www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

TERREMOTO IN CINA. UN’ECATOMBE, 12.000 MORTI : DEI 900 RAGAZZI SOTTO MACERIE DELLA SCUOLA , SALVATI SOLO IN 50

Posted by irpinianelmondo su Maggio 13, 2008

13.5.2008 – Assume i contorni di una vera catastrofe il terremoto che ha colpito la provincia cinese sud-occidentale del Sichuan. L’ultimo bilancio parla di 12mila morti, ma si calcola che ben 18mila persone sono sepolte sotto le macerie nella sola citta’ di Mianyang. A questo punto e’ chiaro che le vittime saranno molte di piu’, anche perche’ il maltempo sta rallentando i soccorsi e il recupero dei cadaveri in molte zone. E’ stato anche deciso di ridurre il programma delle staffette della fiaccola olimpica in Cina, dopo che su Internet si erano diffuse proteste che accusavano gli organizzatori di essere “disumani” perche’ intendevano andare avanti senza modifiche. Le squadre di soccorso dell’esercito sono riuscite a raggiungere l’area dell’epicentro del sisma, nella contea di Wenchuan, ma molte strade sono ostruite dai detriti e dalla frane. Dei 900 ragazzi intrappolati sotto le macerie di una scuola a Dujiangjyan, solo 50 sono stati tratti in salvo. Oggi c’e’ stata una violenta scossa di assestamento avvertita soprattutto a Chengdu, la piu’ forte dal sisma di 7,9 gradi sulla scala aperta Richter. Intanto la Cina ha ringraziato per le offerte di aiuto giunte dall’estero affermando che sono le “benvenute”, ma ha aggiunto che “i tempi non sono maturi” per consentire l’accesso di squadre di soccorso straniere nelle aree disastrate. “In questo momento i trasporti sono ancora bloccati, e raggiungerle e’ impossibile persino per i nostri operatori”, ha spiegato il responsabile nazionale della Protezione Civile, Wang Zhenyao. “I tempi non sono pertanto maturi per lasciar andare i soccorritori stranieri in quelle zone”, ha sottolineato Wang. George W. Bush ha chiamato il presidente cinese Hu Jintao per esprimergli il cordoglio per le vittime e annunciargli un primo stanziamento di 500mila dollari (320 mila euro) per gli aiuti d’emergenza. La Croce Rossa Internazionale ha stanziato 150mila euro. Anche il Dalai Lama ha offerto le condoglianze dicendosi “profondamente rattristato per la perdita di tante vite umane e per i tanti feriti”. Di certo c’e’ che non vi e’ nessuno straniero tra le vittime. Stanno tutti bene gli italiani che si trovano a Chongqing, la metropoli piu’ colpita dal terremoto nella provincia cinese del Sichuan. “Ho praticamente visto, ieri sera, tutti gli italiani”, circa 35, “e fortunatamente stanno tutti molto bene”, ha rassicurato l’ambasciatore a Pechino, Riccardo Sessa, in una dichiarazione a SkyTg24. Il diplomatico ha sottolineato che insieme all’Unita’ di crisi della Farnesina “non e’ ancora stata ultimata la verifica sugli italiani presenti in Cina”, ma al momento la situazione nell’area piu’ colpita dal sisma e’ “abbastanza tranquilla”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: