www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

MEDICINA. ALLARME TUMORI ( MELANOMI) CON ABBRONZATURA

Posted by irpinianelmondo su Maggio 5, 2008

5.5.2008 -Tutto l’anno in ufficio, e poi, con le sospirate ferie, una ‘full immersion’ di sole, nella convinzione che bastino pochi giorni da ‘lucertola’ per avere una bella pelle ramata. Ma cosi’ non e’: il “trauma da abbronzatura”, cioe’ l’esposizione improvvisa di una pelle bianchiccia a ore e ore di raggi solari, puo’ avere conseguenze letali. Non a caso negli ultimi dieci anni i melanomi, i tumori cutanei a piu’ alta malignita’, sono raddoppiati. E’ l’allarme lanciato da Sergio Chimenti, direttore della Clinica Dermatologica dell’Universita’di Tor Vergata, alla vigilia dello “Skin Cancer Day”, iniziativa che consentira’ alle persone over 40 di effettuare visite dermatologiche gratuite in numerose strutture universitarie e ospedaliere. Se si vuole limitare il proliferare dei tumori alla pelle, spiega Chimenti, bisogna anzitutto “agire sulle cattive abitudini di vita. Non si puo’ stare al chiuso tutto l’anno e poi farsi una settimana alle Seychelles, sempre sotto il sole, perche’ la pelle cosi’ la distruggiamo”. Fortunatamente, a fronte della crescita del numero dei melanomi “sono in diminuzione quelli in stato avanzato, segno che riusciamo di piu’ a prenderli in tempo”. Tuttavia il problema resta, ed e’ un problema sociale: “Con l’aumento del benessere, dei ceti medi, negli ultimi decenni sempre piu’ persone fanno ferie esotiche, nella convinzione che l’abbronzatura anche d’inverno sia sinonimo di ricchezza e di successo. E si ricorre sempre piu’ spesso alle lampade abbronzanti”. Il consiglio dell’esperto e’ insomma quello di limitarsi a un’abbronzatura “graduale”, e naturalmente di “proteggersi adeguatamente con creme e prodotti di fotoprotezione, non solo con quelli puramente ‘abbronzanti’. Un’abitudine che non e’ ancora radicata, su cui occorrerebbe maggiore informazione e sensibilizzazione”. Basta poco, insomma: d’altra parte gli effetti negativi del buco dell’ozono, riferisce Chimenti, cosi’ come quelli dello smog, “non sono correlabili all’aumento dei melanomi, o perlomeno non ci sono ancora studi clinici che provino che l’aumento dei tumori alla pelle sia dovuto anche a questi fenomeni figli dell’industrializzazione”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: