www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

EMERGENZA RIFIUTI CAMPANIA. SUB-COMMISSARIO GIULIO FACCHI CONDANNATO AL PAGAMENTO DI 250.000,00 EURO

Posted by irpinianelmondo su Maggio 8, 2008

8.5.2008 -La Corte dei Conti, sezione
giurisdizionale per la Regione Campania, condanna Giulio Facchi,
imputato nel processo sulla gestione del ciclo dei rifiuti in
Campania in qualità di ex subcommissario, al risarcimento di
250 mila euro. La sentenza 918/2008, risale al 24 aprile ed è
pubblicata sul sito web della Corte dei Conti.
Facchi è uno dei 28 imputati nel procedimento che ha visto
due mesi fa il rinvio a giudizio anche del presidente della
Campania Antonio Bassolino.
La somma di 158.900 euro (corrispondente al 63,56 per cento
della cifra), si legge nella sentenza, dovrà essere pagata in
favore del Commissariato di Governo per l´emergenza rifiuti,
bonifiche, tutela delle acque nella Regione Campania; la somma
di 91.100 (corrispondente al 36,44 per cento), sarà pagata in
favore del Consorzio di Bacino SA/3.La condanna di Facchi è relativa
alla gestione dell´impianto di Palomonte (Salerno), oggetto di
una inchiesta sulla gestione dei rifiuti archiviata dalla
Procura di Salerno e che non fa parte del maxiprocesso della
Procura di Napoli. Il risarcimento cui è condannato Facchi -che
é stato subcommissario dal 2000 al 2004- prevede una riduzione
della cifra quantificata inizialmente dalla Procura regionale
della Corte dei Conti; aveva convenuto in giudizio Facchi per
chiedere la condanna al risarcimento di un danno di 598.905,70
euro: di cui 380.661,98 in favore del Commissariato per
l´emergenza rifiuti, bonifiche, tutela delle acque nella Regione
Campania e 218.243,72 euro in favore del Consorzio di Bacino
Sa/3.

“Il fatto dannoso contestato – si legge ancora – è emerso
dall´istruttoria avviata a seguito di un articolo di stampa
pubblicato sul giornale ´La Citta´´ di Salerno del 7 aprile 2002
(dal titolo “L´impianto di Palomonte ha triturato solo soldi”)
nonché dalla trasmissione da parte della Procura della
Repubblica presso il Tribunale di Salerno degli atti
dell´indagine penale, che si concluse con provvedimento di
archiviazione per mancanza di condotte penalmente rilevanti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: