www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ARRESTATO SINDACO ASCOLI SATRIANO (FG). IMPONEVA SUBAPPALTI PER IMPIANTI EOLICI: ” DECIDO IO I LAVORI DA FARE E CON CHI”

Posted by irpinianelmondo su giugno 5, 2008

6.5.2008– I militari della Guardia di Finanza hanno posto agli arresti il sindaco di Ascoli Satriano (Foggia), Antonio Rolla nell’ambito di una inchiesta per reati contro la Pubblica Amministrazione.
Abusando della sua carica di sindaco avrebbe imposto alle ditte che stanno realizzando lavori nel campo eolico di subappaltare tutto ad una impresa di sua fiducia. Con l’accusa di concussione la Guardia di Finanza di Foggia ha arrestato il sindaco di Ascoli Satriano, Antonio Rolla. 72 anni, che ha ottenuto i domiciliari. Rolla è stato eletto per il centro sinistra nel 2006 sindaco ottenendo il 52,3% delle preferenze e recentemente era stato candidato per il Pd al consiglio provinciale, non risultando eletto. L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip del tribunale di Foggia Salvatore Casiello dopo le indagini eseguite dalla Guardia di Finanza e coordinate dal procuratore capo Vincenzo Russo e dai sostituti Giuseppe Gatti ed Enrico Infante. Secondo quanto emerge dall’inchiesta il sindaco avrebbe imposto a due ditte campane che avevano vinto l’appalto per i lavori di sbancamento del parco eolico che si sta costruendo, di affidare il subappalto ad una ditta che era vicina al Rolla. Questo nonostante la ditta non avesse i requisiti ma soprattutto gli uomini e i mezzi per eseguire i lavori. Nel corso delle indagini i militari delle fiamme gialle hanno anche evidenziato che il primo cittadino di Ascoli Satriano era in grado di condizionare la scelta dei subappaltatori solo se di suo gradimento, ma anche la scelto di chi doveva lavorare presso i cantieri. Da qui il nome del blitz Dominus che ha coinvolto altre tre persone che sono state indagate con l’accusa di false dichiarazioni al pubblico ministero.
DENUNCIATO DA UN IMPRENDITORE
E’ cominciata con la denuncia fatta da un imprenditore l’inchiesta che ha portato oggi all’arresto del sindaco di Ascoli Satriano, Antonio Rolla.
L’attività investigativa, diretta dal col.Giacomo Ricchitelli, è cominciata nell’agosto del 2007. La denuncia fu fatta dal titolare di una ditta esclusa dai lavori di subappalto, Polito Infante. Secondo quest’ultimo, l’esclusione della sua azienda sarebbe stata decisa dal sindaco che avrebbe costretto le ditte appaltanti a favorire una ditta ‘amicà, la Midal di Rocco e Nicola D’Alsazia, il cui padre era consigliere comunale dello stesso partito di Rolla, il Pd.
Le intercettazioni ambientali – ha riferito il pm Giuseppe Gatti – sono avvenute nell’ufficio del sindaco. Nell’incontro vengono registrate frasi emblematiche: “’Per tutto quello che dovete realizzare ad Ascoli – dice il sindaco – e con chi lo dovete realizzare le indicazioni ve le dò io perchè il garante sono iò”. Poi riferito alla Midal, Rolla dichiara: “Questa è l’impresa che deve fare i lavori, altrimenti perdiamo tempo qui”. Nel caso di mancato affidamento alla ditta Midal, Rolla afferma: “Come mi trattate, vi tratterò. In questo ambito vi dovete muovere, altrimenti vi uccido tutti”. “Ovviamente dal punto di vista lavorativo”, ha precisato Gatti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: