www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SALERNO: INDAGATO IL PROCURATORE CHE TOLSE LE INDAGINI A DE MAGISTRIS

Posted by irpinianelmondo su giugno 10, 2008

11.6.2008-C’è l’ex pg di Catanzaro, Dolcino Favi, tra i magistrati, politici e giornalisti che la procura della Repubblica di Salerno indaga nell’ipotesi che siano responsabili della “presunta strategia delegittimatoria ideata ed attuata in danno del pubblico ministero De Magistris, e dei principali testi delle sue inchieste, per bloccare la sua azione inquirente”.

Il dato emerge dalle novecento pagine della richiesta d’archiviazione del procedimento nei confronti di De Magistris. Assieme all’ombra di un complotto che, se fosse provato, coinvolgerebbe la magistratura, la politica, e il mondo dell’informazione.

Nell’inchiesta dei pm di Salerno è stata vagliata tutta l’attività investigativa di De Magistris a Catanzaro ed i rapporti con i giornalisti. La procura campana ha ricostruito “in punto di fatto il contesto storico-ambientale in cui De Magistris ha operato negli anni della sua permanenza presso la procura della Repubblica di Catanzaro, l’oggetto delle sue indagini, le ragioni delle pressioni ed interferenze subite all’esterno e all’interno di un ambito giudiziario risultato fortemente condizionato dal perseguimento di interessi extragiurisdizionali, anche di illecita natura”.

Emerge, così dalla richiesta di archiviazione, che: “Il complessivo compendio probatorio acquisito ha indotto quest’ufficio, nel dicembre 2007, a disporre l’iscrizione di procedimenti penali per gravi reati a carico di Magistrati ed altri soggetti operanti nel Distretto Giudiziario di Catanzaro, attualmente in fase d’indagini coperte da segreto”. Si tratta di due procedimenti penali in cui sono indagati magistrati calabresi, politici, e giornalisti, alcuni dei quali lavorano
per testate regionali.

Si legge di un’altra ipotesi investigativa, quella “sulla indebita strumentalizzazione dell’attivita’ di indagine, coordinate dalle procure di Matera e Catanzaro, nei confronti di collaboratori di polizia giudiziaria e giornalisti di cronaca giudiziaria”. Procure che hanno indagato e perquisito, in procedimenti diversi, il giornalista del “Corriere della Sera” Carlo Vulpio e la cronista del “Quotidiano di Calabria” Chiara Spagnolo.

Al centro dell’inchiesta di Salerno figurano tre indagini condotte da De Magistris: Poseidone (revocatagli dal suo capo, riguardava la depurazione delle acque in Calabria), Why Not (avocatagli dal procuratore generale, riguardava l’utilizzo dei fondi europei) e infine Toghe Lucane, l’ultima inchiesta nelle mani del pm, che ipotizza un comitato d’affari, in Lucania, composto da magistrati, politici e forze dell’ordine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: