www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

FERROVIE DELLO STATO. PASSEGGERI PUNTI DALLE ZECCHE SUL TRENO FOGGIA – BOLZANO

Posted by irpinianelmondo su luglio 20, 2008

20.7.2008– Una donna di Bolzano di 38 anni, Laura Marchi, ha denunciato di essere stata punta sei volte dalle zecche in una cuccetta di un treno partito da Foggia e diretto a Bolzano. “Nel treno – racconta Laura Marchi al giornale Alto Adige dopo il viaggio di ritorno da una vacanza in Calabria con la famiglia – c’era un odore pazzesco, lo scompartimento era sporco e non era nemmeno dotato delle lenzuola e del cuscino. Soltanto girando per le varie carrozze, siamo riusciti a recuperarli”.

“Una volta a casa – continua Laura – ho notato gonfiore in diverse parti del corpo ed in particolare all’altezza del petto. Alla sera, allarmata, sono andata al pronto soccorso, dove mi hanno estratto due zecche. Sono stata costretta a tornare al pronto soccorso altre due volte. Nella seconda occasione mi hanno trovato altre tre zecche all’altezza dell’addome, alla gamba destra e nella parte bassa della schiena. L’ultima zecca mi aveva punto all’inguine. Per alcuni giorni ho seriamente temuto che i parassiti fossero infettivi e per sapere che ero fuori pericolo ho dovuto attendere l’esito di ulteriori esami”. La donna ha presentato denuncia chiedendo il risarcimento delle spese mediche sostenute.

Una Risposta a “FERROVIE DELLO STATO. PASSEGGERI PUNTI DALLE ZECCHE SUL TRENO FOGGIA – BOLZANO”

  1. Alex said

    Mi chiedo come mai non si applichi il modello Brunetta a quello che ad oggi in Italia è il peggior esempio organizzativo di come si gestisca un’azienda: Ferrovie dello Stato, Trenitalia ecc…
    Nonostante ci sia una Spa che porti a pensare che questa sia una società privata, in realtà FS è pubblica, l’unico azionista è lo Stato e gli stipendi di dipendenti e dirigenti sono pagati con SOLDI PUBBLICI. Inoltre FS perde ogni anni un paio di miliardi di euro che vengono puntualmente ripianati dal ministero dei trasporti con I SOLDI DEGLI ITALIANI.
    A questa Società Statale (chiamare FFSS “azienda” sarebbe infatti un isulto verso le organizzazioni efficienti e produttive che rientrano nella categoria “Aziende”) non solo bisognerebbe applicare il modello Brunetta ma bisognerebbe anche iniziare a fare piazza pulita di tutti quei quadri e dirigenti intermedi che prendono dai 2000 ai 20000 euro netti al mese e che sono in numero sproporzionato rispetto a impiegati e operaia e che con la loro cultura statalista fanno più danno che altro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: