www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CONTRATTO STATALI: 400 MILIONI IN MENO. MA IL GOVERNO NEGA

Posted by irpinianelmondo su luglio 19, 2008

19.7.2008-saranno quattrocento milioni di euro in meno per i rinnovi contrattuali e gli adeguamenti retributivi del personale delle amministrazioni statali per il prossimo triennio (2009-2010-2011). Lo prevede il maxi emendamento alla manovra economica.

 “Il fondo per interventi strutturali di politica economica – si legge nel testo – è integrato dell’importo di 500 milioni di euro per l’anno 2008 e di 2.340 milioni a decorrere dall’anno 2009″ rispetto ai 2.740 milioni previsti nella stesurta iniziale del decreto legge.

 IL GOVERNO NEGA

 “Non c’è nessun taglio e le risorse previste per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego saranno stanziati nella Finanziaria”. Lo ha precisato il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, sottolineando che “l’impegno del governo resta quello previsto in base all’inflazione programmata”. Brunetta ha spiegato poi che nel maxi emendamento della manovra è stato creato un fondo ad hoc nel quale confluiranno “i risparmi delle consulenze e quelli ricavati dalle collaborazioni interne dei dirigenti” e il fondo servirà “per remunerare la maggiore produttività”.

 Nessun taglio ai fondi in manovra per il rinnovo del contratto degli statali. È quanto precisa,in una nota, il sottosegretario all’Economia, Giuseppe Vegas, Spiegando che “in realtà, l’articolo del decreto legge 112, relativo ad interventi vari per lo sviluppo dell’economia, conteneva per il 2009 non solo le somme destinate ai contratti per il pubblico impiego, ma anche 500 milioni per altri interventi. Dopo l’esame nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, 400 milioni di questi sono stati utilizzati per destinarli ad agevolazioni fiscali a carattere permanente, segnatamente per il settore agricolo, senza assolutamente intaccare l’entita’ delle somme destinate al rinnovo dei contratti per il pubblico impiego”.

 I SINDACATI

 “Il re è nudo, il Governo sta chiamando lo sciopero”. Così Carlo Podda, segretario della Funzione pubblica Cgil, commenta la notizia dei tagli di 400 milioni di euro per i rinnovi contrattuali degli statali, previsti nel maxiemendamento alla manovra. “Se si continua su questa linea – afferma Podda – a settembre lo sciopero sarà inevitabile per sostenere la nostra piattaforma e tutti i cittadini”.

 Per il segretario della Fp infatti questi tagli non ricadranno solo sugli stipendi dei dipendenti della p.a. che si vedranno, con lo stanziamneto 2.800 milioni di euro, 8 euro lordi in più al mese per il 2008 e 60 per il 2009. Ma ci saranno anche meno servizi per i cittadini: “Con questi tagli – spiega Podda – verranno meno fondi per l’apertura dei musei la domenica, per mostre speciali e musei sotto le stelle. Ci saranno anche meno servizi nella sanità, come ha detto bene Formigoni, che non può certo essere tacciato di ostilità politica, e non saranno più finanziati progetti speciali per ridurre l’evasione, nè quelli dell’Inps per quella contributiva”.

 Per Podda insomma è una manovra solo di tagli che si disinteressa delle conseguenze sui cittadini: “Il governo non potendo più negare l’evidenza – conclude Podda – tenta di trasformare una scelta negativa contro i dipendenti pubblici e i cittadini in una scelta virtuosa per premiare i lavoratori più produttivi”. In autunno, stando così le cose, la mobilitazione per la Cgil sarà d’obbligo.

 

QN

4 Risposte a “CONTRATTO STATALI: 400 MILIONI IN MENO. MA IL GOVERNO NEGA”

  1. MICHELA said

    Sono anch’io una “fannullona”, che con 1.200 euro al mese aiuto a mandare avanti il menage familiare. Un marito (che ha il mio stesso stipendio), due figli da mandare a scuola, da srguire nello sport e nella salute, un mutuo da pagare, le tasse,le bollette da pagare. Non se ne parla proprio di andare in vacanza (e meno male che c’e’ ancora mamma in vita che abita al mare). Ma cosa vogliono da noi pubblici dipendenti? Io mi sveglio alle 6,00, lavo, stiro, preparo il pranzo e la cena ed accompagno i figli al pre-scuola (30 euro al mese xche’ ho la sfortuna di non essere separata oppure rom). Entro in Ufficio alle 7,30 per poter uscire intorno alle 15,00 e poi via con i compiti dei figli e i lavori domestici. Caro Ministro, xche’ non ci prova Lei a vivere così, e con questo stipendio? e con questo stress, che se ti capita un imprevisto non sai a chi bussare?
    Riduciti il tuo di stipendio….
    E mettiti una mano sul cuore ammesso che tu abbia un cuore.

  2. MICHELA said

    Al Caro Ministro Brunetta: ma xche’ non sbatti fuori dalla P.A. tutti quelli che fanno il doppio lavoro e quei Dirigenti che a 6.000 euro al mese chiedono anche di mandare i figli con due lire all’esero? Te la prendi con noi, semplici impiegati di concetto che con 1.200 euro al mese a stento riescono a pensare di mandare avantila famiglia!!!!!Io lavoro da 16 anni nella P.A. e sono ancora C1 vuol dire che non essendo appoggiata non ho ancora fatto degli scatti economici evidenti. Prova tu a campare con il nostro stipendio

  3. MICHELA said

    A tutti che si sappia che il P.D. detto fannullone medio campa cmq con una paga di 1.200 euro al mese…io ad esempio ci mando avanti una famiglia….con due figli e ci pago il mutuo. mio marito guadagna come me e’ laureato ma non ha vinto i concorsi interni mai!!!!!!xche’? Ma xche’ non è coperto sindacalmente.
    Caro Ministro….almeno lasciaci quello che abbiamo…..
    Se si ammalano i miei figli o mi ammalo io ti sembra giusto decurtare la mia paga?
    IL DIRITTO ALLA SALUTE E’ SANCITO DALLA COSTITUZIONE!!!!!!!TU LO STAI NEGANDO!!!!!

  4. quartocavagliere said

    signore aggrediamo questo governo ma il prossimo sara uguale il problema non e’ questo o quel governo

    voglio ricordare che Prodi prometteva di ritirare le truppe dall afganistan poi…be ha mandato altre 2 o tre contingenti

    sicuramente vivete con piu di 500 euro al mese voi che parlate cosi di questo governo se no sareste capaci di guardare un po piu in la
    dei partiti e inizierete a capire che l’altruismo non e cosa per fare politica ma e cosa che fa crescere il genere umano altruismo
    invece i vari governi fanno fatica a far passare le leggi giuste perche il partito opposto anche se la cosa e’ importante non vota a favore per paura di perdere merito . mi sembrano i bimbi in cortile che litigano su chi usa la bicicletta , solo che qui la bicicletta siamo noi e le route non vengono piu gonfiate da nessuno pensano solo a guardarsi nel c… l’uno all altro dimenticandosi di tutti noi
    ah per tutti gli inteligentoni sono un po’ sgrammaticato ma ho un ansia mentre scrivo questo perche domani o 1 euro e 50 cent e vivo solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: