alle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa dal Consigliere Comunale di Montoro Sup. nonché dirigente del Circolo Montoro-Solofra di Sinistra è Libertà Oscar Giannattasio che, sulla vicenda depurazione e ciclo integrato delle acque, ha chiamato  in causa il Partito Democratico Circolo di Solofra.

E’ noto a tutti, in particolare ai cittadini di Solofra, che il PD, attraverso l’azione costante dei suoi dirigenti, è l’unico partito che da anni, concretamente, porta avanti la battaglia per la chiusura delle tre società di servizi del Comune di Solofra.

Ripetutamente, a cominciare dall’attività in Consiglio Comunale ma anche con manifesti, iniziative pubbliche, interviste e note agli organi di informazione, abbiamo denunciato gli sprechi che esse producono e i costi che si sobbarcano i cittadini per ripianarne i debiti. Ripetutamente abbiamo chiesto l’accorpamento delle tre società esistenti in un’unica società e questo, smantellare ogni carrozzone clientelare, è stato uno dei principali punti programmatici che ci ha portato alla rottura con l’Amministrazione Guarino e all’uscita dalla maggioranza. Altro che “salvare le società municipalizzate e qualche carrozzone”.

Anzi sin dalla loro nascita ci siamo energicamente opposti alla creazione di queste società. In particolare, per l’acquedotto e il gas metano gli atti amministrativi del Comune di Solofra dell’anno 1997 documentano in modo chiaro ed inequivocabile la nostra posizione: in presenza di un quadro normativo in evoluzione che portava al superamento delle vecchie gestioni comunali in economia votammo contro la costituzione dell’Irno Service spa e proponemmo, in alternativa, di mantenere la gestione pubblica di tali servizi in capo al Comune con l’Azienda speciale, ente strumentale previsto dallo Statuto. Consigliammo, inoltre, di associare la gestione dell’acquedotto con il Consorzio Co.Di.So. che già gestiva la depurazione delle acque civili ed industriali, al fine di realizzare, sin da allora, il ciclo integrato delle acque.

Nel 2002, poi, ci opponemmo alla nascita della Global Service spa voluta dall’Amministrazione Guarino perché i servizi ad essa affidati in parte potevano essere assegnati all’altra società già operante, l’Irno Service, in parte dovevano restare al Comune. Da sempre, infatti, ad esempio, sosteniamo che la riscossione dei tributi deve essere effettuata direttamente dal Comune attraverso un funzionale ufficio tributi (che recuperi anche le risorse e le professionalità formatesi in questi anni all’interno della Global Service), in modo da realizzare un più efficiente rapporto con la cittadinanza e migliori economie per le casse comunali.

Anche per l’impianto di depurazione di Solofra il PD ha una linea che porta avanti da anni: la depurazione rappresenta una fase del processo produttivo e pertanto i conciatori ne devono essere protagonisti.

 Il PD, dunque, non ha accolto nessuna proposta dell’Amministrazione Guarino ma anzi, tenuto conto della legislazione e delle ordinanze in vigore, con il Consigliere Vignola ne ha presentata una radicalmente opposta:

a) assegnare il depuratore di Solofra al nostro nucleo industriale in quanto impianto consortile a piè di fabbrica, svincolandolo, per la gestione, dalle procedure di affidamento previste per il sistema idrico integrato e aprendo ad una gestione degli imprenditori, con una governance pubblica a garanzia del suo corretto funzionamento, della tutela dell’ambiente e della salute di tutti i cittadini;

b) gestire in autonomia l’impianto di Solofra rispetto a quello di Mercato San Severino, del quale si può essere utenti per la fase di depurazione biologica;

c) chiedere all’Ato 1, per la gestione dell’acquedotto solofrano, l’affidamento in house alla società comunale interamente pubblica;

 d) convogliare, per il loro trattamento, le acque civili domestiche al depuratore di Solofra con il quale la società comunale può  realizzare un rapporto di convenzione.

Tutto questo tenendo anche a riferimento, con le dovute differenze, quanto già si fa positivamente nel distretto conciario di Santa Croce sull’Arno e quanto previsto dalla Legge Regionale Toscana n. 50 del 10 ottobre 2011. Di qui, dunque, l’incontro promosso dal PD di Solofra con il Sindaco di Santa Croce sull’Arno, il Consigliere Regionale on. Rosetta D’Amelio, il Presidente dell’Ato 1 Giovanni Colucci, l’Unione Industriali, la Confapi, la Cna, l’Unic, la Cgil, la Cisl e la Uil.

Se i rappresentanti di Sel, più che attardarsi sui giornali ad attaccare una forza politica di centrosinistra come il PD, avessero partecipato all’incontro del 20 dicembre u.s., al quale sono stati regolarmente invitati, si sarebbero accorti che il PD non è né a corto di idee né sperava in una qualche soluzione salvifica da parte del Sindaco di Santa Croce.

Inoltre se non si condividono queste idee lo si dica apertamente, in maniera schietta, con lo spirito costruttivo con il quale ci siamo confrontati nella sede del PD il 13 dicembre u.s., ma non si utilizzi una ricostruzione falsa della realtà dei fatti.

Se poi si  vuole cercare, ad ogni costo, il pretesto per non realizzare un’alleanza e si preferisce creare a Solofra “un centro sinistra libero”, ne prendiamo atto, ma si sappia che senza il PD nella nostra città non si costruisce alcuna alternativa e nessun cambiamento, allontanandosi dalla discontinuità politico-amministrativa di cui pure tutti si riempiono la bocca.”

 

                                                                                            Partito Democratico

                                                                                              Circolo di Solofra

 

 

 

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 69 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: