www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

LOTTA AI FANNULLONI. MINISTRO BRUNETTA:”DA OGGI METTO ON-LINE I DATI DEGLI STATALI”

Posted by irpinianelmondo su Maggio 24, 2008

24.5.2008 – Al via “l’operazione trasparenza” per il personale del ministero della Funzione pubblica e delle strutture collegate. Dalle 9 di questa mattina sul sito web del Ministero (www.innovazionepa.it) e sui siti di Aran, Cnipa, Formez e Scuola superiore della pubblica amministrazione, ci sono i dati di circa 1.100 dipendenti, di cui 330 del dicastero guidato da Renato Brunetta.

Con “una piccola grande rivoluzione”, ha annunciato il ministro, sono stati messi online – in accordo con il Garante della privacy – i dati del personale, gli organigrammi, le informazioni sui dirigenti (numero, curriculum, retribuzioni, telefono, email) e i tassi d’assenza per ufficio. “Tutti gli altri ministeri – ha sottolineato Brunetta – stanno facendo altrettanto e anche di più, e nelle prossime settimane ci saranno le conferenze stampa di presentazione”.


Tra circa 7-10 giorni poi, ha aggiunto il ministro,
“appena definiti i decreti necessari, saranno messi su internet anche i dati riferiti a me e ai miei collaboratori”. L’operazione, tuttavia, “è ‘in progress’, e forse qualche falla è possibile, ma abbiamo voluto farla subito. L’obiettivo è pubblicare presto sul sito anche gli obiettivi assegnati ai dirigenti, le valutazioni, gli indicatori finanziari di spesa e quelli di qualità”. E su questi ultimi obiettivi “è stata avviata una proficua collaborazione con l’Istat”.


L’operazione è stata realizzata
“sulla base delle leggi vigenti e dopo un confronto con il Garante della privacy, anche per evitare equivoci come in tempi recenti per ministeri più pesanti”. E i dati personali “sono stati autorizzati spontaneamente da ogni dirigente. C’è stato solo qualche piccolo nervosismo, che si è poi risolto con totale condivisione”.
“È la prima volta – ha concluso Brunetta – che succede nella pubblica amministrazione italiana con questa organicità, e per la prima volta in un ministero così articolato. Un’operazione che riguarda circa 1.100 dipendenti, come una grande azienda, che in più rappresenta una sorta di hub per tutti i 3,6 milioni di dipendenti pubblici”.
 
LOTTA DI CLASSE CON I FANNULLONI

“Dobbiamo tirare fuori il Paese buono, il lavoro buono, che non può essere offeso da chi non lavoro, dai fannulloni. Questo è il mio impegno nei confronti dei cittadini italiani”, ha detto il Ministro della Funzione Pubblica, Renato Brenetta .
“Noi – ha spiegato – dobbiamo sottoporre al controllo dei nostri ‘azionistì, cioè i cittadini, i risultati e quindi misurare la qualità. Il privato che lavora, il pubblico che nella stragrande maggioranza lavora e si impegna, sono il lavoro buono, contro chi non produce. Bisogna superare il gap di produttività” 

 

Dopo aver citato Mao Tse Tung (“colpirne uno per educarne cento”, riferendosi ai fannulloni nella pubblica amministrazione), il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta, trova ispirazione nell’idea-chiave dell’opera di Karl Marx (e poi del marxismo) – la lotta di classe – per dare il senso della sua azione per migliorare l’efficienza della macchina dello Stato.
“La gente – ha aggiunto il ministro – è stanca di aver una pubblica amministrazione opaca e inefficiente. Dobbiamo mettere i cittadini in condizione di scegliere asili, scuole e ospedali più efficienti”.

155 Risposte a “LOTTA AI FANNULLONI. MINISTRO BRUNETTA:”DA OGGI METTO ON-LINE I DATI DEGLI STATALI””

  1. brigida ciro said

    sig.ministro sento parlare di fannulloni, vi chiedo di metterci in condizioni di lavorare con mezzi idonei e con gente onesta a dirigere, penso che e una vergogna condannare operai che del loro stipendio non fanno altro che sfamare i propri figli e portare avanti queste spese di casa che ci lasciano solo con debiti.Il problema e un altro, chi colpire per risparmiare sono i calciatori gli attori presentatori cantanti e voi politici,e quanti escono in video, la spartizione se sarebbe equa l’operaio guadagnerebbe di piu’ e non lascerebbe il posto di lavoro.sono un operaio onesto con 4 figli, 2 disoccupati e 2 minori che vanno a scuola,comprendete?. spero in una risposta direttamente dal ministro,ma non vi scomoderete perchè non ci calcolate per niente.vi manca l’more per il prossimo. io vi mando….DIO VI BENEDICA

    • Ugo said

      ci sono operai onesti ma ce ne sono molti che non si preoccupano se la paga compensa il lavoro svolto, avevo una ditta edile con 8 operai , nel 2007 ho affrontato una crisi economica , ho fatto assemblea con i miei dipendenti spiegando le difficolta’ ed ho proposto di creare una coperativa e rendere compartecipi gli operai dei proventi o perdite della ditta , non ha accettato nessuno dicendo che l’operaio deve essere pagato per le ore che fa indipendentemente da guadagni o perdite . Poiche fino ad all’ora avevo pagato regolarmente stipendi e contributi a volte anche con mie risorse personali per garantire le famiglie . A malincuore ho chiuso la ditta , tutti a casa ,ho rateizzato i debiti che sto ancora pagando ma così facendo ho bloccato le perdite . Dici di essere un operaio onesto ,ma senza cervello perchè con lo stpendio da operaio non si può mettere al mondo 4 figli ,io ho 2 figli diplomati che vivono in famiglia ,non hanno lavoro fisso , molto spesso sialzano alle 4 di notte per fare lavori saltuari ai mercati generali , guadagnano per le spese personali e per la macchina .

  2. Giuseppe said

    aaaa

  3. elena meniconi said

    Bravo ministro Brunetta ! a chi e dove si puo inviare una segnalazione?

    • carolina said

      complimenti al ministro brunetta spero che prenda provvedimenti anche per gli impiegati che scaldano la sedia ,all inps di sessa aurunca prov.ce ci sono impiegati che dopo 2 anni di continui avvii di dilazioni non fanno le comunicazioni alle agenzie di riscossione.

  4. Daniela said

    Se i curriculum e gli stipendi sono stati messi online dove si possono trovare?

    http://www.testataimmaginaria.blogspot.com/

  5. matteo said

    Caro Ministro mi piacerbbe vedere online i licenziamenti di quei quattro invertebrati di parlamentari che quando sono convocati si fanno timbrare il cartellino della presenza e loro sono a spasso per i fattacci loro, naturalmente a nostre spese.
    Poi mi piacerebbe vedere da lei un piano su come intervenire a proposito.
    Mi spiego meglio! è molto facile prendersela con il piccolo statale che ovviamente non sono tutti acqua santa, ma vogliamo parlare di tutte le strutture pubbliche fattiscenti e abbandonate che ci sono in giro x l’italia, dove non c’è nessun piano di lavoro e gli impiegati sono abbandonati a loro stessi.
    Caro ministro c’è tanto da fare e io gli auguro un buon lavoro ma x cortesia non minacci a casaccio tutti quanti, un giorno forse toccherà anche a VOI.

  6. nicoletta said

    Caro ministro mia figlia è stata bocciata per colpa di una professoressa che insegna tecnica turistica e trasporti,due materie principali, presso l istituto tecnico per il turismo di Venezia (Algarotti).
    Questa professoressa ha fatto numerose assenze nell arco di tutto l anno, tanto chè nelle ultime 2 settimane di scuola non si è mai presentata, fingendosi in malattia, andando in giro in bicicletta per treviso.
    Non ha dato a mia figlia la possibilità di recuperare le sue materie; ho avuto un colloquio con lei ai primi di maggio e mi ha detto che mia figlia sarebbe stata bocciata(cose che non si possono dire a metà maggio)ho chiesto se poteva interrogarla ma la sua risposta è stata :”mi dispiace signora ma non ci sono”.
    E’ giusto tutto questo?
    Caro ministro aspetto una sua risposta.

  7. Ammetto la mia fede politica di sx moderata, e ammetto altresì che il ministro Brunetta, mi è stato sempre poco simpatico, ma solo un fatto di pelle, niente di personale. E menomale, perchè mi devo ricredere (sempre che porti a termine quanto sta facendo). Ritengo che abbia messo il dito su una delle tante piaghe che in Italia sono oramai cronicizzate.
    Complimenti a Brunetta e buon lavoro.

  8. Gianluca said

    qualcuno ha ancora il coraggio di difendere gli statali? mamma mia…

  9. fioretta menta said

    Mi piace che il Ministro Brunetta abbia indicato gli sprechi!Era ora!
    Sarebbe opportuno che verificasse anche il livello culturale dei dirigenti della Pubbliche Amministrazioni.
    Segnalo, e non è una invenzione,che un dirigente, situato in posizione apicale nella pubblica amministrazione,è riuscito a scrivere, e sottoscrivere, un testo,riportando,per ben due volte,”ad abundantiam” con la “Z”!!! Incredibile!Laureato in giurisprudenza!
    Vero è anche che lo stesso dirigente afferma”ho firmato e non sapevo quello che firmavo”.
    Forse c’è bisogno di aria qualificata!
    Fioretta Menta

  10. anna rita said

    Sarebbe interessante prendere in considerazione i lavoratori che fanno il loro dovere,ma che non sono messi in condizione di poterlo fare,per cui la giornata inizia con lotte intestine,dove l’abuso di potere dei dirigenti(cfr. prof.univ.)diventa un vero sopruso sull’individuo,per cui non si hanno stanze per visitare pazienti,non si hanno computer(quando alcuni possiedono apparrecchi per vedere immagini porno) e si vive in situazione di forte volontà di andare avanti e curare quanti si rivolgono a noi.Cosa Fare?

  11. Giuseppe said

    ministro brunetta..adesso ho capito perchè il mio medico non vuole dare più una malattia (CON TANTO DI CERTIFICATO CHE NON STO BENE)io sono d accordo licenziare persone che sono in malattia,e magari vanno a fare gli affaracci suoi!!ma un caso come il mio…non e accettabile non dare malattie,io ho risp al medico…che andavo a denunciare a tutti!!!(quando un certificato,ti dice soffre di gatrite cronica..siamo apposto cosi..mi deve dare cure ed ed eventuali accertamenti urgenti,naturalmente con malattie quando sto male..io lavoro in una fonderia,se mi succede qualcosa mentre lavoro per questo motivo….io denucio a piede libero tutti,senza guardare in faccia nessuno!!e poi un altra cosa…guardiamo pure come i lavora,che per fare produttività si lavora come gli animali!!!periodo estivo a fondere…ti viene dato un cambio in 8 ore,cioè ti fanno morire..io vorrei anche lei al posto mio,per vedere cosa fa..e facile parlare da parlamentare!!!sarei curioso vedere lei la,insieme a me…dopo 2 ore si licenzia,non che la licenziano per assenteismo…buon lavoro!!!

  12. urbano said

    ministro Brunetta ho visto la trasmissione matrix di ieri sera. Mi ha fatto sognare per le belle parole che ha detto,in particolar modo,quello che dovrà fare,se ci riesce.Mi piace l’idea delle ex case popolari, per aiutare le giovani coppie . Speriamo che lo facciano lavorare con serenità,credo che con quello che ha detto ieri sera,i cittadini onesti sono tutti con lei vada sempre così.

  13. LUIGI said

    Sig. ministro sono pienamente daccordo con Lei nel fare guerra ai fannulloni, però mi chiedo chi sarà il responsabile a controllare? credo che il problema maggiore nella P.A. sia l’appiattimento del lavoro (lavori o non lavori a fine mese lo stipendio è sempre lo stesso), io lavoro in un ospedale della provincia di Salerno e le posso assicurare di essere un buon infermiere ma potrei dare molto di più…..ma alla fine ti rendi conto di non farcela da solo e i cosidetti “fannulloni” occupano posti importanti, chi controlla è il primo ad essere corrotto…Le sembra normale che un lavoratore nella sanità (infermiere, oss ecc.) possa fare dalle 100-150 ore di straordinario in un mese? che assistenza può dare? eppure lo straordinario prima di essere pagato deve fare diversi passaggi: Capo Sala-Direttore dell’unità operativa-ufficio infermieristico. Egregio ministro se posso darle un consiglio inizi a fare qualcosa per il Sud, qui da noi chi lavora onestamente viene visto in modo diverso… grazie

  14. Guido said

    Sono deluso dai politici ma il Ministro Brunetta ha l’intelligenza e le …per affrontare un problema serio. Bravo Ministro

  15. paolo bruni said

    caro ministro, era finalmente ora ! e spero una volta per tutte, che qualcuno si decidesse a fare pulizia di che vive e gode a discapito di milioni di lavoratori onesti e volenterosi. se posso dare il mio apporto, metto a disposizione la mia esperienza nella VALANGA di fannulloni delle A:S:L per cominciare quello che in molti sperano : DA DOVE SI COMINCIA !!!
    ringraziandola per ciò che ha pensato di fare per riportare questo paese ad un onore ormai perso , auguor a lei e al mio governo BUON LAVORO .
    Paolo Bruni.

  16. Patricia said

    Egregio Sig. Ministro
    pur non essendo della sua idea politica condivido le buone intenzioni espresse.
    Ho solo un quesito da porle: qual è secondo Lei un metodo idoneo per valutare la produttività di un pubblico dipendente? Il numero di pratiche evase? Come si applica alle pratiche complesse (come le autorizzazioni in materia di rifiuti, dove la fretta è spesso cattiva consigliera)??
    Le presenze sul posto di lavoro? Un metodo che combini entrambi i parametri? Ad oggi non ho visto mai un metodo efficace ed esente da valutazioni soggettive.

  17. stefano said

    sono daccordo con ciò che il ministro brunetta intende realizzare e spiego perchè:
    vivo e lavoro in proprio in calabria (terra in cui regna e spadroneggia la delinquenza, l’assistenzialismo statale), a causa del mio lavoro mi trovo ad avere spesso a che fare con dipendenti statali (impiegati delle diverse ASL, impiegati comunali, impiegati provinciali, ecc.) ed è una vergogna vedere l’arroganza che dimostrano perchè convinti d’essere chissà quali grandi imprenditori, scenziati, premier, o altre figure di una certa levatura culturale ecc. e magari sono dei semplici bidelli o portantini (senza nulla togliere a queste figure, ma se sanno stare al loro posto e se svolgono il proprio lavoro con coscienza).
    Penso e spero che l’Italia sia giunta ad un punto in cui si capisca che vadano premiati e portati avanti coloro che meritano e non coloro che leccano i piedi a qualch’uno.
    Stamattina ho consegnato della merce ad un magazzino dell’ASL di Girifalco (CZ) e quando sono arrivato i magazzinieri responsabili (4) erano seduti davanti al computer intenti e impegnatissimi a giocare a poker e così sono rimasti per tutto il tempo che ho impiegato per scaricare la merce.
    Mi chiedo quando questa situazione potrà cambiare e quando ci decidiamo a fare dei controlli seri in tutti gli uffici pubblici, perchè i dipendenti pubblici sono al servizio della gente e sono pagati con le tasse che tutti paghiamo al contrario di quello che loro credono (che il posto statale sia sacro).
    Stesso discorso vale per la famosa forestale che in calabria vanta molte unità assunte ma lavorano solo a perditempo, forse perchè (loro stessi lo dicono) non gli vengono assegnati compiti precisi, ma a fine mese il salario gli viene assegnato. Siamo stanchi di queste situazioni e vogliamo che chi venga pagato a fine mese lo meriti.
    buon lavoro

  18. NICO said

    caro signor ministro sono davvero felice che finalmente un uomo politico di governo per la prima volta nella storia dell’italia prenda a cuore il problema degli impiegati statali fannulloni e secondo me ce ne sono tantissimi anche un buon 90% se non di piu’.questa gente non lavora e prende uno stipendio che va dall 1400 ei 2000 euro e invece gente come me che lavoro in un azienda privata e si deve fare un mazzo cosi prende appena 1000 euro al mese.caro signor ministro io faccio parte del settore legno ed arredamento e lavoro in un azienda del mobile imbottito del sud, piu’ precisamente della puglia.quello che sta succedendo in questo periodo e’ che il nostro posto di lavoro e’ minacciato da una concorrenza sleale e dalla crisi che sta attraversando il nostro paese, pochi giorni fa un azienda della basilicata ha fatto trovare i cancelli chiusi agli operai che si sono recati regolarmente al lavoro ed ho paura che questo tocchera’ anche all’azienda dove lavoro io.caro signor ministro il settore privato ha bisogno di aiuti concreti e i dipendenti del privato specialmente del mio settore hanno bisogno di un buon aumento di stipendio.spero che la mia segnalazione serva a qualcosa,la saluto signor ministro.

  19. Nicola said

    caro signor ministro questa non é la lotta contro i fannulloni é lei sta rovinando in questo modo i lavoratori controlli i dirigenti che a fine mese prendono di stipendio quando i Politici Senatori ecc. ecc….

    N.B
    sono del Popolo della Libertà (Forza Italia);
    spero che cambia alcune regole del Decreto altrimenti non mi resta cancellarmi dal Partito, e dare il voto spero presso alla concorenza……

  20. sal said

    signor ministro lei non deve prendersela con i statali ma bensì
    con i suoi collechi politici che nel parlamento quadagnate un mare di euri non come noi poveri.tagliatevi gli stipendi vostri e aiutate quelli poveri come noi statali

  21. renato said

    cari signori,il decreto 112 del 25.06.2008 (decreto brunetta)fà tornare questo paese alla stregua di una repubblica delle banane,in questo paese il diritto alla salute era COSTITUZIONALMENTE GARANTITO …fino a ieri…ora anche per una banale influenza ci si deve recare non dal medico di base ma in un ospedale(pagano il ticket e creando disagi a tutti gli utenti) oppure presso una asl (pagando il ticket),bene se cosi deve essere allora ridateci indietro i soldi(tanti)che ci togliete dalla busta paga per l’assistenza sanitaria,inoltre se si è in malattia magari per essersi ammalati a causa del servizio prestato, lo stipendio si dimezza lo stesso e i soldi risparmiati vanno a coprire i buchi di bilancio dello stato, peccato che con la stessa solerzia si sia abrogato il decreto Visco che dal primo luglio 2008 obbligava i professionisti (avvocati,dentisti,geometri,ingegneri e chi piu’ne ha piu’ ne metta)a prendere compensi non per contanti (per somme oltre i 100 euro)ma solo per assegni e carte di credito in modo che tutti i movimenti di denaro potessero essere tracciati, e già poverini questi di tasse ne pagano davvero troppe!!!!!che continuino ad evadere indisturbati tanto le loro tasse da SEMPRE le pagano i fannulloni!!!!!…..lo sapete quanto dichiara mediamente un tassista?meno di 15.000 euro lordi all’anno …meno di 1000 euro netti al mese…e già prendere il taxi costa poco!!!…e l’auto se la detraggono completamente dalle tasse(LORO!!!)!!!…..ovviamente su queste cose non si deve intervenire tanto pagano i fannulloni per loro!!!se ci sono degli eccessi è logico che vadano puniti ma a dire dello stesso brunetta la media delle assenze annue tra gli statali (ops scusate tra i fannulloni) si aggira sui dieci giorni l’anno…la durata di una banale INFLUENZA !!!magari per dare l’esempio il caro ministro potrebbe iniziare a risparmiare lui!! … pagando il treno, l’aereo etc che per lui e i suoi compagni parlamentari sono gratuiti,ridurre il loro faraonico stipendio,pagarsi da soli le vigilanze sotto casa e le scorte che li portano a spasso tutti i giorni a nostre spese mentre la criminalità dilaga…ah ma questo non si puo’ fare la CASTA non si tocca!!!lo sapete quanto costa un’auto blindata? 80.000 euro.. più il mantenimento giornaliero e la manutenzione, più gli stipendi mensili di tutta la scorta…caro ministro da oggi mi metto a fare il petroliere tanto basta dire che il consumo del gasolio in italia è aumentato per specularci sopra quando invece ne consumiamo meno degli anni settanta quando tutti i riscaldamenti lo usavano al posto del gas…..meditate gente meditate

  22. pippo said

    Brunetta dice “DA OGGI METTO ON-LINE I DATI DEGLI STATALI” e la legge sulla privacy? Già dimenticata? Brunetta dimettiti.

  23. ofy said

    Brunetta fai pace col cervello

  24. donati sergio said

    Sono un lavoratore dipendente (non facente parte del pubblico impiego) che ha la fortuna di avere una buona salute (mai un giorno di infortunio, nessun giorno di malattia da quasi 3 anni, ecc.)
    Mi chiedo se sia democratico condannare un malato agli arresti domiciliari senza motivo, in pratica punirlo perchè si ammala.
    Pensate ad un malato di cancro o altre gravi patologie che non può neppure uscire 2 ore…..
    Vergogna, indegno di un paese civile.

    • Angela Piardi said

      Sono insegnante in un Centro di Formazione professionale e lavoro nel privato da 39 anni Purtroppo non ho mai l’età per andare in pensione solo 59 anni e devo raggiungere i 40 di contributi e la finestra che si aprirà nel 2011. Ho fatto poche assenze nella mia vita per malattia solo dopo alcuni interventi ospedalieri più frequenti dopo i 45 anni.
      Non sono una statale nè dipendente dalla Pubblica Amministrazione, ma al Signor Ministro Brunetta vorrei chiedere di applicare anche ai politici quanto sta facento nella Pubblica Amministrazione, cioè guardarsi intorno e pensare che per raggiungere i limiti di pensione per noi ci vogliono 4O anni di contributi e a loro bastano 5 anni e anche meno per importi pensionistici ben più alti rispetto ai mille Euro.
      E’ facile colpire i più deboli e loro continuare a sperperare il denaro. Le leggi sono uguali per tutti? La Comunità Europea parla di età anagrafica pensionistica o anche di quanti anni ho lavorato? E in questa legge perchè non sono previsti i politici di ogni genere?
      Che vergogna!!!!!

  25. Antonio said

    Bene Ministro Brunetta era ora…Tuttavia rimangono ancora dei buchi neri da risolvere. Per quanto mi riguarda sono deluso dall’INPDAP, che nonostante trascorsi da quansi due mesi i previsti 105 giorni dal congedo per riforma, ancora non è stata definita la pratica per la liquidazione della prevista buonuscita. Tanto, dicono, di che si preoccupa le saranno corrisposte i relativi interessi. A cosa servono i termini di definizione delle pratiche quando poi non si rispettano?????

  26. Donato said

    Sono uno statale e sono contento che Bruneta prenda questi provvedimenti. E’ grazie a quello che intende fare forse smetteremo di essere timbrati come dei fannulloni. Però chiederei al Signor Ministro di valutare bene tante cose. Tra i tanti titoli di giornale ho letto pure: statali malati al 50% dello stipendio. Ora non sono daccordo o almeno spero che il Sig. Misistro faccia le giuste valutazioni. C’è gente malata per finta che sfrutta i giorni a casa per fare il secondo lavoro mantre il sottoscritto che ha avuto a che fare con un linfoma fra un po’ prenderà lo stipendio al 50%. Faccio presente che per tornare a lavorare ho fatto pure ricorso ma non mi vogliono far rientrare… ancora. Grazie, mi state aiutando a sentirmi sempre più diverso come se combattere con la malattia non fosse di per se’ già una cosa difficile.
    Ripeto è giusto fare pulizia di vagabondi ma è anche giusto allungare una mano con chi ha sempre lavorato e che a causa del fato ora si trova in difficoltà.
    Grazie Signor Ministro. Buon Lavoro.

  27. povera pubblica dipendente said

    Bene…iniziamo… Tassa sulla televisione: Chi la paga? Chi elargisce stipendi di milioni di Euro ai vari Pippi, Simone, Raffaelle ecc.? La Rai? Scusate, ma chi paga il canone Rai? Non è vergognoso che quattro individui per 30 ore di lavoro percepiscano stipendi da brivido? Chi controlla chi? E voi, carissimi deputati, le vostre pensioni d’oro…. i vostri stipendi… che desolazione caro Ministro …che tristezza… rifletta…

  28. vichi said

    sign. ministro perche tutto questo odio per il pubblico impiego.
    pèoi vorrei sapere un dipendente che ha delle mallattie croniche come si deve comportare quando non si sente bene.
    vorrei una risposta grazire. vichi

  29. pubblica dipendente 2 said

    prima di tutto per cortesia signor ministro, non ci porti via quel poco di cervello che è rimasto. faccia pulizia in casa se le riesce e poi per favore tolga pure tutto il marcio che c’è se c’è nella pubblica amministrazione. vedere degli infermieri dipendenti pubblici chiamati fannulloni non è piacevole, potrei dire, come il signore che lavora in fonderia, venga a fare due ore in una qualunque delle corsie ospedaliere italiane, verifichi pure tutti i deputati o i senatori dove vanno a farsi curare, dove invece sono i cittadini utenti/pazienti. grazie

  30. fotovolante said

    Caro Ministro Brunetta eccellente questo d.l. per combattere i cd. fannulloni delle p.a.( sono convinto che la maggior parte cmq faccia il suo lavoro, peccato per qualche mela marcia che alla fine puoi trovare dappertutto…)Vorrei chiederLe ma per me e tanti altri operatori di polizia che lavorano in mezzo alla strada night and day ( con il caldo cocente,il freddo intenso, con la pioggia etc etc), che sfortuntamente rischiano di ammalarsi, come funziona? Che ci dimezzerete lo stipendio? Giustamente già percepiamo uno stipendio da fame!

  31. anna said

    X Gianluca….
    Si!!! tutti sono pronti a difendere gli statali, fallo anche tu, ti conviene sai….
    a meno che ti piace vedere morire la gente per strada i ragazzini senza istruzione e non solo..violenza e delinqueza perchè non ci sono le forse dell’ordine..Forse te hai i soldi per curarti a pagamento o per mandare tuoi figli a scuola in privato per pagarti un poliziotto che veng salvi in caso di violenza ecc.. ma gli altri no!!..sono poveri non hanno soldi.Per me va bene privatizzare, tanto a me non mi licenzia nessuno sono prottetta da leggi speciali, immagina quali? sono qualificata non una ma 5-6 volte, produco, lavoro, sono onesta e pulita.Proprio come vuole brunetta, lo ha detto lui, gli statali sono persone per bene, oneste, trasparenti laboriose insomma gente che merita molto di più di quello che gli si sta offrendo.

  32. grazia said

    E’ GIUSTO CHE I REDDITI DEGLI STATALI SIANO ONLINE. IN FIN DEI CONTI LO STATO E CHI LAVORA PER ESSO DEVE ESSERE TRASPARENTE. PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEGLI STATALI FANNULLONI, E SOPRATTUTTO NELL’AMBITO DELL’EDUCAZIONE, DELLA SCUOLA E DELLA FORMAZIONE CHE IN QUESTI GIORNI STA METTENDO IN GINOCCHIO GENITORI LAVORATORI DIPENDENTI CHE NON SANNO DOVE METTERE I FIGLI, TUTT E QUELLE MAESTRE CHE RIFIUTANO DI PRESTARE SERVIZIO, BEN RETRIBUITO TRA L’ALTRO, PERCHE’ HANNO PRENOTATO LE VACANZE, DEVONO VENIR LICENZIATE E SOSTITUITE DALLE MIGLIAIA DI PRECARIE BEN CONTENTE DI PRENDER IL LORO POSTO. LA PREGO, ONOREVOLE BRUNETTA, NON DEMORDA. CONTINUI LA SUA LOTTA CONTRO I FANNULLONI E SONO TANTISSIMI E NOI CITTADINI GLIENE SAREMO GRATI

  33. Luana said

    Sig Ministro
    siamo 2 colleghe,volevamo informarla
    che ammiriamo molto la sua iniziativa
    “via i fannulloni”
    Lavoriamo a Roma al ministero di via dell università’
    come supporto pulizie e non gli dico
    la gran mole di lavoro che ogni
    giorno dobbiamo svolgere..
    Noi siamo a contatto costantemente
    con il personale civile e non
    e assicuriamo con molta spontaneità’
    che il loro lavoro viene svolto in fasi alterne tra una sigaretta un caffè’ e un solitario sul PC poi sono in pausa pranzanoe allora…..
    assicuriamo che noi lavoriamo 8 ore ininterrottamente
    alle 6 di mattina siamo gia’ sul posto di lavoro..
    assicuriamo anche che i sig impiegati ci trattano
    come le ultime persone da considerare…non riceviamo ne saluto e ne rispetto
    al contrario dobbiamo dirlo dei militari che sono molto piu’ comprensivi e umani
    Caro Ministro
    l’ammiriamo molto e la stimiamo ancora di piu’
    faccia qualcosa veramente x questo schifo
    ps
    L’unica cosa che penso veramente quando
    mi sveglio l mattina e’ che se vado al lavoro
    me lo devo guadagnare
    e io me lo guadagno anche se prendo la meta’
    di queste persone ma sinceramente gli dico
    IO CAMMINO A TESTA ALTA
    con stima la saluto Luana

  34. ROSY said

    Signor Ministro sta facendo veramente un ottimo lavoro ma non è solo sulla malattia che deve accentrare la sua attenzione, ben venga quello che sta facendo,ma più controlli nelle pubbliche amministrazioni troppi assenteisti e troppe persone che fanno il proprio comodo e le visite fiscali? ci sono parenti, amici, colleghi stessi. Gli impiegati delle ASL compreso il personale medico dovrebbero ricevere visite fiscali da altri medici che non siano della stessa struttura altrimenti tutto questo non ha senso anche se la frase “cane e cane non si mordono” è sempre da ricordarsela.Buon lavoro

  35. Sergio Bracaglia said

    Si come italiano sono contento anche se in questo pese di “…….” di persone come il sig. Brunetta ne occorrono uno al secondo per 100.000.000 di anni. E tutta l’immondizia trovata nei vari uffici tutta al macero e senza pietà alcuna.

  36. Sergio Bracaglia said

    Mi sono limitato a dire quanto di più reale dovrebbe accadere in italia per avere una vera nazione. Cosa c’è da moderare e che cosa?

  37. Finalmente un Ministro che ha il coraggio di guardare nella giusta direzione. Sono un dipendente della pubblica amministrazione e, ultimamente, sento i dipendenti i.n.p.s.disperarsi per la decurtazione del premio di produttivatà che per anni hanno percepito al di là di ogni mera valutazione. L’I.N.P.S. è la mecca dei pubblici impiegati, basta informarsi sulle domande di mobilità che arrivano all’istituto ogni anno. Il motivo non è certamente dovuto alla voglia di trovare stimoli lavorativi altrove, ma sono i quasi 6.000 euro in più all’anno che i signori impiegati inps si ritrovano in busta paga a differenza di tanti altri lavoratori del pubblico impiego. Forza, impieghiamoci tutti all’inps. La differenza di stipendio a parità di livello con un impiegato inps, è di circa 8.000euro. Adesso non voglio fare la guerra dei poveri, ma bisogna iniziare a valutare e premiare. Avanti così sig.Ministro Brunetta, siamo in tanti con lei. Anche se la nostra voce non è così forte come quelli che vogliono difendere i loro orticelli, siamo intanti pronti a difenderla dagli attacchi di chi pensa solo al proprio tornaconto.

  38. caro ministrino ogggi mi domando se non sia meglio delinquere visto che un detenuto può firmare in commissariato e fare ciò che vuole e un dipendente pubblico in malattia può avere solo un ora d’aria e la violazio9ne de33lla legge sulla privacy dove la mettiamo ? Forse a lei si è bloccata la crescita ma con essa anche il cervello.

  39. caro ministrino ogggi mi domando se non sia meglio delinquere visto che un detenuto può firmare in commissariato e fare ciò che vuole e un dipendente pubblico in malattia può avere solo un ora d’aria e la violazione della legge sulla privacy dove la mettiamo ? Forse a lei si è bloccata la crescita ma con essa anche il cervello.

  40. simone giusti said

    SONO VERAMENTE STUFO DI SENTIRE PARLARE IL MINISTRO BRUNETTA. SE INVECE DI OCCUPARE I PROGRAMMI TELEVISIVI E LE COLONNE DEI GIORNALI SENZA AVERE CONTRADDITTORIO, SI METTESSE DIETRO LA SUA SCRIVANIA A LAVORARE NON SAREBBE MEGLIO???

    L’OBIETTIVO DI QUESTO GOVERNO E’ SOLO LA PRIVATIZZAZIONE DELL’INPS E DELLA PREVIDENZA CON IL SOLO INTERESSE DI METTERE LE MANI SUI SOLDI CHE GLI ENTI AMMINISTRANO!!!

    ORA L’INPS E’ IN ATTIVO MA CON LA PRIVATIZZAZIONE FINIRA’ COME ALITALIA (1,28 MILIARDI DI EURO DI DEBITO) E TRENITALIA (600 MILIONI DI EURO DI DEBITO)…

    SVEGLIAMOCI!!! IL MINISTRO NON E’ UN MORALIZZATORE, E’ SOLO UN FURBONE!!!

  41. maurizio said

    Voglio precisare al “collega” che l’Inps è la prima azienda pubblica italiana all’avanguardia a livello di informatizzazione (oltre ad avere il primo e più grande bilancio pubblico d’Italia) il che le ha consentito, da oltre 20 anni, di essere costantemente monitorata sugli obiettivi e sui livelli di produttività. Davvero pensi che questi 6.000 euro, qualsiasi sia il governo di turno succedutosi negli anni, ce li abbia, come dici tu, “regalati” senza prima riconoscerne e verificarne il merito? Caro collega a questo mondo nessuno ti regala niente! Al limite, purtroppo, trovi qualcuno che per fare cassa ti toglie!!.

  42. brunetta (purtroppo!!!!) bellucci said

    sono un dipendente inps e invito il sig. giordano amato a produrre i cud di un dipendente inps e di dipendenti di altre amministrazioni a dimostrazione del fatto che la differenza stipendiale è davvero di 6000 euro a parità di livello
    per opportuna conoscenza è dal 1990 che l’incentivo all’inps viene dato SOLO SE SI RAGGIUNGONO GLI OBIETTIVI DI PRODUZIONE E QUALITA’ STABILITI E NON VIENE DATO A PIOGGIA ( ART 13 DPR 43 90 RIFORMULATO DALL’ART 2 CCNL 98 /01 )
    il ministro ha iniziato con la campagna denigratoria nei confronti dei lavoratori affinchè questi non trovino la solidarietà di nessuno quando l’inps verrà privatizzato
    il dl 112 non contiene poi solo l’art 67 che mi toglie 5000 euro lordi ( non perchè io prenda 5000 euro piu’ degli altri ma perchè è maggiore in proporzione rispetto allo stipendio la mia quota di salario accessorio )
    toglie il divieto di cumulo tra pensione e lavoro
    il lavoro a tempo determinato puo’ essere usato per svolgere il lavoro ordinario
    non c’e’ piu’ il controllo delle regioni sull’apprendistato
    lavoro con voucher
    RIPRISTINO POSSIBILITA’ DI FARSI FIRMARE LE DIMISSIONI IN BIANCO
    non è tanto per i miei 5000 euro lordi che mi preoccupo…ma per i nostri giovani ai quali consegnamo un lavoro sempre piu’ precario, senza alcuna certezza
    NELL’INDIFFERENZA GENERALE!!!!!!!!!!
    BRUNETTA (SIGH!!!!!!) BELLUCCI

  43. salvatore said

    non si viene all’Inps dalle altre amministrazioni perche’ si guadagna di piu’, ma soltanto perche’ ci sono ministeri imbottiti di gente in esubero, mentre l’INPS con il blocco del turn-over e’ cronicamente sotto organico. Lavoro in questo ente da 26 anni e posso rivendicare con ORGOGLIO la qualifica di PUBBLICO DIPENDENTE, i miei incentivi me li sono sempre guadagnati. Se c’e’ qualcosa che non va il ministro Brunetta farebbe bene a guardare in alto verso la nostra dirigenza, quella si che molte volte ha come unico merito l’appartenenza politica (indovinate un po’ a quali partiti?)

  44. Io said

    Sig. Brunetta,lei non leggera’ mai questa mail,e’ solo una presa in giro come un’altra di voi politici che di problemi avete solo come definire le vostre ville con piscina tra l’altro che nemmeno pagate.Quindi se io sono single con 900 euro al mese,stipendi che voi politici conoscete benissimo,non solo non ho nemmeno il tempo di comprare un farmaco,perche’ sono agli arresti,ma lo stipendio mi viene dimezzato sempre per quello stesso motivo che a voi pesa tantissimo,cioe’ come abbellire le vostre piscine.
    complimenti,io mi armerei di mitra perche’ non se ne puo’ piu’.Vergognatevi.

  45. cecere maria laura said

    Al Ministro
    BRUNETTA

    Mi chiamo Maria Laura Cecere nata a Napoli 11.09.1966 e residente a Formia, sono insegnante di ed. fisica nella scuola media di primo grado con specializzazione polivalente.. con sede, assegnatale d’ufficio in quanto perdente posto, a Cori e Cisterna di Latina. voglio denunciare il sistema adottato quest’anno dal provveditorato di Latina, per le assegnazioni provvisorie nel mio settore. Le sedi erano seguite da nomi.. non esisteva sede di titolarità di provenienza, punteggi, precedenze.. niente… il mio nome compariva nelle assegnazioni sul sostegno con sede a Borgo Hermada. Non si capiva neanche se mi era stata calcolata la precedenza, visto che ho un genitore invalido al 100% al quale è stata riconosciuta la L104/92. Nonostante fossi in continuo contatto con il sindacalista di zona della CISL, mio sindacato, il quale ha pensato bene di abbandonarmi non rispondendo più al telefono, ho presentato ricorso e richiesta di accesso agli atti per capire qualcosa. Tutto questo accadeva il 24 luglio u.s. sono stata anche in provveditorato per consultare le graduatorie AFFISSE, così come scritto nel decreto per le assegnazioni, il giorno 28 luglio u.s.,non solo all’albo non c’era affisso niente, ma non ho potuto parlare con nessun dirigente in quanto impegnati per le immissioni in ruolo. risultato? ancora ad oggi, 03.09.2008 sono all’oscuro di tutto. Mi chiedo come è possibile permettere tutto questo.. dov’è la legge sulla trasparenza? dov’è il personale addetto in provveditorato che può rispondere? Sapete quali erano i giorni di ricevimento tra luglio e agosto? il 14 ed il 18 luglio, le assegnazioni però sono uscite il 24 luglio.. scrivo perchè sono indignata, schifata di questo sistema senza controllo, dove dirigenti fanno ciò che vogliono tra il clientelismo di sindacalisti e conoscenze varie.. sono indignata che nessuno si sia degnato di una risposta, che un sindacalista mi abbia chiuso le porte in faccia, che con un padre invalido che ha bisogno delle mie cure devo sottostare a questo sistema… e come se non bastasse, in un pubblico ufficio, il provveditorato agli studi di Latina, non c’è nessuno!!!!! Non posso chiedere l’accesso agli atti, mi sono dovuta rivolgere ad un avvocato.. sono indignata e schifata perchè, per difendere i miei diritti, dovrò fare un provvedimento d’urgenza perchè qualche IMBROGLIONE protetto ha avuto il posto che spettava a me!!! dove sei Ministro Brunetta in tutto questo? come si può permettere che in un pubblico ufficio non ci sia personale in un momento come questo? e Lei provveditore dov’è? ho chiesto di parlare con Lei ma…. non c’era!!! mi piacerebbe essere contattata x avere la possibilità di parlarle guardandola in faccia come sono abituata a fare.. le assicuro che la mia voce si sentirà, perchè tutto questo non è GIUSTO.. e come me ci sono tanti altri colleghi che navigano in questo oblio.
    Cecere Maria Laura via Acqualonga 2 formia (LT) 3293270138
    questa lettera è stata mandata al CSA di provincia, al Ministero della Pubblica Istruzione, direttore generale dott. Raffaele Sanzo e a “mi manda rai tre”, spero di ricevere risposta quanto prima.. grazie.
    Formia 05.09.2008 la scrivente
    Con osservanza
    Cecere Maria Laura
    Maria Laura Cecere

  46. Teresa Bocchetti said

    Gentilissimo Ministro,
    nobilissima la sua idea di fare lotta ai fannulloni ma, io sono dipendente comunale e col mio sudato lavoro, nelle scuole, guadagno appena 1100 euro; non mi assento se non quando davvero sto male, ma adesso mi dicono che mi saranno tolti soldi dallo stipendio per i giorni di malattia che faccio!
    Non capisce che in questo modo mi obbligherà a lavorare anche quando non sto bene (non posso permettermi nemmeno un euro in meno, visto che non arrivo a fine mese: non ho il bel ricco stipendio che guadagna Lei!!, tenga presente che lavoro in una scuola materna comunale con 25 bambini e se non si è vigili e pieni di forza riesce ad immaginare cosa può accadere. Cosa diremo, poi, noi insegnanti, che la colpa è solo sua che obbliga gli italiani a lavorare anche se stanno male.
    Non si nasconda dietro la nobiltà delle parole, abbia il coraggio e la faccia di confrontarsi con gli italiani che fanno salti mortali per arrivare a fine mese e che, puntualmente, non ci arrivano; entri nel mondo reale e abbandoni per un pò (solo per un pò visto che scapperà a gambe levate) il mondo prezioso delle ville del riccone Berlusconi e Company. Speravo che con voi al governo avremmo avuto una boccata di ossigeno e, invece mi accorgo che volete seppellire definitivamente gli statali che non possono nascondere nulla di ciò che guadagnano mentre, continuate a proteggere chi si nasconde con false dichiarazioni. Ci pensi e ci faccia sapere

  47. marianna said

    Sono una dipendente della P.A. in Piemonte volevo solo farLe presente che a giugno il mio Dirigente per aver raggiunto l’obiettivo (grazie a noi) ha percepito uno stipendio di 53.000,00 euro,mentre noi dipendenti che abbiamo dovuto lavorare sodo 2.000,00 euro.Che ingiustizia!

  48. massimo said

    Signor ministro,sono capo sala presso un reparto ospedaliero della provincia di palermo e dio solo sa quanto si suda e ci si stanca ogni giorno per portare a casa un misero stipendio(30 anni di lavoro e 1800 euro di stipendio).Un pari grado regionale guadagna 6000 euro al mese!!!!!Queste sono le vergogne.I controlli e la guerra ai fannulloni mi sta benissimo ma cominci da quei ladroni e farabutti dei nostri dirigenti che guardano solo al loro stipendio e ai premi di fine anno che equivalgono a due anni del mio sudato e responsabile lavoro e se ne infischiano della salute del prossimo.Grazie

  49. lucia said

    RISPARMIAMO DAVVERO:

    NON MANDIAMO LE VISITE A CHI è AMMALATO DI CANCRO!

    CONTROLLIAMO SE CHI FA STRAORDINARIO, LAVORA!

  50. cinzia said

    caro Signor Ministro lei sta facendo di tutta l’erba un fascio, questo nn è il modo per stanare i fannulloni, nn ci sono controlli e chi dovrebbe controllare è il primo a nn essere all’altezza. Sul tema precari:le dico solo di farsi un’esame di coscienza perchè se sono precaria da 12 anni nn è certo per mia scelta, sono i vari governi destra e sinistra che nn hanno saputo risolvere il problema, i co.co.co. nn li ho certo inventati io mi si poteva benissimo rimandare a casa come farà adesso lei bravo!!!! di questo passo andremo verso la guerra civile, ci stiamo affamando sempre di più, il lavoro nn c’è le spese aumentano e quel pò di lavoro anche se precario lei ce lo vuole togliere GRAZIE a dimenticavo sarei passata a tempo indeterminato appena finiti i tre anni di determinato finalmente nn sarei stata una PRECARIA! LE DA FASTIDIO CHE PRODI AVEVA TROVATO LA SOLUZIONE, a lei la ricorderanno come BRUNETTA IL TIRANNO

  51. mario said

    caro ministro ,sei pagato da tutti noi ed e’ ora ke non prendi x il culo gli italiani. tutte le cazzate ke dici e ke fai. dovrai pagare i danni morali materiali a tutti .la liberta’ e’ un diritto fondamentale ed non si puo’ obbligare una persona ad un ora di uscita xke malata.noi tutti dovremmo pagarne i danni quando un tribunale anke europeo emettera’ una sentenza di danni alla liberta individuale sancita da tutte le costituzioni democratiche. meglio ke korri ai ripari.

  52. mara said

    MALGOVERNO NELLA P.A .In quel di Castelraimondo serve maggiore vigilanza e controllo sul territorio.Dal febbraio 2002 l’amministrazione comunale tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il comandante dei vv.uu;(uno dei quattro dipendenti comunali laureati,di ottima condotta morale e civile,incensurato,senza alcun procedimento penale o giudiziario a carico),sostanzialmente senza fare quasi niente,a spese del contribuente.(Vedere sentenza immediatamente esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)

  53. Giuseppe said

    Caro Ministro Brunetta condivido con lei la parola FANNULLONI,da due anni (data del mio rimpatrio in Sicilia)cerco di mettermi in propio.Allora gli dico perche non mettere persone competenti e che sappiano fare il suo lavoro?
    Buon lavoro

  54. FLO said

    Sono d’accordissimo sulla lotta ai fannulloni e agli assenteisti (nel Servizio dove lavoro io li abbiamo entrambi), e con i nuovi provvedimenti sulle malattie almeno i secondi si stanno limitando. Però… io lavoro in una Asl di Torino, insieme ad un’altra collega (che fa il part time verticale, quindi lavora 3 giorni alla settimana) al mattino mi occupo delle pratiche di invalidità (quindi a contatto col pubblico) e al pomeriggio delle richieste di visite fiscali.
    Questa storia di richiedere la visita fiscale ANCHE PER UN SOLO GIORNO di malattia E’ DELIRANTE! perchè il lavoro è infinito e assolutamente inutile perchè la maggior parte di queste richieste non è possibile evaderle. Quindi: spreco di carta, tempo e sensazione di fare un lavoro assolutamente senza senso, quindi anche frustrante, oltre che lungo, e che mi costringe a fare straordinari anche quando non vorrei!

    Ministro, ci ragioni un attimo: ha senso chiedere la visita fiscale anche PER UN SOLO GIORNO??? quando si sa che quasi sicuramente la visita non potrà essere effettuata? E se anche il medico riuscisse ad andare cosa risolverebbe? Ormai la giornata è passata…
    Ci rifletta, per punire i fannulloni si sta penalizzando chi fa il proprio dovere. Ci sono altri modi per scovare i fannulloni (e sicuramente non sono questi).

  55. stong said

    IL MINISTRO BRUNETTA ?
    PICCOLO GRANDE UOMO.
    PICCOLO UOMO CON GRANDE CERVELLO!
    CONTINUA COSI’ CHE VAI BENISSIMO.
    FOSSERO TUTTI COSI’!!!

  56. tdd said

    BRUNETTA PERCHE NON VAI A INDAGARE SU COME SI LAVORA ALL AMBASCIATA ITALIANA A LIMA PERU’ CHE APRE DALLE 9 : 00 – ALLE 11 : 00 AM LAVORANO SOLO 2 ORE AL GIORNO DAL LUNEDI AL VENERDI E SONO TUTTI MERIDIONALI

    PERCHE NON INDAGA SU DOVE HANNO FATTO IL MILITARE I POLITICI COSI VEDIAMO CHI FA IL MINISTRO SEZA SAPERE COME FUNZIONANO LE ARMI

    E PERCHE NON INDAGA UN PO SULLA LEGA NORD CHE DICE DA SEMPRE ROMA LADRONA E POI E DA ROMA CHE PRENDE I SOLDI

    PERCHE E FACILE LICENZIARE I POVERI OPERAI MENTRE I PRESIDENTI CHE SONO SEMPRE IN GIRO E MAI ALLA LORO POLTRONA SEDUTI O I COMPAGNIA DELLA CARFAGNA SON DIFFICILI DA LICENZIARE

    E LA CARFAGNA MINISTRO PARI OPPORTUNITA IN UN PAESE DOVE LE DONNE LAVORANO N TUTTI I POSTI A TUTTE LE ETA C E UN MAREA DI UOMINI CHE SON DISOCCUPATI CHE COSA SERVE UN MINISTRO DEL GENERE DI PARI OPPORTUNITA?

    E BRUNETTA BRUNETTA SEI FORTUNATO FINO A QUANDO DIO NON TI CHIAMA TE LO DICO IO E PENSARE CHE PER LAVORARE NEI POSTI PUBBLICI BISOGNA ESSERE ALT 1.65 MT SENZA SCARPE

    CHISSA DA CHI E STATO RACCOMANDATO IL MINISTRO BRUNETTA PER LAVORAE E IL BELLO NESSUN GIORNALISTA NE PARLA

    BRUNETTA PROVI A LICENZIARE QUALCHE MERIDIONALE COSI VEDIAMO QUANTE ORE VIVE INVECE DI GIRARE SU AUTO BLU BLINDATE E MANGIARE CAVIALE CHE TANTO NON CRESCE PIU

    e vai un po dentro al ministero delle finanze che c e un mercatino dove non fanno gli scontrini vai a licenziarli

    e gira un po per roma e controlla quelli che vendono abusivamente le castagne senza licenza e prova un po a multarli

    brunetta che vai a lavorare in fabbrica o a vendere le castagne fannullone

    e prova a licenziare qualche questore o generale o prefetto che sono tutti imboscati

  57. STRONG said

    CARI SIGNORI E SIGNORE,
    A MIO AVVISO IL MINISTRO BRUNETTA E’ UNO CON LE PALLE E
    STA FACENDO IL POSSIBILE PER METTERE UN PO D’ ORDINE
    NELLE COSE PUBBLICHE, COSE CHE NON HANNO FATTO
    SERIAMENTE ALTRI.
    ORA E’ CHIARO CHE QUANDO UN MEDICO PRESCRIVE UN TRATTAMENTO
    PER UNA MALATTIA GRAVE A VOLTE E’COSTRETTO A PRESCRIVERE UN TRATTAMENTO CON POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI INDESIDERATI,
    PERO’ ALMENO SALVA UNA VITA.
    COME IN TUTTE LE ATTIVITA’ UMANE(SPORT COMPRESI!) A CAUSA DI POCHI SLEALI O MELE MARCE, CI SONO EFFETTI COLLATERALI INDESIDERATI NEL CERCARE DI SANARE LE SITUAZIONI.
    QUINDI PRENDETEVELA CON QUESTI “SLEALI” E NON COL PICCOLETTO
    CON LE PALLE!
    DA STRONG.

  58. piero vitelli said

    Vorrei dire al Ministro BRUNETTA,
    che condivido l’iniziativa ma che in pratica, con la classe dirigenziale a servizio della P.A. tutti i suoi sforzi saranno inutili.
    Infatti, i Dirigenti, non sono in grado di esprimere nessuna professionalità e di conseguenza non possiedono l’obiettività di valutazione nel comprendere l’operato di lavoratori nel Comparto della P.A., preparati professionalmente e vocati al servizio dei cittadini.
    Per questo motivo chiedo al Ministro Brunetta, di adottare un provvedimento legislativo con il quale attribuisce alle “ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA DEI DIRITTI DEI CITTADINI CONSUMATORI UTENTI” l’opportunità di poter raccogliere e conseguentemente segnalare, regione per regione, le disfunzioni della P.A. e dei suoi Dirigenti e personale vario.
    Sono certo che questa mia proposta possa trovare accoglimento pratico.

  59. roberto said

    grande ministro, faccia dei controlli anche nei comuni piccoli
    perche’ ancora fanno i cavoli propri.non si fermi perche’ sono dei veri fannulloni( al 90%)

  60. FRANCO said

    recentemente il Parlamento ha votato all’UNANIMITA’ e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135, 00 al mese.

    Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

    STIPENDIO Euro 19.150, 00 AL MESE

    STIPENDIO BASE circa Euro 9.980, 00 al mese

    PORTABORSE circa Euro 4.030, 00 al mese (generalmente parente o familiare)

    RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900, 00 al mese

    INDENNITA’ DI CARICA (da Euro 335, 00 circa a Euro 6.455, 00)

    TUTTI ESENTASSE

    +

    TELEFONO CELLULARE gratis

    TESSERA DEL CINEMA gratis

    TESSERA TEATRO gratis

    TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis

    FRANCOBOLLI gratis

    VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

    CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

    PISCINE E PALESTRE gratis

    FS gratis

    AEREO DI STATO gratis

    AMBASCIATE gratis

    CLINICHE gratis

    ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

    ASSICURAZIONE MORTE gratis

    AUTO BLU CON AUTISTA gratis

    RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000, 00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi ( per ora!)

    Circa Euro 103.000, 00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l’auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

    La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

    La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215, 00 al MINUTO !

    Far circolare…si sta promovendo un referendum per l’ abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari… queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani…

    PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA NON RESTIAMO A GUARDARE

  61. daniele said

    che dire…….
    finalmente un raggio di sole e speranza per un miglioramento del servizio pubblico.
    Forza Brunetta e avanti così!!

  62. gianni said

    ritengo che la proposta del ministro Brunetta per l’installazione dei tornelli anche negli uffici giudiziari non debnba essere considerata “provocatoria” ma al contrario una attivita’ dovuta per una migliore trasparenza del funzionamento nelle attivita che si esplicano nei tribunali.

  63. Daniela Scaletta said

    Caro ministro, sono un dipendente dello stato a cui non piace essere definito fannullone se è costretto ad assentarsi per motivi di salute. Ma la cosa che proprio non riesco a mandar giù è la seguente: soffro di asma da quando ero adolescente, a causa dell’asma ho dovuto cambiare abitazione per avere condizioni ambientali più favorevoli alla mia salute. Da circa sei mesi nel comune di Misilmeri (PA) in cui vivo, la raccolta dei rifiuti è diventata un optional e dalle montagne di rifiuti che si accumulano le esalazioni tossiche arrivano alle stelle. Ho chiesto infinite volte agli organi competenti lo spostamento dei cassonetti che si trovano a pochi metri da casa mia, innanzitutto per i miei problemi di salute, ma ho trovato solo un muro di gomma. Alcune settimane fa l’intero condominio si è rivolto ad un avvocato per cercare di avere almeno una risposta ed io ho allegato una certificazione medica specialistica che attesta quanto sia dannosa per me questa situazione. A tutt’oggi, da una intera settimana i rifiuti marciscono sotto il nostro naso, per questo motivo io ho avuto una crisi di asma e sono stata costretta a chiedere un giorno di malattia per il quale avrò una decurtazione sullo stipendio. Non mi importa quanto mi verrà detratto, quello che considero inaccettabile è che devo risarcire le istituzioni per un danno che le istituzioni mi hanno provocato.

  64. FRANCESCO said

    CARO MINISTRO SONO UN AGENTE DI COMMERCIO DAL 1983 SUBISCO UNA TRUFFA FACCIO DENUNCIA ALLA GUARDIA DI FINANZA E VIENE SMARRITA, RICEVO PER ERRORE DALLA SERIT SICILIA UNA NOTIFICA DI BEN OLTRE € 6.600,00 PER UN ERRORE DALL’UFFICIO DELLE ENTRATE RIESCO AD AVERE LO SGRAVIO MA ALLA SERIT MI VIENE DETTO CHE LORO ASPETTANO LA COMUNICAZIONE DELL’UFICIO DELLE ENTRATE. NEL CONTEMPO RICEVO NOTIFICA DALL’IMPS PER IL PERIODO 1991, PORTO TUTTA LE RICEVUTE PAGATE E DOPO AVER FATTO UNA FILA DA STRESS AL DIPENDENTE DELL’IMPS NON IMPORTA VEDERE LE RICEUTE PAGATE ANZI SI ARRABBBIA DICENDOMI CHE SE NON SMETTO DI INSISTERE LUI SI DA IN MALATTIA.
    AIUTOOO. IO EMIGRO SCAPPO DALL’ITALIA
    SALUTI.

  65. giovanna said

    ho 55 anni. sono insegnante con oltre 30 anni di anzianità. non ho altre entrate se non il mio stipendio. godo di discreta salute:l’ultima malattia “seria” risale all’a.s.1991-92. nei successivi 15 anni ho fruito in tutto di una decina di giorni di assenza per motivi di salute. ad inizio 2008 ho qualche problema: mi sottopongo a visite specialistiche per arrivare alla diagnosi: nulla di grave, ma è opportuno che mi operi. sono messa in lista di attesa, mi chiamano a metà ottobre: intervento in day-hospital, poi convalescenza per 12 giorni. la mia temporanea inabilità al lavoro è certificata dal foglio di dimissioni, dal medico di base e dal medico fiscale; sono completamente dipendente da una vicina di casa per le piccole incombenze (nella mia “ora d’aria”, dalle 13 alle 14, farmacie e negozi della zona sono chiusi); per la brevità dell’assenza a scuola non sono sostituita con un supplente (quindi l’Amministrazione non ha dovuto sostenere oneri aggiuntivi). a mio carico è rimasto il costo delle visite specialistiche, dei ticket su esami e medicine, dei farmaci non mutuabili, di un regalo per sdebitarmi con la preziosa vicina per i suoi essenziali servizi e mi troverò anche una trattenuta di quasi 60 euro sullo stipendio……Ammalarsi è un lusso per tutti, per un dipendente pubblico lo è un po’ di più!

  66. STRONG said

    SONO RIMASTO DI STUCCO NEL LEGGERE LA N.60 DEL 22-10-08 DI FRANCO.
    BISOGNEREBBE DIVULGARLA SU TUTTI I MEDIA!(ma i sindacati non potrebbero dire la sua? invece di ….)

    OK,.. ALTRO COMMENTO,(molto tabù, tabù, tabù perchè, in questo caso, ma cè ne sono molti altri, riguarda la forza pubblica in generale)
    SENTO SPESSO CHE SI LAMENTANO CHE NON POSSONO ESSERE “PRESENTI”
    (ecc.ecc.)PERCHE SONO “SOTTORGANICO”?! ALLORA MI DOMANDO:
    COME FACEVANO ANNI FA’ AD’ ESSERE IN OGNI LUOGO PUR ESSENDO
    QUATTRO GATTI? QUALCUNO SI RICORDERA’ CHE QUANDO CHIEDEVA DI UNA VIA A UN PASSANTE TI RISPONDEVA: “NON SO,MA CHIEDILO AL VIGILE”
    PERCHE’ ERANO IN OGNI LUOGO GIORNO E NOTTE, A VOLTE IN DUE OGNI INCROCIO.ERANO UN’ OSSESSIONE PER CHI USAVA BICI, MOTORINI,ECC.
    RICORDO NEI PARCHI PUBBLICI LE FUGE CHE FACEVO CON LA MIA FIDANZATINA PERCHE’ AVENDOCI SCAMBIATO UN BACINO ERAVAMO INSEGUITI
    DA UN VIGILE IN BICI CHE CI VOLEVA MULTARE. MA COME FACEVANO PUR
    ESSENDO ALLORA VERAMENTE “SOTTOGANICO” E MAL PAGATI. FORSE ERANO DROIDI REPLICATI!!

  67. claudia said

    Gentile Ministro,
    finalmente delle azioni pratiche di impatto e efficaci, per cui saranno colpiti solo coloro che si sono approfittati della funzione pubblica fino ad oggi. Sicuramente non si stanno lamentando coloro che fino ad ora hanno Lavorato nel rispeto delle regole e delle leggi. Rimango dell’idea che però ancora non basti. Ci sono un sacco di cose ancora da sistemare nella pubblica amministrazione. Ad esempio i CONCORSI pubblici. In questi giorni ho partecipato ad un concorso pubblico per titoli ed esami e su 50 persone (poche eh?)se e sono presentate 20. Gli ammessi alla seconda prova del concorso sono stati però solo 4, di cui i primi 3 già lavorano nell’ufficio in cui il posto è messo a bando, inoltre i primi 3 hanno ottenuto un punteggio piuttosto elevato, la quarta è passata alla seconda prova con il minimo del punteggio. Non so, ma io ho dei dubbi sul rispetto delle pari opportunità, dubbi per cui chiederò chiarimenti, ma mi chiedo anche: è possibile che un’amministrazione organizzi un concorso per mettere in graduatoria solo 3 o 4 persone? Nel caso il prossimo anno si liberino dei posti dovranno fare un altro concorso..lo faranno ad hoc come in questo caso? Penso che chiederò indietro i soldi dell’iscrizione. Delusa dalle istituzioni della mia provincia.

  68. Sergio Nardelli Taranto said

    E ancora oggi ascolto in Tv i giudici che si lamentano xkè son pochi a gestire le tante udienze che hanno.
    -80.000 sono gli Italiani carcerati ogni anno ingiustamente, che chiedono risarcimento danni allo Stato.( Fonte Eurispes )
    -26.880 sono i papàseparati che hanno subito false accuse,1/3 dei quali sono stati anche in carcere. ( Fonte Ge.Se,F.)
    -2.000 sono i papàseparati che si suicidano ogni anno. ( Fonte U.E. )
    E chisà quanto altro lavoro inutile creato ad arte,c’è in Italia!

    Non le pare caro ministro Brunetta che oltre a controllare i giudici che non lavorano,bisognerebbe eliminare il lavoro inutile?
    Così magari i giudici avrebbero più tempo per non far decorrere i termini ai criminali delinquenti!

    Ma chisà!!?…Forse i delinquenti,non sono quelli che stanno nelle carceri!

  69. Graziana said

    Carissimo e meschino brunetta

    Non so che cosa vorrebbe fare kon la legge di noi precari che ci ripensa fino a luglio del 2009
    vorrei sapere se noi avremo un futuro noi precari o lei ci mandera tutti a casa lasciandoci in mezzo alla strada in cui ci sono persone ke anno il mutuo di casa da pagare o bollette o tasse ke noi paghiamo a voi politici, in cui io sapendo ke le vostre intenzioni politici parlate solamente dei vostri guadagni mensili di aumentando solo 1.150.00 euro al mese inoltre kome monzione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali

    stipendio euro 19.150.00 al mese
    stipendio base circa euro 9.980.00 al mese
    portaborse circa euro 4.030.00 al mese (generalmente parente o familiare riborso spese affitto circa 2.900.00 euro al mese
    in cui avete tutto le rimborse di essente di tasse
    piu
    telefono cellulare gratis
    tessera del cinema gratis
    tessera del autobus gratis francobolli gratis
    viaggio in aereo gratis
    circolazione autostrade gratis
    piscine e palestre gratis
    fs gratis
    aereo di stato gratis
    ambasciate gratis
    analisi cliniche gratis
    asicurazioni infortuni gratis
    assicurazione morte gratis
    autoblu con autista gratis
    ristorante gratis
    ( nel 1999 avete mangiato e bevuto gratis anzi pagando noi cittadini di euro 1.472.000.00
    inoltre voi politici intascate uno stipendio e avete diritto alla pensione dopo 35 mesi (3anni e un mese) in parlamento mentre obbligate a noi cittadini italiani a 35 anni di contributi(per ora )
    IN CUI VOI TUTTI CLASSE POLITICA AVETE CAUSATO PER TUTTI L’ITALIA UN DANNO DI 1 MILIARDO E 255MILIONI DI EURO

    In cui a noi ci mancheranno nelle nostre tasce di cittadini italiani
    vorrei ke voi politici vi abbasate i vostri stipendi ed aiutate questa italia ke si potrebbe anche salvarsi nel mondo economico.

    e sapendo ke voi eliminando a tutti noi precari della sicilia ci mettete nei guai in cui gia anno formato una famiglia e mantendo kon una piccola miseria di euro 500.00 per poterci pagare affitto di casa o mutuo e dare da mangiare hai figli e pagare anche le tasse in cui voi non pagate per niente
    sarei molto gradita ke rispondiate a questa mia discusione volendo capire le vostre intenzioni

  70. ANTONIO said

    Apparire a tutti i costi, ovvero, proclamare verità e/o assurde menzogne.
    A partire dalla famosa affermazione che apostrofava gli elettori di centro sinistra come dei “coglioni”, passando per la Sua affermazione che i fannulloni sono per lo più a sinistra, si può ricordare anche che gli elettori di centro destra hanno, per gran parte di essi, un basso tasso d’istruzione (vale a dire è più semplice imbonirli), oppure che in larga maggioranza sono evasori fiscali, approfittano dei contributi statali per non restituirli più, ed ancora, ci sarebbe da ricordare, che la classe politica fagocita milioni di euro per insultare il popolo che non li ha eletti (vale per entrambi gli schieramenti), che non vede o peggio non vuol vedere la triste e quotidiana realtà, che ostenta il suo potere e non fa il suo dovere verso un popolo che non riesce ad alzare la testa.
    Molto altro avrei da scrivere ma rischierei di non essere letto, pertanto, pur ritenendo di essere, mio malgrado, stato in qualche modo malamente etichettato, prima di proporle qualche suggerimento mi presento : mi chiamo ANTONIO

    A questo punto le suggerisco l’eliminazione di uno spreco quotidiano che ricade sul contribuente indifeso. Lo stato versa in molti casi le indennità di accompagnamento per anziani o disabili che hanno giustamente la necessità di collaborazione per poter tirare avanti nella vita. Capita spesso, però, che l’anziano e/o il diversamente abile debba far ricorso al ricovero in strutture sanitarie, pertanto ogni cura, per periodi brevi o lunghi che siano, ricadono sul servizio sanitario nazionale, e qui nasce l’inghippo, durante il periodo di degenza presso la struttura pubblica e/o convenzionata, l’erogazione dell’indennità di accompagnamento continua ad essere erogata senza che però venga effettivamente prestato alcun servizio. Mi potrà rispondere che se l’indennità di accompagnamento viene erogata in favore di un soggetto che dedica parte del proprio tempo alla cura e all’assistenza dell’anziano, l’eliminazione della stessa per il periodo in cui il soggetto interessato è in regime di ricovero, lascerebbe in uno stato d’indigenza l’assistente. Ciò non credo, e mi corregga se sbaglio, l’indennità è poca cosa se presa singolarmente, pertanto è da ritenersi più un rimborso spese per colui che presta assistenza, la sospensione della stessa porterebbe ad un sospiro di sollievo per le CASSE DELLO STATO, se ciò vediamo in larga scala e non certo un gran danno al singolo collaboratore che spesso è un familiare dell’avente diritto.
    Ed ancora, secondo il mio modesto punto di vista, seppur lecito è colpire chi non adempie al proprio dovere, ancor più giusto e sicuramente più proficuo sarebbe colpire chi deve dirigere e controllare l’operato. Spesso i carichi di lavoro non sono distribuiti a dovere e non per mole dello stesso ma per sbagliata allocazione delle forze lavoro. Vedere il posto di un Amministrativo occupato da un parasanitario “Infermiere Professionale” di sicuro non è giusto, tantomeno se quest’ultimo continua a percepire indennità consone alla sua categoria professionale non svolgendo il lavoro per il quale è stato assunto.
    Quanto all’infermiere che occupa il posto dell’amministrativo, come anzidetto va punito chi deve dirigere e lo fa in malo modo, sprecando risorse e denaro dello Stato.
    Come vede è un cane che si morde la coda. Punire il dipendente “fannullone” per le assenze per malattia, facendo di tutte le erbe un solo fascio, riduce le anzidette assenze, ma la produzione sicuramente non è all’altezza della presenza. Mi spiego se LEI punisce con la detrazione economica il dipendente che si assenta per malattia, ma non punisce il medico che compiacente attesta la falsa patologia, costringe chi realmente si ammala a presenziare sul luogo di lavoro per non vedersi decurtare somme che magari in una famiglia monoreddito sono vitali, ma al tempo stesso, quella forza lavoro non le produrrà nulla.
    Al di la dei proclami e del presenzialismo, il popolo italiano, fannullone o meno, vuol vedere una burocrazia funzionante ed una classe politica attenta non al proprio portafoglio, ma agli interessi economici di tutti con l’eliminazione degli sprechi; e può esser sicuro che al di la del colore politico, in fase di scelta, con un sistema elettorale diverso, il POPOLO ben saprebbe scegliere.

  71. roberto said

    ministro ancora e’ poco quello che ha fatto. faccia fare controlli piu’ diretti dai dirigenti(anche loro devono pagare)
    verso chi rimane seduto in una scrivania a leggere il giornale.

    sei un grande

    roberto

  72. annamaria said

    Compimenti e pseriamo bene. Non ci voleva tanto, il ministro Brunetta è diventato famoso per aver fatto cio che semplicemente andava fatto come in una qualsiasi industria ben organizzata che si rispetti. Ma lui l’ha fatto tutto qui!!!, L’ha voluto fare.ù
    Bene pero non deve chiudere gli occhi poi per certe cose, per esempio non si puio c hiudere gli occhi qui in Liguria solo perche è il feudo rosso e di scajola!. eh no ministro. Ora per avere una asacrosanta giustizia noi o melguio una donna sua impieata bravissima con le p…, laureata avvocato anni fedele , con il miglior ufficio gestito bene e per organizzaz e gli altri non volgiono che si acosi perche troppo perfetto e ordinato efficente ecc come piace a lei Ministro, è buggerat, la capa, con un mazzo cosi di lavoro e studio sulle spalle non va VANTI NELLA SUA CARRIERA CHE LE SPETTA DI DIRITTO. lIELO DICE UNA EX CONSIGLIERA PROVINCIALE DI GENOVA ELETTA CON DI PIETRO E FUGGITA DA LORO DI CORSA, ED ENTRATA NEL GRUPPO MISTO PER 4 ANNI, POI ALLE ELEZIONI,K PRIMA DI PSAPERE CHI VINCESSE, SON USCITA ED ENTRATA NEL CENTRO DESTRA A RESIRARE ARIA PULITA, O PIU OSSIGENATA!!!! COSI NESSUNO HA POTUTO DIRE IOPPORTUNISTA E SON FELICE DI STAR QUI DA ALLORA E HO RICEVUTO SOLO INSULTI E DELLA SCEMA. MINISTRO NELLA CAMERA DI COMMERCI DI GENOVA E CHIAVARI IN PARTICOLARE CI VOGLIANMO GUARDAR DENTRO. ANCHE SE è FEUDO DI SCAGLIOLA?! ALTRIMENTI LA BUGNA BISOGNERA FARLA USCIRE ORMAI TROPPA INGIUSTIZIA DA ANNI!! E SILENZI E ANCGHERIA SUBITE. BASTA NON SE NE PUO PIU , AIUTO MINISTRO AIUTO

  73. Vito said

    Carissimo Ministro Brunetta,

    sono un italiano emigrato da ben 37 anni in Francia, dopo i miei studi e visto le poche possibilità di un inserimento nella vita sociale del mio paese emigrai; guardi che non rimpiango niente, sono partito avevo 50.000 lire e il biglietto ferroviario oggi ho un capitale che stimo sui 500.000 €uro; sposato da ben 35 anni 5 figli e 3 bei nipotini.
    Lei mi ha fatto acquistare nuovamente il credere che i miei nipotini avranno una vita diversa di quella che ho avuto io e qualcosa grazie ad uomini come lei sta cambiando; la strada é ancora lunga spero che ci sarà un seguito positivo.

    Ricordo un proverbio:
    “Al pescatore che ha fame non dare il pesce ma la rete per pescarlo”

    Un distinto saluto e un augurio di Buone Feste Natalizie.

  74. Antonella said

    Caro Ministro,le proporrei di toccare con mano una realta’degli statali anomali..precari da una vita e tali rimarranno,perche’ l’ente non ha i soldi per rendere attuativa l’assunzione a tempo indeterminato..Venga a vivere per qualche giorno con noi precari di croce rossa..con il nostro stipendio..con il nostro lavoro che diventa la nostra vita.. le nostre lacrime di gioia quando “ci dobbiamo arrangiare”,perche’ l’ambulanza con medico e I.P.non arriva perche’ il territorio da coprire e’ tanto, e si arriva “tutti vivi” in ospedale..venga con noi..che non siamo considerati PROFESSIONISTI dallo Stato,ma di fatto lo siamo,perche’ abbiamo frequentato dei corsi(E alcuni di noi li tengono anche)e lavoriamo tutti i giorni in ambulanza,lasciando fuori i pensieri,i nostri problemi,per non scaricarli su chi andiamo a soccorrere..quanti sorrisi ricevuti,quante strette di mano,ma io non ci pago l’affitto,la mensa dei miei due figli,il cibo per tirare a campare..il mio sorriso e’ stampato..amo il mio lavoro..ma il mio cervello e’ saturo di brutte sensazioni..e’ saturo di problemi altrui irrisolvibili..il mio cuore e’ stanco..ed io piango di fronte al televisore guardando un’attrice che porta in scena la mia disperazione..e di mezza Italia..Tra non molto saro’ costretta a lasciare il lavoro che tanto amavo..con 55km all’andata e 55 al ritorno..tra un po’dovro’ fare un prestito per venire a lavorare..L’Italia perde dei Professionisti a costo zero;persone formatesi sulla loro pelle e che tanto danno ogni giorno..per 1000 euro al mese non credo piu’ di riuscire ad essere un’idealista..Venga Ministro e le spieghero’ la realta’dei precari della Croce Rossa Italiana..sulla nostra pelle,tutti i giorni..Natale e qualunque altra Festivita’.Si ricordi che smesse le ore lavorative andiamo ancora a fare ore di volontariato nella nostra sede..noi ci crediamo o ci credevamo..siamo una parte importante della SANITA? ITALIANA,ci pensi,quasi a costo zero..Buone feste.A.L.

  75. Vis said

    Caro Sig. Ministro,poter commentare tutto Quello che succede nel nostro bel paese è pressochè impossibile,ma voglio solamente fare delle considerazioni, che in un certo senso mi riguardano personalmente: é mai possibile che si possa ripristinare una condizione di grande motivazione per ipubblici dipendenti ,Quando ancora vige il più sfrenato senso del clientelismo, a cui il pubblico dipendente onesto si immbatte costantemente ,vedendosi violare i propri diritti.Nella fattispecie il sottoscritto da otto anni che chiede il trasferiento per mobilità volontaria in destinazione ASL n°1 di Agrigento Tutto questo gli viene negato poichè all’interno della stessa ASL n°1 di Agrigento ci sono degli interessi di gente che ha laureato i propri figli o parenti più prossimi facendo il possibile di conservare ilm posto fin tanto che isummenzionati interessati aqcuisiscano i titoliper poter essere favoriti in questo contesto clienterale creando una rete di interessi che restano all’interno della stessa ASL DISATTENDENTO IDIRITTIdi chi ha basato tutto sul suo impegno professionale e lavorativo allontanandolo da quelli che sono i giusti canali dell’impegno, del sacrificio ,della reale crescita professionale

  76. Rosa said

    Sig.Ministro,sono un infermiera dipendente dell’U.L.S.S.n.16 da anni che con maternità,malattie il nostro reparto è senza personale,sopratutto quest’anno c’è stato un notevole aumento di malattie.Secondo me non ha risolto nulla con la lotta ai fannulloni.Quelli,resteranno per sempre e in più l’ufficio addetto per garantirci il personale (per la turnazione per le ferie o per le malattie) non fa nulla per risolvere la carenza.Sono mesi ormai che noi turnisti di reparto non possiamo prenderci un giorno di ferie perchè manca il personale infermieristico, cosi ci neghiamo alla nostra famiglia poi dobbiamo dare retta alle parole del Papa “che la famiglia è importante”
    Grazie per non aver risolto nulla.

  77. lanfranco olmo said

    sono 9 mesi che mia suocera aspetta l’assegno di sostentamento dall’inps nel frattempo la sto mantenendo io con lo stipendio da impiegato in hotel vorrei sapere i famosi fannulloni sono solo i ministeriai o anche quelli di altri uffici publici. Sicuramente un politico o chi ha di queste conoscenza non avrebbe avuto questi problemi ma noi comuni mortali dobbiamo aspettare la grazia per quei quattro soldi

  78. Antonio da Potenza said

    Buona sera Sig. Ministro Brunetta.
    Le voglio mettere una pulce nell’orecchio.Ho sempre pensato di licenziare tutti i dipendenti pubblici e contestualmente assumerli come interinali e/o a tempo determinato, sempre se si possa fare.
    Ma io comincerei dall’alto a licenziare.

  79. Signorile Cosimo said

    Leggendo la biografia su internet del ministro Brunetta ho capito perchè chiama gli altri fannulloni,purtroppo devo dirgli che se lui è un patito del lavoro non può chiedere agli altri di esserlo, considerato,anche,che non c’è rapporto economico tra le parti.Sono un ex dipendente delo stato attualmente in pensione ho visto tanti suoi predecessori all’opera ma mai così accaniti.Consentitemi di esprimere un piccolo pensiero senza offesa per quei lavoratori che citerò “quando parla di pubblici dipendenti si riferisce a quel personale in livrea con il nastrino tricolore sul petto che aiutano i siggggnori deputati a sedersi in quanto stanchi di essersi levati dal letto” quelli si che possono andare in pensione a 80 anni,inoltre a quelle persone che si esprimono in modo favorevole alle iniziative di innalzamento dell’età pensionistica dico che farebbero bene a guardarsi in casa perchè se hanno dei figli li dovranno mantenere anche dopo il loro pensionamento e se non hanno avuto il piacere di averne pensassero agli altri.Cosimo Brindisi

  80. Antonio da Potenza said

    Centilissimo Ministro prof. Brunetta
    Voglio chiedergli sempre se Lei é così cortese da leggere queste riga, facendogli alcune domande:
    Perché sulla Pensione degli Italiani c’é una trattenuta forzata che viene descritta, trattenuta EX ONPI = € 0,001.
    Se é vero che la ONPI e da circa 40 anni che non esiste, ancora oggi l’I:N:P:S: ha mandato di trattenuta, per poi dare questi denari a chi, allo stato! alle regioni! a chi.
    Mettendo due conti sul tavolo alla femminile il danno é molto per gli Italiani.
    I pensionati i Italia (ad esempio) sono circa 3 milioni costretti a contribuire ad € 0,001×3 milioni= a € 30.000,00 al mese per 13 mesi l’anno = € 390.000,00.
    Che fine fanno? E perché siamo costretti a pagare questa quota poco chiara?
    Ringrazziando anticipatamente saluto con Cordialità

    Antonio da POTENZA

  81. Antonio da Potenza said

    Centilissimo Ministro prof. Brunetta
    Voglio chiederLE sempre se Lei é così cortese da leggere queste riga, facendoLE alcune domande:
    Perché sulla Pensione degli Italiani c’é una trattenuta forzata che viene descritta, trattenuta EX ONPI = € 0,001.
    Se é vero che la ONPI e da circa 40 anni che non esiste, ancora oggi l’I:N:P:S: ha mandato di trattenuta, per poi dare questi denari a chi, allo stato! alle regioni! a chi.
    Mettendo due conti sul tavolo alla femminile il danno é molto per gli Italiani.
    I pensionati i Italia (ad esempio) sono circa 3 milioni costretti a contribuire ad € 0,001×3 milioni= a € 30.000,00 al mese per 13 mesi l’anno = € 390.000,00.
    Che fine fanno? E perché siamo costretti a pagare questa quota poco chiara?
    Ringrazziando anticipatamente saluto con Cordialità

    Antonio da POTENZA

  82. doris said

    FRANCO detto
    Ottobre 22, 2008 a 1:27 pm
    recentemente il Parlamento ha votato all’UNANIMITA’ e senza astenuti (ma và?!) un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa ¬ 1.135, 00 al mese.

    Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

    STIPENDIO Euro 19.150, 00 AL MESE

    STIPENDIO BASE circa Euro 9.980, 00 al mese

    PORTABORSE circa Euro 4.030, 00 al mese (generalmente parente o familiare)

    RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900, 00 al mese

    INDENNITA’ DI CARICA (da Euro 335, 00 circa a Euro 6.455, 00)

    TUTTI ESENTASSE

    +

    TELEFONO CELLULARE gratis

    TESSERA DEL CINEMA gratis

    TESSERA TEATRO gratis

    TESSERA AUTOBUS – METROPOLITANA gratis

    FRANCOBOLLI gratis

    VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis

    CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis

    PISCINE E PALESTRE gratis

    FS gratis

    AEREO DI STATO gratis

    AMBASCIATE gratis

    CLINICHE gratis

    ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis

    ASSICURAZIONE MORTE gratis

    AUTO BLU CON AUTISTA gratis

    RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000, 00). Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi ( per ora!)

    Circa Euro 103.000, 00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l’auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

    La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.

    La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215, 00 al MINUTO !

    Far circolare…si sta promovendo un referendum per l’ abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari… queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani…

    PER FAVORE CONTINUATE LA CATENA NON RESTIAMO A GUARDARE

  83. woman660 said

    Il lavoro nobilita l’uomo… si diceva prima dell’avvento del ministro Brunetta.

    Dopo aver terminato gli studi superiori… viste le esigenze familiari e personali… è iniziata la mia lunga e travagliata avventura lavorativa.

    La mia prima esperienza lavorativa è stata con i bambini… e mai inizio fu così dolce… come insegnante non di ruolo nelle scuole materne ed elementari.

    Dopo due-tre anni ecco sopraggiungere la grande trasformazione della scuola con la frammentazione del sapere nelle primarie e l’addio al caro ed amato maestro unico.

    Tanti insegnanti coinvolti nell’educazione del bambino-fanciullo ma anche tante carenze nell’apprendimento.

    E’ un dato di fatto che un anziano della scuola del maestro unico ricordi lucidamente un pò di tutto del suo bagaglio culturale… ma un giovane della scuola dei 3-4 insegnanti si perda già sulla tabellina del tre hahaha.

    Comunque con l’introduzione dei tre-quattro insegnanti e il relativo assorbimento di personale docente precario, mi ritrovai catapultata alla ricerca di nuove spiagge lavorative.

    Vista l’informatizzazione crescente in ogni ambiente di lavoro, mi specializzai con relativi corsi sulla materia ed iniziai a lavorare come trimestrale nei vari uffici periferici dell’amministrazione giudiziaria.

    Giustamente per i precari di allora giunse il grande concorso che li regolarizzò ed io mi ritrovai nuovamente spiazzata.

    Con tanta dose di ottimismo, partecipai a selezioni varie, finchè giunse un contratto di lavoro di ben 18 mesi nel ministero dei beni culturali.

    Speravo come era accaduto per i miei colleghi precedenti, vista anche la carenza di personale esistente, di essere assorbita alla scadenza del famigerato contratto, ma per ironia della sorte a me accadde invece il classico licenziamento.

    Armata stavolta solo di tanta pazienza, tentai altre strade lavorative… fino a divenire un precario dell’amministrazione dell’industria.

    Nelle legislazioni precedenti si era tutelato questo tipo di lavoratore consentendogli dopo un certo iter di essere assorbito… ma era molto prima del ministro Brunetta, flagello d’Italia.

    Poteva EGLI uguagliare i suoi predecessori? No di certo… assurdità sperarci!

    Anzi con una normativa ad hoc ha sottolineato che il precariato va debellato con il “non rinnovo” dei contratti in essere, ma udite udite… facendo una esplicita distinzione tra le varie forme di precariato.

    Il “non rinnovo dei contratti” interessa solo i precari del tempo determinato di selezioni pubbliche… non i precari interinali convocati nominativamente dall’ente tramite le agenzie di somministrazione lavoro.

    E ai precari del tempo determinato di selezioni pubbliche ha escluso anche la possibilità di essere utilizzati come interinali imponendo il limite temporale di 3 anni di lavoro negli ultimi 5 anni.

    IRONIA DELLA SORTE

    Certo che il ministro Brunetta con questo decreto divenuto legge e poi modificato all’occorrenza… ma guarda un pò… per gli interinali a novembre 2008 (ha dato dimostrazione di sostenere a pieno titolo il lavoro frutto dell’ingegno e dell’impegno di un essere umano e non di voci di corridoio e di favoritismi.)

    Grazie ministro Brunetta!

  84. MINISTRO BRUNETTA VORREI UN CONSIGLIO,SONO UN GESTORE DI UN LIDO IN QUESTI ANNI HO INCONTRATO CENTINAIA DI FANNULONI TRA COMUNE è REGIONE.LOTTANDO SONO RIUSCITO AD AVERE IN 20 ANNI QUALCHE AUTORIZZAZIONE,ADESSO SI RISCHIA DI PERDERE TUTTO IL LAVORO SVOLTO IN QUESTI ANNI,PERCHè IL COM UNE ,DOPO 20 ANNI SIE RCORDATO CHE NON ABBIAMO IL PIANO SPIAGGIA,AVEVONO PROMESSO DI FARLO IN BREVE TEMPO MA SIAMO FERMI DA 4 ANNI .INPOSSIBILE PRESENTARE QUALSIASI PROGGETTO DI INVETIMENTO LA CRISI E SPAVENTOSA E RISCHIAMO DI NON POTER ASSUMERE IL PERSONALE PER MANCANZA DI STRUTURE ADEQUATE . GRAZIE

  85. nesta gianni said

    signor ministro brunetta controlli i diplomi falsi o comprati, e gli invalidi falsi , con certificati falsi per la cervicale, per l’ernia ecc…

  86. Antonio said

    Potenza 14/02/2009

    -CarissimoMinistro prof. BRUNETTA, vorrei capire bene la corsa alla candidatura per le EUROPEI.
    -Forse qualcosa sono riuscito a pensarla:
    -Alla nomina del soggetto eletto scatta subito lo stipendio da € 35.000,00 + le commissioni, + le spese varie ;Viaggi,albeghi,ristoranti,ecc,ecc. Perché leletto deve prendere tutti questi soldi e benefici?.
    Dove é scritto, chi é quel bravo signore che si é inventato tutti i benefici e aumenti di stipendi esagerati. Come, noi siamo diversi da tutti voialtri nel mangiare, nel vestire, nel viaggiare,negli acquisti di vario tipo?.
    Non certo si é diversi visto che per vivere bene bastano € 2.000,00 al mese. Ha chi ha una carica ISTITUZIONALE, si può pagare uno stipendio del doppio mensile della media Italiana.Le spese, quelle per espletare il propio lavoro verranno pagate dal ufficio competente sé comandati. Nessuno deve inventarsi viaggi e vacanze a spese del contribuente.
    -Ancora ce tanto da dire, ma voi tutti siete informati di quello che succede. Fermate le spese inutili.

  87. Domenico 50 said

    Ministro Brunetta oggi mi è giunta dal Comune della mia città una lettera, dove mi si richiedono i dati catastali di casa e box da trasmettere all’Ufficio delle Entrate per la TARSU, con l’accortezza di informare che i dati in loro possesso non sono completi. Sono oltre ventanni che dopo aver fatto regolare dichiarazione ICI, casa regolarmente costruita con licenza edilizia, facente parte di un palazzo ho pagato regolarmente l’imposta. I dati sono anche presenti nelle relative dichiarazioni dei redditi, specie al famoso 740 e infine c’e’ il Catasto. Da sempre ho pagato tutti i servizi, compreso la Tarsu e per i mq esatti. Quindi mi fa pensare che il loro problema verso l’Ufficio delle Entrate, è stato scaricato sulle spalle dei cittadini. Non ci sono parole per esprimere la mia rabbia verso il funzionario furbacchione. Io so che nessun dato deve essere fornito alla Pubblica Amministrazione, quando loro ne siano già in possesso. Vorrei sapere se le lettere, sono state inviate anche a chi vive da anni, con tutti i servizi, nelle case costruite abusivamente. Forse è meglio vivere nel mio ambiente, come ho sempre fatto: non vedo, non sento e non parlo. Qualunque cosa che dirai sarà peggio per tè. Povera Italia.

  88. giacomo said

    vorrei segnalare i disguidi all’ospedale di esine provincia di brescia reparto maternita, le pazienti che hanno appena partorito con flebo e bambini in braccio impossibilitate a chiamare con il campanello sono costrette a chiedere aiuto alla vicina letto di suonare, per giunta per niente perchè le infermiere non vengono a vedere cosa serve.Dimettono i bimbi con l’ittero per poi farli rientrare dopo poche ore e sottoporli alle cure necessarie.
    Vorrei segnalare anche i bidelli delle scuole medie di cedegolo provincia di brescia che durante il lavoro vanno a fare la spesa

  89. vincenzo colangelo said

    Bravo ministro Brunetta e complimenti.
    Però occorre fare ancora molto.
    Vorrei fare una segnalazione, sperando serva a qualcosa.
    L’ufficio INPS di Pomezia è uno degli uffici pubblici peggiori di tutta Italia: Al telefono non risponde mai a qualsiasi ora del giornO (RISPONDE LA SEGRETERIA: LE LINEE SONO ATTUALMENTE OCCUPATE).
    SPERO POSSA FARE QUALCOSA

  90. Pasquale said

    Bravo ministro, faccia fare uno squillo all’inpdap di Cosenza.Se qualcuno,per caso,risponde e si chiede di parlare con un ufficio hai chiuso stai ore al telefono e non risponde nessuno.Se vai personalmente può succedere che vai in un giorno sbagliato(perchè non hai l’informazione), trovi la porta chiusa se arrivi con un minuto di ritardo.Se arrivi in tempo succede che la persona con cui devi parlare non c’è o è uscito magari per andare a far la spesa.Insomma per avere una spiegazione devi fare km di viaggio(essendo l’unico sportello in tutta la provincia) e magari tornare indietro senza aver risolto e mortificato per l’arroganza con cui ti trattano ecc…ecc…

  91. franco garbero said

    Premetto che ammiro quanto ha fatto per i fannulloni che si nascondono dietro al mutua, ma dovrebbe estendere i controlli severi nel pubblico privato e anche nel privato e penalizzando anche i Dottori che autorizzano false mutue, tenga presente che io sono un lavoratore dipendente.
    Sono disponibile a collaborare con lei per proporre amulcune formule per inchiodare i troppi fonnulloni.
    Cordialità Franco Garbero

  92. Paolo R. said

    congratulazioni Ministro: continui senza mai mollare.
    Vorrei porle qualche domanda:
    * come possiamo sapere quali sono i parlamentari presenti in aula , quante ore di lavoro fanno ?
    * quante ore di presenza fanno i giudici in tribunale ? quante altre attività fanno i giudici e gli altri ministri oltre al loro impiego ?
    Mi aspetto di leggere una sua risposta.
    Ancora congratulazioni e buon lavoro.
    Paolo R.

  93. gianni said

    caro ministro sono un cittadino napoletano che cerca di conportarsi in maniera eseplare.ma qando vedo delle cose come: vigili urbani napoletani che non fanno niente mi viene voglia di ammazzarli.come mai stanno senpre in 5o6 in un solo posto con le mani in tasca e davanti a loro si commettono infrazioni di tutti i tipi e loro senpre li a vegetare? come si puo’regalare uno stipendio a persone che lo dovrebbero guadagnare? la invitìo a mandare un’ispettore con telecamera e poi vedra’ che li dovra’ licensiare tutti.spero che voi leggiate questo mio invito,e spero in una sua risposta positiva.

  94. assunta said

    Caro ministro mi congratulo con lei per l’impegno che mette per la lotta contro i fannulloni del pubblico impiego,mi rendo conto però che la battaglia sia persa in partenza fin quando ci saranno dirigenti,responsabili di servizio e personale,politici compiacenti,etc etc. sono un dipendente della pubblica amministrazione e ne ho viste tante di queste battaglie ma mai nessuna vinta potrei citarle una marei di fannulloni nel mio comune

  95. assunta said

    Caro ministro mi congratulo con lei per l’impegno che mette per la lotta contro i fannulloni del pubblico impiego,mi rendo conto però che la battaglia sia persa in partenza fin quando ci saranno dirigenti,responsabili di servizio e personale,politici compiacenti,etc etc. sono un dipendente della pubblica amministrazione e ne ho viste tante di queste battaglie ma mai nessuna vinta potrei citarle una marei di fannulloni nel mio comune
    ma ho paura di ritorsioni.

    Porgo distinti saluti e un augurio per il suo lavoro

  96. ISABELLA POLOGNA said

    Buongiorno
    avrei necessita’ di segnalare una inefficienza del servizio pubblico ma non trovo l’indirizzo e-mail ! Se c’e’ perche’ non viene evidenziato ?
    saluti e grazie Isabella Pologna

  97. LUIGI said

    Caro ministro,
    Le scrivo con tanta disperazione perche’siamo al 5 di marzo e ancora devo ricevere i soldi della cassa integrazione ordinaria del mese di DICEMBRE.Mi mandano da un ufficio ad un altro spendendo soldi per la benzina e nessuno sa darmi una risposta tranne che il mio numero di pratica e’:03001710671 ufficio o fano o ancona. non so piu a chi rivolgermi.
    PERFAVORE MI AIUTI HO UN MUTUO DA PAGARE….E MI CHIEDO:quando mai prendero quelli di febbraio e di marzo?
    aspetto Sue risposte e aticipatamente La ringrazio

  98. monica said

    Ministro,
    lei e’ l’ultima spiaggia nel vero senso della parola,ho scritto al Prefetto,ho sollecitato la municipale,
    sono veramente delusa perche’ sono ben 4 anni che cerco nei modi piu’ appropriati di rendere la mia vita(ho una figlia di 5 anni) e quella dei miei dipendenti piu’ facile…,ma penso che saro’ costretta mio malgrado a dover chiudere,non c’e’ lavoro e per di piu’ nessuno ti ascolta per cercare di incentivarlo,le racconto a mia storia:
    sono titolare di un ristorante sito in Via dei Gigli d’Oro ( P.Navona) che è una strada isolata dal mondo…e dove vige il divieto di sosta su entrambe i lati della strada(SEGNALE CHE NON C’E’ PERCHE’ MI E’ STATO DETTO CHE NON CI SONO SOLDI E SOPRATTUTTO NON E’ RISPETTATO DA NESSUNO) e per accedere alla stessa le vetture , le moto , i furgoni e le carrozzelle romane passano tutte nella Zona Pedonale di Via dell’Orso.
    ALLORA MI DICO CHE SE E’ STRADA PEDONALE PERCHE’ NON CHIUDERLA DEFINITIVAMENTE…
    Questa strada è diventata molto pericolosa , ho già dovuto riparare il muro delle entrate al ristorante per ben 4 volte e ho le lampade esterne completamente distrutte .
    La cosa mi crea disturbo perché GIA’ NON CI SONO SOLDI E non conferisce proprio una bella facciata della mia attività commerciale . Soprattutto è PERICOLOSO , MOLTO PERICOLOSO .
    Il mio locale è frequentato da famiglie e da studenti , se un bambino esce dalla porta del ristorante e viene investito perché nella via non ci sono segnali e le macchine ci parcheggiano, molto probabilmente lo stesso subisce molti danni fisici .
    IL TUTTO PERCHE’LA POLIZIA MUNICIPALE NON INTERVIENE ANCHE AVENDOLI SOLLECITATI PIU’ DI UNA VOLTA.
    Ho richiesto l’intervento telefonicamente almeno 10 volte alla polizia municipale ed ho avuto sempre la solita risposta “ Ora Interverremo “ , a tutt’oggi non si è visto nessuno .
    Venerdì c’erano su Via Zanardelli e Via della Scrofa almeno 4 pattuglie della municipale alle quali ho chiesto , anche a 3 poliziotti municipali a piedi , di venire ad intervenire sulla via in questione e la risposta è stata “ Adesso non possiamo venire , passeremo più tardi “ e non si è visto nessuno .
    DOBBIAMO ASPETTARE CHE CI SCAPPI IL MORTO OD IL FERITO PRIMA CHE LA MUNICIPALE INTERVENGA per far rispettare il divieto di transito nella zona pedonale e il divieto di sosta in Via Dei Gigli d’Oro ?????
    PERCHE’ NON CERCARE DI ABBELLIRE ZONE FAMOSE E POI SI LAMENTANO DEI TAVOLI SELVAGGI?
    SA CHE GLI DICO CHE FANNO BENE PERCHE’ TANTO SE SI FANNO LE COSE REGOLARI NON SI OTTIENE NULLA,SE VUOI OTTENERE QUALCOSA DEVI PAGARE…E CHI NON C’E’ LA CHE FA’?
    COME PASSANO QUANDO DEVONO FARE LE MULTE…CI PORTANO ALL’ESASPERAZIONE E NESSUNO FA NIENTE…
    Ho fatto richiesta , presentando dal 2004 al 2008 numerose domande , per i tavoli esterni davanti al ristorante e per abbellire la via , E LO SA COSA MI E’ STATO DETTO CHE NON SI METTONO D’ACCORDO TRA MUNICIPALE E COMUNE…NESSUNO VUOLE RESPONSABILITA’ E ALLORA I GRANDI CAPI CHE CI SONO A FARE?
    GLIELO SPIEGO SUBITO IN DUE PAROLE:SE MANGIANO BENE SE NO ARRANGIATI

    Uno dei compiti delle forze dell’ordine è la sicurezza dei cittadini , ma al centro questo non succede .

    Sono a richiedere il vostro intervento per risolvere questi problemi perché ogni volta che vado al
    I° municipio trovo sempre ostacoli e nessuno che si preoccupi di questi problemi che sono legati e alla sicurezza e al commercio .Sono socia dell’associazione artigiani e commercianti di via dell’orso e altri commercianti come me hanno cercato di avere i permessi in maniera corretta ma nulla… stanno pensando di andare via dal centro perché è diventato difficile avere una attività in quella zona e nelle via limitrofe .
    SONO AMAREGGIATA E DELUSA…SCUSI LO SFOGO.

    In attesa di vostro urgente intervento e fiduciosa nel vostro operato , porgo i miei saluti Monica D’Apolito

  99. ROBERTO said

    buonasera ministro,
    le spiego la mia situazione:mi sono infortunato all’Alitalia a luglio e poi mi sono dovuto operare perche’ altrimenti i tendini della mia mano si sarebbero rotti…cosa che ho fatto mettendomi in infortunio presso l’INAIL,ho fatto le visite e arrivando al sodo siccome un medico dell’INAIL si e’ sbagliato io ancora tutto oggi non ho percepito stipendi,ne da Alitalia che nel frattempo ha fallito ne’ dall’Inail che si e’ rifiutata di pagare e a Gennaio mi ha scritto dicendomi che passava tutto all’INPS.
    Sono andato all’INPS E SA’ UNA COSA…NON HANNO RICEVUTO ANCORA NULLA DALL’INAIL E QUINDI LORO NON POSSONO FARE NULLA.
    MI E’ STATO PURE DETTO CHE SE ARRIVERA’ LA MIA SCHEDA BISOGNA VEDERE SE POI E’ COMPETENZA DELL’INPS SENO RITORNA ALL’INAIL.
    ADESSO MI DICE COME FACCIO IO A VIVERE CHE CAMPO DI STIPENDIO,HO UNA FIGLIA E UNA MOGLIE A CARICO E TUTTO QUESTO PER DEI FANNULLONI CHE NON FANNO NULLA TUTTO IL GIORNO?
    MI DICA COSA DEVO FARE
    GRAZIE
    ROBERTO

  100. Marianna said

    Carissimo ministro Brunetta,
    mi complimento con lei per il lavoro che sta svolgendo. Era ora, non se ne può più di vedere tantissimi fannulloni e ragazzi con capacità, forza e volontà di lavorare a spasso. Dovrei inviarle una segnalazione; mi può dire il sito in cui bisogna farla?
    Grazie mille e ancora COMPLIMENTI.

  101. caterina da caserta said

    caro ministro non sò se lei leggerà questo messaggio ma voglio ugualmente ringraziarla perchè finalmente c’è in ITALIA nel nostro bel paese una persona che non pensa soltanto al suo tornaconto economico ma al bene del paese e dei suoi dipendenti. L’altra sera o sentito il suo intervento a MATRIX e ho visto la sua faccia quando il presentatore si è recato al comune di ROMA per il cambio di residenza, purtroppo in molti uffici publici è così 1 lavora seriamente e sopratutto coscientemente e 10 rubano i soldi allo stato io ho 36 annni sono diplomata e faccio l’operatrice delle pulizie e non capisco nulla di politica ma penso che ha raggione quando dice che nel nostro paese c’è stata una BRUTTA POLITICA ma spero vivamente che lei continui per la sua strada e che non si faccia intimorire dalle difficoltà che incontrerà !!!!! FORZA!!!! un saluto affettuoso

  102. Giampiero said

    Egr. Ministro, apprezzo molto il suo operato,è una lotta che la fa diventare odiato da molti, alla fine sarà ricordato per parecchio tempo.
    La volevo informare, inoltre, di una categoria di lavoratori veramente indegna del nome che porta e per il lavoro e per la vita che conduce. Sto parlando dei medici della Guardia Medica (Continuità Assistenziale). In Calabria oltre ad essere considerati categoria inferiore sono trattati come tali da tutti, sia dal SSN che dalla gente comune. Un lavoro di tutto rispetto che ha solo obblighi e niente Diritti. Lavorano solo: di notte, nei giorni festivi (Natale, Capodanno, Epifania, Pasqua, Ferragosto, sabato e domenica) in delle postazioni squallide, prive di sicurezza e di assistenza per il sanitario. Una vita da cani che non gli offre ne giorni di ferie retribuite e ne giorni di “malattia” Meno che meno godono di un discreto stipendio da medico. Mentre i medici condotti percepiscono 3.000 euro al mese lavorando due ore di giorno, i medici di guardia lavorando 120 ore di notte, arrivano a percepire intorno a € 1.600. Un lavoro veramente usurante, che, purtroppo, nessun politico è riuscito a regolarizzare come un lavoro indispensabile e protetto. Un ultimo accenno lo voglio spendere per ricordare che una donna “medico” che svolge questa onorata professione e che le notti è sola in balia di malati, drogati, ubriachi ecc., quanto potrà resistere, come anni, a svolgere questo lavoro?

  103. Dommi said

    Esimio Ministro, sta svolgendo un ottimo lavoro, però non abbandoni i precari delle Forse Armate.Mi sono diplomato al liceo scientifico ho sempre amato la Patria, la divisa e l’operato delle FF.AA. appena diplomato ho svolto VFA per 18 mesi, poi ho svolto VFP1 per 24 mesi ora sto svolgendo VFP4, non sò se dopo i 4 anni riesco a entrare in VSP, dove nella mia caserma ci sono più comandanti che comandati, delle volte si appigliano su delle stupidaggine, perchè non hanno nient’altro da fare. Nell’incertezza volevo provare a fare dei concorsi in varie forze di polizia, ma guarda caso,non possono partecipare chi presta servizio nelle forze armate come VFP4,e non aver superato i 28 anni. Ma fra 4 anni se non passo in VSP, mi ritrovo in mezzo ad una strada, ho perso 4 anni anzi 7 anni.
    Mi auguro che come Ministro lascia un segno.

  104. Monika said

    Salve,
    Mi chiamo Monika. Sono una ragazza bulgara che vive da 18 anni in Italia. Sto provando a sposarmi e chiedo aiuto, perchè alla fine prima di preparare i documenti licenzieranno me e il mio futuro marito.
    Come già detto sono bulgara. La data del matrimonio in chiesa ( San Francesco di Assisi) e a mettà maggio. Ho già preso 3 mattine di ferie per andare a preparare i documenti in Comune di Bastia Umbra. Prima mi hanno chiesto il nulla osta del prete, poi nulla osta del governo bulgaro tradotta e legalizzata in Bulgaria con dei relativi timbri dell’Ambasciata italiana.Una volta pronto tutto mi chiedono di andare in Ambasciata Bulgara a Roma per ulteriori legalizzazioni e poi dopo in prefettura.
    Forse sono iniorante in materia, nonostante che in precedenza ho lavorato in Ambasciata Italiana a Sofia, ma credo che quando una volta otenuta nulla osta dal Comune di Sofia, tradotta e legalizzata anche dall’Ambasciata Italiana e tutto in regola, altrimenti il viaggio di nozze fa fatto tra relativi comuni, uffici e Ambasciate.
    Cerco qualcuno che mi può dare per una volta tutte le indicazioni
    per evitare di perdere l’occasione più bella della vità mia e del mio ragazzo.
    Grazie infinite.
    Monika

  105. dacci dentro, falli neri, ma rivolgi uno sguardo anche ai raccomandati, lavoro in ospedale e sono con contratto a termine (mi scade al 30 marzo 2009)ne vedo e sento di tutti i colori, ma chi ci rimette è sempre la persona onesta. Sono molto combattiva e non ho paura di denunciare ingiustizie, l’ho già fatto. Fai un giro nell’Asl TO5 (Chieri, Moncalieri,Carmagnola)e mi darai ragione. Un cordiale saluto da Daniela classe 1950

  106. Angelo said

    Bravissimo continui così, siamo stufi di subire angheria e prepotenze da persone che campano sui nostri soldi . Ad onor del vero ci sono anche fior di galantuomini (pochi)che si fanno in quattro per sopperire l’incapacità di molti.
    Ci dia un sito dove i cittadini, firmandosi, possano segnalare le disfunzioni e ne leggerà delle belle.
    In tutti i casi Bravo.

  107. Tiziano said

    Caro ministro Brunetta sono 10 anni che lavoro in Ospedale di Macerata ma come questi ultimi anni non si è caduti mai così in basso. Sono anni che lavoro al cup telefonico sistemato in un buncher al centro di una sala d’aspetto a rispondere e prendere le prenotazioni dove tutti possono sentire i dati privati delle persone accanto ad un bar e dei frigoriferi che emanono calore e odori delle piastre, e nessuno fanno niente. Sarrei contento che un giorno venisse a crontrollare cosa fanno e cosa non fanno.
    Cordiali Saluti Properzi Tiziano

  108. vernier gianfranco said

    la verita ci vorebbe altri 100 brunetta in tutti i settori mi raccomando non deluda vada avanti ,era
    ora che un ministro avesse il corragio di afrontare i verri problemi .grazie gianfranco

  109. maria said

    Sono un’insegnante che lavora tanto come tante insegnanti ma che ha avuto anche colleghe assenteisteSgnor Ministro condivido appieno la battaglia che sta portanto avanti, ma in questo sistema,noto che chi compie il proprio dovere non è apprezzato.A mio figlio anni 26 ,laureato in economia magistrale a 24 anni gli è stato comunicato ieri 19 marzo,dal suo dirigente amministrativo che lui stava sostituendo ma rientrato in sede per motivi non chiari, che a giugno non gli verrà rinnovato il contratto perchè ha lavorato senza mai “fare caffè” testuali parole,non si è trttenuto ha fumare la sigaretta con gli altri e che la sua capacità ha dato fastidio.Mi dica in cosa ho sbagliato?Ho insegnato ai miei figli ad essere onesti e preparati,questo è il risultato.Nella mia regione”ROSSA”non si accede a nessuna carica se non si è di tale colore,ora si viene anche puniti se si è efficenti….Caro Ministro,faccia un salto anche da noi,siamo molto soli,cosa dico al mio ragazzo?Studia,sii onesto che la professionalità pagà?.Grazie maria anna

  110. maria said

    scusate l’errore ma la frase recitava così:-Non ha fumato la siga…poi ho corretto ma è rimasto il verbo avere,solo dopo l’invio ho letto.scusate ancora

  111. Mariella said

    Signor Ministro,
    prima di diffondere i dati (in percentuale)sulla diminuzione del fenomeno dell’assenteismo nella pubblica amministrazione, ha verificato se, per caso, in tale settore, siano aumentate le richieste per usufruire delle opportunità offerte dalle seguenti leggi:
    -104(legge-quadro per l’assistenza a familiari disabili o gravemente malati)
    -sulle 150 ore(domanda per usufruire dei permessi straordinari retribuiti nell’ambito delle 150 ore previste dal diritto allo studio)?.
    Reputo tali legge sacrosante e necessarie per tutti coloro che realmente ne hanno bisogno;… ma siamo sicuri che non ci siano i soliti “furbetti”?.

  112. maria said

    Signor Ministro,
    sono una mamma un pò delusa dall’istituzione scolastica di mia figlia.Nella sua scuola i docenti non hanno una preparazione adatta a seguire la classe e nessno fa nulla per fermare tutto, ciò preside compresa . Vorrei più attenzione a questa situazione.
    la scuola è l’Istituto Tecnico Commerciale Statale “Leonardo da Vinci” a Cagliari-Viale Ciusa

  113. maria said

    se è possibile controllare la situazione la ringrazierei molto.
    Distinti saluti

  114. Silvano said

    Sig.Ministro Brunetta, la prego di far studiare a fondo possibilmente con Ispettori del suo Dicastero, in anonimato, il tanto discusso Policlinico di Bari. Ci sono cose che avvolte fanno
    rabbrividire sull’efficienza della struttura. Lo frequento poco perchè vengo curato al nord, ma posso assicurarla che oltre ai tempi di attesa molto lunghi ci sono medici e personale che hanno bisogno di tornare sui banchi di scuola. Dopo estenuanti attese il medico che ti visita
    tratta i pazienti come quando faceva- il medico della mutua di Alberto Sordi-. Per avere una decente visita devi per forza di cose andare in privato. Lei parla di” merito” sono convinto che se una comissione dovesse far fare nuovamente gli esami universitari anche ai Prof. Lei potrà dire sono loro i veri fannulloni. Il detto dice che se il manico non funziona tutto va a rotoli. La magistratura? ma ….Grazie

  115. Maria Giuseppina said

    Sig.Ministro buonasera,la contatto per metterla al corrente di un fatto che non riguarda me in prima persona,ma mia sorella che ha 52 anni,è rimasta vedova quando aveva 30 anni con una bambina piccola da accudire,ha sempre lavorato saltuariamente con quello che le capitava,e ora non più in ottima salute ha chiesto aiuto alle strutture competenti,l’assistente sociale a cui ha tentato di affidarsi le ha risposto che visto che aveva dei fratelli avrebbe dovuto farsi aiutare da loro!!!Io mi domando se è possibile umiliare in questo modo un essere umano!!!Ma un cittadino facente parte lo Stato Italiano non dovrebbe avere il diritto ad un’assistenza sociale?L’art.38 della Costituzione lo cita chiaramente!E allora perchè sembra che si vada a mendicare?
    L’ufficio che ha avuto questa reazione è sito in Casale Monferrato(AL)
    P.S.Questa persona aveva detto la stessa cosa anche a mia mamma:”ma perchè non si fa aiutare dai suoi figli considerato il fatto che sono in tanti?”
    Che cosa serve ancora per toccare il fondo??

  116. Emanuela said

    Sarebbe bello poter interloquire con lei sig. Ministro, e farLe vedere come prestigiossimi dirigenti, in orario di servizio esercitano la libera professione, medici che fanno di tutto e di più per non lavorare e allungare le liste di attesa delle prenotazioni, obbligando l’utente a servirsi delle prestazioni a pagamento. Hanno tanta fantasia da inventarsi modi (naturalmente non legali) per poter stare a casa giornate intere con tanto di retribuzione. Per non lavorare si organizzano liste di prenotazioni in 2, per cui o lavora uno o l’altro: vedi l’odontoiatra con l’igienista dentale. Insieme lo stesso giorno con un unica poltrona, per cui mentre l’igienista fa le pulizie dentali, il dentista dorme, idem al contrario, quando potrebbero lavorare distintammente con l’ambulatorio libero per il restro della settimana.
    Idem l’oculista con l’ortottista. Qua è ancora peggio perchè la stanza dell’ortottista è separata dall’ambulatorio dell’oculista, ma si sono fatti una unica lista, per cui mentre l’ortottista esegue un campo visivo, l’oculista che nel frattempo avrebbe potuto visitare 2 pz.in più (quelli poi costretti ad andare a pagamento perchè trovano la lista completa), legge il giornale.
    Senza contare che rimangono in servizio fino alle ore 14, mentre le prenotazioni finoscono ore prima, questi cazzeggiano su internet, mentre per l’infermiere che il p.c. serve per lavorare, viene bloccato con password.
    L’infermiere che vorrebbe accorciare le liste di attesa, che insiste affichè ognuno abbia la propria lista di prenotazioni etc. etc. viene ghettizzato, mobbizzato, perseguitato.
    Questa è nulla rispetto a tutto il resto.
    E Lei che fa signor Ministro?
    Mette agli arresti domiciliari infermieri che lavorano con serietà, dignità e col cuore, quando si ammalano di depressione?
    Secondo lei un infermiere potrebbe fare l’assenteista come la maggior parte degli amministrativi che timbrano rientri pomeridiani in straordinario e poi escono per fare i propri
    comodi? Un infermiere in turno, secondo lei dove potrebbe andare?
    Riveda le varie categorie, e non penalizzi chi non lo merita.
    Ed inizi ad applicare le stesse regole agli assenteisti suoi colleghi.
    Cordialmente la saluto

  117. stefano said

    un abbraccio al ministro.lavoro nella pubblica amministrazione regionale ma aime noto da molto tenpo che certe cose funzionano con un
    regime di come sottobosco per alcuni privilegiati e questo non fa altro che aumentare come una violenza pscicologica.penso che i principali sono creati dai dirigenti e che dovrebbero essere canbiati
    almeno ogni tre anni perche senno si creera una situazione di favoritismo.sig.ministro cintinui cosi e sulla strada giusta leviamo
    i fannulloni ed altro.grazie

  118. masimiliano said

    ill.mo Ministro continui cosi’ mandi a casa tutti quegli scansafatiche arroganti prepotenti che solo perche’ lavorano nella pubblica amministrazione si permettono di essere maleducati non meritano altro che essere licenziati e una volta che non appartengono piu’ alla pubblica amministrazione ritrovarsi in fila a qualche sportello a farsi trattare come cani esattamente come loro oggi trattano i normali cittadini che pagano le tasse e di conseguenza i loro stipendi

  119. ANTONIO-51 said

    mi trvo in linea con la sua lotta allo spreco però da Lei si vorrebbe un intervento in materia di rispetto e regolarizzazione sull’applicazione dei contratti collettivi, particolarmente quello della Sanità. C’è qualche ASL non fa le cose chiare anzi le complica per non fare capire niente in modo che, nonostante i mugugni, si và avanti, proprio come è il loro intento, sentendosi impotente contro un colosso statale.

  120. DE DONNO ORONZO said

    ONOREVOLE MINISTRO BRUNETTA,

    mi chiamo DE DONNO Oronzo, sono nato a Maglie Prov. (Lecce),
    lavoro come Co.Co.Co. con funzioni di Assistente Amministrativo presso l’Istituto Tecnico Commerciale Statale già dall’anno 1995.
    Per molti anni ho lavorato senza contributi, a lire 800.000, continuamente deriso e umiliato da “persone” che si ritenevano superiori, solo perché con contratto a tempo indeterminato. Ho sopperito continuamente alla carenza di organico, negli anni lo Stato ha risparmiato svariati miliardi, sono stato ricambiato con contratti in cooperativa e co.co.co…..precario a vita. Non mi viene nemmeno riconosciuto il diritto per l’inserimento in graduatoria.
    Per il riconoscimento dei miei diritti, sin qui calpestati:

    CHIEDO LA STABILIZZAZIONE

    avendone acquisito il diritto in tutti questi anni di duro lavoro. Siete certamente a conoscenza che le cooperative costano allo Stato, e ai cittadini, fior di miliardi, un costo certamente elevatissimo rispetto a quanto costeremmo noi se ci stabilizzaste. Col Vostro governo avete iniziato una campagna contro lo spreco nelle Pubbliche Amministrazioni, allora mi chiedo e Le chiedo:

    A CHI GIOVA TUTTO QUESTO

    considerando che è talmente evidente l’altissimo costo causato dagli appalti, e subappalti, concessi alle cooperative, cosa aspettate a stabilizzarci e, allo stesso tempo, far risparmiare ai contribuenti moltissimi milioni di euro, dando contestualmente un futuro più sereno a 15.000 LSU e Co.Co.Co.

    Maglie, 21 aprile 2009

    In fede DE DONNO Oronzo

  121. silvio said

    La presente è rivolta a Vernier Gianfranco. Il Ministro non risponde alle lettere. E’ evidente che che tutto quelo che viene evidenziato nelle lettere non gli interessa.

  122. angelo said

    sono impiegato comunale, affetto da malattia cronica colite ucerosa. per le continue ricadute e visite specialistiche sono costretto ad essere assente spesso dal posto di lavoro. Essendo una malattia invalididante è mai possibile che ogni volta che comunico di essere ammalato mi viene fatta la visita fiscale. Chi paga i medici legali? Non sono soldi sprecati per i contribuenti?
    Da premettere che l’Amministrazione è a conoscenza del mio stato di salute avendo trasmesso a suo tempo copie delle cartelle cliniche rilasciate dall’Ospedale San Camillo di Roma.

  123. Smock said

    Gent.liss. On Brunetta
    lei ha dato la caccia hai Fannulloni
    ma perche non verifica chi la mattina si fà timbrare
    il Badge dai colleghi ed l’oro non stanno in uff.
    questo capita in Via Fornovo Ministero Del Lavoro,e Della
    Salute e Politiche Sociali faccia mettere i tuonelli
    cosi rimangono fregati parla un impiegata onesta che non piace i fubbetti ?

  124. mauro said

    MINISTRO VENGA IN CALABRIA CHE QUA DI FANULLONI CE NE STANNO A MIGLIAIII ELEVATO A 100 MA QUI LEI NON CI VIENNEE

  125. massimo said

    Sig. Ministro le chiedo AIUTO….. nella Regione Toscana si sono “inventati” un ente che viene utilizzato per fare tutti i pagamenti dei contributi e premi pac, si chiama ARTEA, bene questo carrozzone impiega tempi biblici per erogare quanto dovuto alle imprese e agli enti con il conseguente problema che i dipendenti di questi, non percepiscono lo stipendio per mesi e se si prova a telefonare, non risponde nessuno o si ricevono in risposta scuse molto molto nolto banali o seccati mettono giu il telefono….. per favore mandi degli ispettori prima che molte famiglie muoiano di fame….. GRAZIE GRAZIE GRAZIE

  126. carmela said

    EDUCARE ALLA CONVIVENZA CIVILE?????

    giovedi 14 maggio alle ore 11.47, ho contattato l’ufficio regionale di Pescara, non scrivo il numero per privacy, ma era la tel n. 25 alla 26 mi hanno risposto. alla persona chiedo” può cortesemente passarmi la dott. ssa …………..” impiegato ” è inriunione può dire a me” io “sicuro, ho parloto con la dotto.ssa a fine Marzo, per un corso di fromazione che dovrà iniziare…dico il nome del corso., la dott.ssa mi ha detto che potevo contattare questo numero verso fine Aprile. ” RISPOSTA “SIGNORA, MA IN CHE MONDO VIVE, QUI C’è STATO IL TERREMONTO OPPURE NON SE NE ACCORTA???” TONO SCORTESE E ALTERATO DELL’IMPIEGATO.
    RISPOSTA “vivo a Pescara, so del terremoto, sono stata a fare volontariato sul posto per supportare le persone con il mio contributo, ma non ero al corrente che dal 6 Aprile a Pescara negli uffici è tutto bloccato, ogni mattina, mi alzo e faccio il mio lavoro con coscenza e doverosità” ‘impiegato ” e’ tutto bloccato dal 6 Aprile” bene, dopo la scortesia della rpima risposta mi chiedo, ma possibile che i contributi che pago devono essere usati per pagare lo stipendio a persone che si arrogano il diritto di trattare con gratuita scortesia e ironia chi si guadagna il pane quotidiano con il sudore?????, basava dire ” prtroppo l’attivazione del corso è sospesa perchè con il terremoto abbiamo difficoltà:” cosa significa “in che mondo vive” vivo nel mondo dove mi sudo tutto, nulla mi è regato.
    una cittadina Offesa

  127. luca said

    Che le amministrazioni pubbliche funzionino bene è legittimo.
    Ma trovo vessatorio l’atteggiamento di Brunetta, il malcostume è diffuso e solo oggi ce ne rendiamo conto.
    Si può, anzi si deve, punire un dipendente che va in ufficio a scaldare la sedia solo quando la direzione ha fatto di tutto per metterlo in condizione di lavorare decentemente utilizzando egli stesso quale risorsa umana.
    Ma quando i dirigenti mobizzano, vessano, fanno di tutto per toglierti gli incarichi suggerendoti un periodo di riposo per fare entrare come supplente magari un loro parente, succede ve l’assicuro, fino a che punto il “fannullone” è colpevole di essere tale?
    Mi sembra che lo statale stia diventando il caprio espiatorio per giustificare una politica di inadempienze.
    Bisogna trovare un colpevole ecco dagli allo statale!!!
    Bisognerebbe invece di perseguitare le pubbliche amministrazioni fare in modo che esse stesse lavorino mettendo i singoli impiegati in condizioni di lavorare al meglio introducento il concetto di giusto utilizzo della risorsa umana.
    Prima di licenziare un dipendente un’amministrazione devrebbe chedersi: cosa ho fatto perchè i miei dipendenti tirassero al meglio le loro potenzialità?
    Le aziende private sfruttano al meglio le risorse individuali, fanno di continuo corsi di aggiornamento e formazione.
    Spesso quando entri nel pubblico impiego sei in una terra di nessuno e i corsi di formazione, se ci sono, raramente riguardano le tue mansioni.
    Io credo che delle pubbliche amministrazioni Renato Brunetta capisca poco o niente, e un ministro così, che ci ostacola sul posto di lavora quanto costa allo Stato?

    Luca

  128. vernier gianfranco said

    vorei almeno altri 100 brunetta

  129. teresa said

    Caro Ministro la invito a visionare le graduatorie dei trasferimenti della mia città Agrigento (scuola) osserverà con grande piacere che il popolo dei 104ttristi la fa da padrone. Sono stanca di essere scalzata dalle loro precedenze e dai vantaggi che vengono loro dati a scapito di chi lavora veramente (come i 3 giorni di vacanza al mese che hanno).Tengo a precisare che la 104 è un diritto di chi ne ha veramente bisogno e non degli approfittatori! Se abbiamo un popolo di insegnanti “invalidi” che stiano a casa. Spero che almeno Lei ci faccia giustizia!! Grazie

  130. Mario said

    Ministro Brunetta, è ormai maturo il momento di mettere il cittadino nelle condizioni di poter reclamare per i disservizi del publico impiego. Le chiedo di far mettere numeri telefonici a disposizione del cittadino per poter reclamare, oppure trovi lei il modo per poter svolgere questa funzione. Sulle prime pagine dell’elenco telef. dovrebbe esserci questa possibilità. grazie.

  131. gasparri maurizio said

    caro ministro,
    dopo tutte le sue lotte ai fanulloni pero’ ritengo che ancora ci sia da fare molto;
    la porto a conoscenza della mia esperienza con l’inps di ascoli piceno : io sono un operaio residente nella provincia di ascoli piceno, sono in mobilita’, avendo presentato domanda presso l’inps di ap il 10 marzo mi dissero che ci volevano circa 60 giorni come ai miei colleghi residenti nella provincia di teramo pero’ io a tutt’oggi non ho ricevuto alcun riscontro da parte dell’inps mentre i miei colleghi della provincia di teramo hanno gia’ ricevuto il bonifico in banca della mobilita’… andando a chiedere informazioni all’inps di ap mi dissero che ci vuoe un po’ di tempo … cosa succede teramo lavora le pratiche ed ascoli piceno invece le tiene li sul tavolo senza lavorarle ??? ad ascoli dobbiamo fare spesa e pagare l’affitto come dalle altre parti , senza stipedio da piu’ di tre mesi mi sa dire come possiamo fare ??? sperando che lei legga questa mia e che preda i dovuti provvedimenti in merito, ringraziandola fin d’ora la saluto cordialmente

  132. maura said

    spettabile ministro, come è possibile che lei si preoccupi tanto del lavoro degli statali e non si preoccupa dei capufficio che rendono una vita insopportabile a tutte quelle persone che purtroppo hanno il dovere di “ubbidire e stare zitti”- Caro ministro, siamo ancora all’epoca di Mussolini dove “chi comanda fa legge e il comodo suo” e interrogatevi se è possibile che qualhe impiegato statale rinunci al posto di lavoro. Caro ministro, conrollate bene chi conduce i vari uffici statali,esercitano un ricattto psicologico sui loro inferori psicologicamente fragili ed approfittano di essi, attento, ministro, se qualche impiegato onesto si suicida può essere anche merito suo…… controlli più i capufficio…………

  133. Ricky said

    ahi, poveri statali!

  134. rossella said

    caro ministro, sono offesa con LEI,perchè la sua lotta ai fannulloni non ha avuto le aspettative DICHIARATE.
    Un mio amico, dipendente pubblico, come tanti altri è in “malattia gastrointestinale” da più di 45 gg; grazie a medici compiacenti.
    Una mia cugina psicologa in stato interessante (è alla 13 settimana)già da due mesi è in malattia per gravidanza difficile.
    Io ho 35 anni,lavoro come impiegata nell’azienda di famiglia,faccio sacrifici insieme ai miei famigliari a pagare ogni 16 del mese :tasse,contributi,stipendi,fatture ai fornitori ecc….
    E sono indignata quando sento il mio consorte che sulla soglia dei quarantanni (dopo vent’anni di lavoro pubblico)parla di pensione PER CAUSA DI SERVIZIO.
    ABBIAMO visioni del lavoro diverso.Io lavoro x tre, lui sta a casa ad aspettare la visita medica, per poter poi uscire liberamente.
    Pensavo che adesso con lei le cose cambiassero, invece tutto è come prima anzi i certificati medici per malattia sono aumentati con visite specialistiche, analisi a carico della pubblica sanità.
    Aspetto una Sua risposta, grazie.

  135. maria said

    Ciao Ministro.Stamane ho ascoltato alla radio qualcosa di interessante per i sempre presenti negli uffici. Ma cosa prevedi invese per chi fa mansioni superiori? Sono impiegata da 20 anni al comune di Palermo e sono praticamente allo stesso livello da sempre… Mi assento raramente( 3 giorni all’anno per l’influenza delle figlie )e non ho riconoscimenti nemmeno dai dirigenti che sono i primi fannulloni, che si beccano premi e incentivi…Bravo! E’ giusto premiare coloro che sono sempre presenti con avanzamenti ed altro. Ma ti prego di verificare anche l’operato dei big che portano solo malcontento negli uffici.

    Grazie

  136. marcella milani said

    Signor Ministro, Le parla una nonna che nei lontani anni’60 lasciò un tranquillo posto presso un ente locale di Varese, contro il parere di amici e parenti, perchè avevo l’impressione di rubare lo stipendio. Quindi la storia è lunga e viene da lontano.
    Ora, da Varese, nel regno leghista, simbolo dell’efficienza, voglio portarle un piccolo esempio (ma potrei fargliene a migliaia)di come qui come altrove i fannulloni dilaghino.
    Da ieri sera i termosifoni ded mio condominio (proprietà Euratom ora Aler) vanno a tutto gas. Fuori la temperatura supera i 22 gradi e sui treni funziona ancora l’aria condizionata. Comincio il mio giro di telefonate, sapendo in anticipo che nessuno farà niente e mi rimanderà a qualcun altro.
    All’Aler mi dicono che si tratta di una “Prova”, ma la ditta responsabile afferma di aver acceso per alcune richieste di inquilini. Telefono in Comune e l’addetto afferma che è vietato accendere prima del 15 ottobre salvo eccezione, cioè temperature eccezionalmente rigide.
    Lui non può intervenire e mi dà un numero di un signore preposto alla “tutela ambientale”. Non risponde nessuno per ore. Chiamo, dietro suggerimento di un altro che “io non c’entro niente”, I vigili urbani. Mi passano l’ufficio dei vigili amministrativi. Rmango in lenea mezz’ora e dopo vari tentativi desisto:dall’ufficio nessuno risponde. Intanto i termosifoni sono bollenti e devo spalancare le finestre per non star male.
    Siccome devo preparare il pranzo, mi rassegno anche perchè oggi non ho voglia di arrabbiarmi.
    Ecco, questo è solo un piccolo esempio,ogni volta è così e Varese, regno della Lega, non fa eccezione. Grazie per l’attenzione, ma penso che la sua sia una battaglia persa. Marcella Milani

  137. milena said

    CARO MINISTRO VORREI SAPERE SE PER LEI E GIUSTO CHE IL PERSONALE DI RUOLO DEVE LASCIARE LA SEDE DI SERVIZIO DOPO 15 ANNI PER DECISIONE DELLA REGGENTE (PRESIDE)PER LASCIARE IL POSTO A DEI SUPPLENTI ANNUALI IL NOSTRO E UN COMPRENSIVO DI 5 PLESSI IO NON MI RITENGO UNA FANULLONA E QUESTO PUò VERIFICARLO TRAMITE IL SENATORE MANTOVANI VISTO CHE LAVORO NELLA CITTà DEL SENATORE ANZI PRECISO MI SONO SEMPRE MESSA A DISPOSIZIONE DELLA SCUOLA .
    I COLLABORATORI SCOLASTICI A DETTA DI TUTTI HANNO LA NOMINA CHE NON FANNO NULLA MA A QUESTE PERSONE GLI CHIEDO VENITE A FARE UN GIORNO AL NOSTRO POSTO E POI GIUDICATE NOI NON ABBIAMO L’IMPRESA DI PULIZIE FACCIAMO NOI E QUANDO TI TROVI DELLE PERSONE CHE NON CAPISCONO ……………… QUEST’ANNO O FATTO L’ARTICOLO 7 SECONDO LA REGGENTE QUESTA E LA MOTIVAZIONE DELLO SPOSTAMENTO PER IL PERSONALE ,NEL COMPRENSIVO SIAMO IN 9 AD AVERE QUESTO ART.IO PRIMA DI FARE IL CORSO O SEMPRE SVOLTO CON ENTUSIASMO IL MIO DOVERE ASSISTENZA,SICUREZZA,PRONTO SOCCORSO,COLLABORAZIONE CON I DOCENTI E AMMINISTRAZIONE E O SVOLTO TANTE VOLTE IL LAVORO DI UNA APPLICATA CHE VALUTANDO SONO SOLO AUNA COLLABORATRICE SCOLASTICA(BIDELLA)GIUDICHI LEI SE E GIUSTO QELLO CHE MI STA SUCCEDENDO IN TANTI ANNI DI SERTVIZIO MI SONO ASSENTATA DAL MIO POSTO PER MALATTIA POCHISSIMI GIORNI E SONO SEMPRE ANDATA ANCHE CON FEBBRE O ALTRO PERCHE’ IO AMO IL MIO LAVORO.NON PARLIAMO DELL’AMMINISTRAZIONE C’E’ SOLO DA METTERSI LE MANI NEI CAPELLI .

  138. rita said

    caro ministro sono contenta delle sue idee.il 90%degli statali hanno il doppio lavoro secondo me sarebbe giusto fargli fare le 8 ore distribuite in modo che nn abbiano tempo di svolgere altri lavori in nero

  139. Giorgio Gazzaniga said

    Caro ministro Brunetta spero presto di vedere in tutti gli uffici pubblici, anche nei tribunali, i moduli da compilare per dare un voto con un commento per quei funzionari con i quali si è venuti in contatto o, meglio ancora, pter inviare telematicamente tale commento ad un ufficio preposto a raccogliere le ns. osservazzioni. Per ora mi permetto di segnalarLe che il comune di Milano, nei sui servizi al cittadino, per quanto riguarda gli sportelli tecnici (Edilizia, Urbanistica, ecc.) riserva la possibilità di accedere per poter colloquiare con i vari funzionari solo nel giorno di mercoledi; per cui, oltre alla ressa ed alla lunga attesa, a volte, si deve rimandare di una settimana la possibilità di colloquio.
    La ringrazio per quanto sta facendo per noi e La preghiamo vivamente di proseguire sulla strda che ci renderà tutti più responsabili e conspevoli.
    Grazie e cordiali saluti, Giorgio Gazzaniga

  140. mara said

    PERCHE NON HA FATTO LA LEGGE QUANDO SATVA AL CONSIGLIO D’EUROPOA:”chi controlla i controllori”

  141. FABRIZIO said

    Signor Ministro Brunetta,chi gli scrive è un dipendente comunale stanco, di come vanno le cose,mi creda lei ha fatto poco.Per quanto credo la legge 104 è giusta per rimanere a casa per accudire un familiare.Pero’ che sia cosi,non per andare a caccia o in vacanza o al mare.E neanche prendere il 104 come inizio e fine delle ferie, o caso strano tra un ponte di festivita’.
    dOVE LAVORO IO SIAMO CINQUE DUE CON, IL PERMESSO DELLA LEGGE 104.UNO è DISABILE E DUE SEMPRE IN TRINCEA PER COPRIRE I TURNI.
    QUESTO NON MI SEMBRA UNA COSA GIUSTA.QUESTE PERSONE ANDREBBERO DIVISE IN SETTORI DIVERSI.i Dirigenti,spesso sono quelle persone che tendono a coprire ,a loro volta sono coperti. BISOGNA CAMBIARE SONO STANCO DI LAVORARE CON PERSONE CHE NON FANNO IL LORO DOVERE.Molti amici miei sono in cassaintegrazione e anno una famiglia con figli.Mi vergogno di come vanno le cose dentro i posti pubblici. GRAZIE BASTA

  142. rosendo said

    non è giusto che per colpa dei lavativi ci deve andare di mezzo chi sta male veramente

  143. gabriella said

    Intanto dovrebbe dare il buon esmpio mettendo on line i propri guagagni, senza dimenticare nulla……pensione, stipendio e vari privilegi, perché quello che non si paga (es. biglietti ferroviari o aerei…é di per sè un guadagno). Ci dica a che età é andato in pensione, dal momento che PER noi donne del pubblico impiego, che come tutte le donne di famiglia abbiamo il doppio lavoro(quello a casa per 365 giorni l’anno) PRETENDE LA PENSIONE A 65 ANNI….E NON CERTO A 3.000 EURO.
    E’ arrivato il momento che tutte le donne si RIBELLINO !!!!
    Petizione, no alle donne in pensione a 65 annihttp://www.facebook.com/group.php?gid=45074881694&ref=mf

  144. francesco said

    caro ministro brunetta mi chiedo se gli operai anas sono impiegati statali credo proprio di si visto come tengono una trada statale nel tratto santa maria a vico – maddaloni e praticamente piena di buche e con crepe inoltre quando piove si accumula tanta acqua ai bordi e la cosa più pericolosa credo e che l’intera tratta e priva di segnaletica sia verticale che orizzontale creando vero e proprio pericolo per la circolazione mi chiedo un cittadino come puo fare per fare ripristinare almeno la segnaletica orizzontale? grazie arivederci

  145. franco said

    sig. ministro Brunetta vorrei chiederle come mai,volendo chiedere
    qualche chiarimento sulla mia pensione al numero verde
    INPSINFORMA 803164non c’è mai nessuno che risponde?
    grazie buon lavoro

  146. salvatore soro said

    Ritengo opportuno segnalare l’abuso indiscriminato della posizione “cardine ” di molti dipendenti pubblici, riferisco a responsabili del procedimento, geometri ragionieri , che spesso e volentieri fanno il bello ed il cattivo tempo, a discapito (nel mio caso delle imprese oneste ) che operano nel settore dei lavori pubblici, commettendo delle gravissime irregolarità tutelati dal semplice meccanismo che impedisce una azione giudiziaria nei loro confronti , ossia che si debbano sostenere i costri dei ricorsi.
    Sarei grato se mi venisse segnalato un sito apposito che accolga le segnalazioni.

  147. annamaria said

    caro ministro vorrebbe gentilmente sollecitare
    l’inps ad inviare i modelli cud ,siamo a meta’
    aprile e non sono arrivati.
    vorrei che l’inps comunicasse almeno la ragione
    di questo ritardo,grazie

  148. maria said

    carissimo ministro brunetta controllate il comune di pianella di pescara ci sono degli impiegati fannulloni solo a riscaldare le sedie specialmente all’ufficio protocollo il marito timbra per la moglie,la signora arriva alle 9.30 e comincia a giocare a facebook.

  149. antonio vellaglifi said

    Nonostante non sia della stessa cordata politica, ammiro il coraggio e quanto sta facendo per ripulire le varie amministazioni pubbliche da fannulloni, ma dovrebbe prendersela anche con chi non fa il proprio dovere, o peggio, lavora male , e con ingnoranza e arroganza, approfita della carica pubblica per prendere in giro il cittadino, con scuse banali ed infondate,allungando i tempi di risoluzione di un sacro santo diritto dell’utente.Mi riferisco, per quanto mi riguarda,ai rapporti che ho avuto da recente con il Comune di Agrigento e l’Ato Gesa Ag 2 ( azienda per la raccolta e smaltimento dei rifiuti) che con molta arroganza non rispondono alle lamente ( con note racc.)dei cittadini. Ebbene penso che di Brunetta dovrebbe essercene uno per ogni luogo.Grazie di esistere e di continuare. ( e vai!!!)

  150. michela.falconi said

    Si vergogni ministro Brunetta , parla di sprechi quando voi politici siete i primi a rubare. Non sto ad elencare tutti ivostri privilegi, VERGOGNATE TUTTI………………….

  151. A person essentially assist to make critically articles I might
    state. That is the very first time I frequented your website page
    and so far? I amazed with the analysis you made to make this actual post amazing.
    Excellent activity!

  152. It is in point of fact a great and helpful piece of information.
    I am glad that you just shared this helpful information with us.
    Please stay us up to date like this. Thank you for sharing.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: