www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

DISCARICA DI PIANURA (NAPOLI). 60 CASI DI TUMORE ACCERTATI

Posted by irpinianelmondo su giugno 13, 2008

13.6.2008– Sessanta persone affette da tumore. E’ il dato sconcertante emerso dall’indagine condotta porta a porta dalla Procura di Napoli sull’incidenza dei tumori tra le famiglie che vivono nei pressi della discarica di Pianura, quartiere periferico di Napoli.
Nella maggior parte dei casi finora appurati dai pm si tratta di linfoma di Hodgkin. Secondo quanto si apprende in ambienti giudiziari – e anticipato dai quotidiani ‘E-polis Napoli’ e ‘Cronache di Napoli’ – la gravissima forma tumorale secondo il consulente della Procura, un epidemiologo di Brescia, potrebbe essere riconducibile alle sostanze tossiche sversate negli anni nella discarica e già tracciate dagli inquirenti.

Il tipo di malattia, dunque, e il numero consistente di casi potrebbero per la prima volta dimostrare il nesso causale fra il traffico di rifiuti tossici e la diffusione dei tumori fra gli abitanti della zona. Il consulente della Procura aveva rappresentato al pm della sezione coordinata del procuratore aggiunto Rosario Cantelmo, le difficoltà nel provare il nesso tra le due cose, nel trovare il giusto collegamento tra le sostanze nocive della discarica e le malattie e supportarlo con dati scientifici.

Dopo i primi risultati adesso sembra che la strada sia in discesa. La Procura ha inviato i carabinieri del Nas casa per casa tra i residenti di pianura, per raccogliere diagnosi, cartelle cliniche ed eventuali denunce. Fondamentale anche il contributo dei comitati di zona che hanno inviato al palazzo di giustizia molto materiale sugli effetti dei veleni gettati illecitamente per anni nella cava.

L’inchiesta della Procura napoletana, aperta circa 6 mesi fa, riguarda il periodo fino al 1996 e le ipotesi di reato di epidemia colposa relativamente al presunto incremento di tumori e malformazioni negli ultimi 20 anni nel quartiere di Pianura e disastro colposo, in relazione ad un possibile inquinamento di falde acquifere e terreni. Gli inquirenti dopo aver raccolto la storia clinica di una parte degli abitanti delle aree intorno a contrada Pisani, ultima discarica pubblica cittadini rimasta attiva fino al 1997, chiederanno loro di sottoporsi anche a prelievi biologici in modo tale da avere un quadro preciso ed attuale della situazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: