www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SCONTRO TRA ISTITUZIONI.INTERVIENE MANCINO CSM : “LA POLITICA NON ELUDA LE LEGGI”

Posted by irpinianelmondo su giugno 21, 2008

21.6.2008– ”Il Paese non riesce a vivere senza polemiche? Vorrei non crederlo. Sono, semmai, le polemiche, occasioni comode per nascondere i problemi e per dividere il Paese. Chi le innesca deve tener conto che un ritorno di tutti alle responsabilita’ non puo’ che far bene all’Italia”. E’ quanto ha affermato, parlando ad Avellino ad un convegno su etica e medicina, il vice presidente del Consiglio superiore della Magistratura Nicola Mancino(nella foto), a proposito delle polemiche di questi giorni su politica e magistratura .

 ”Fino a quando l’azione penale è obbligatoria – ha continuato Mancino – alle toghe non si puo’ chiedere di non fare i processi; ai politici si può, invece, chiedere di saper scegliere natura, limiti, tempi ed efficacia delle leggi, non espedienti per eluderle”.

Intanto, secondo il consigliere togato Fabio Roia (Unicost), relatore della bozza del parere che la sesta commissione del Csm discuterà lunedì prossimo al palazzo dei Marescialli, la norma ribattezzata dall’opposizione ‘salva premier’, inserita nel decreto sicurezza, potrebbe avere dei profili di incostituzionalità, perché presenta degli elementi di criticità rispetto agli articoli 111 e 3 della Carta fondamentale.

Roia spiega all’ADNKRONOS la potenziale incompatibilità costituzionale del testo: ”Premesso che al Csm non compete un vaglio di costituzionalità delle leggi, credo, e parlo a titolo personale, che questa norma che sospende i processi puniti con la reclusione fino a 10 anni potrebbe avere qualche problema con l’articolo 111 della Costituzione, e cioé con la ragionevole durata del processo, e con l’articolo 3 che sancisce il principio dell’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge”.

”Si tratta, dunque – sottolinea – di una norma che secondo me presenta elementi di criticità rispetto alla Costituzione, perché tende a colpire in maniera indifferenziata tutta una serie di procedimenti che andrebbero portati a compimento nel più breve tempo possibile”. Roia pone l’accento su un aspetto in particolare: ”Inoltre, ci sono parti civili presenti nel processo che hanno un esigenza immediata di vedere riconosciuta la responsabilità dell’imputato per ottenere il ristoro dei danni. Si pensi ai casi delle vittime da incidente stradale”.

Perplessità riguardano anche lo strumento scelto dall’esecutivo: una materia così delicata e importante non va regolata con il decreto legge.

L’altro relatore del parere è il consigliere togato Livio Pipino (Md).

 

adnkronos

2 Risposte a “SCONTRO TRA ISTITUZIONI.INTERVIENE MANCINO CSM : “LA POLITICA NON ELUDA LE LEGGI””

  1. […] webinfo@adnkronos.com: […]

  2. oscurosire said

    Pulchrum situm, memini medioevalis proelii Imperatoris Iermanici contra Papatum!

    Si vis legeris situm meum vide:www.oscurosire.wordpress.com

    Vale atque ave.

    Imperator mundi sarmatensi, milites rorariorum, centurio triariorum hastatiorumque samniticorum, antesignanorum, cohortis reformatae et cohortis praetorianae mei te salutant!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: