www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

GOMORRA : TUTTI BOCCIATI A SCUOLA I RAGAZZI DEL FILM DI SAVIANO

Posted by irpinianelmondo su luglio 20, 2008

20.7.2008– I ragazzi di Gomorra sono stati bocciati. Non dalla critica cinematografica o teatrale e nemmeno dall’opinione pubblica, dallo star system o, più semplicemente, dalla società. Totò e altri dieci ragazzi sono stati bocciati dalla scuola. Salvatore e Simone sono stati addirittura respinti all’esame di terza media. «I miei ragazzi», è il modo in cui ne parla Roberto Saviano, che quasi non vuol credere alla decisione della scuola di Scampia. «Sono stati attori nei teatri più famosi d’Italia – scrive Saviano suLl’Espresso – Hanno avuto i complimenti del presidente Napolitano che era andato a vederli alla prima al teatro Mercadante e poi li aveva salutati uno per uno. Al festival di Cannes hanno ricevuto uno dei tre premi maggiori: il premio della giuria. Eppure alla Carlo Levi di Scampia li hanno bocciati». Probabilmente, la scuola non ha potuto accettare così tante assenze degli allievi e ha dovuto scegliere di fargli ripetere l’anno.

 

I ragazzi che non hanno superato la prova della scuola avevano partecipato anche al progetto “Arrevuoto”, il laboratorio teatrale promosso dal teatro Mercadante, ora diventato Punta Corsara. Avevano portato sulle scene Aristofane e Moliere , calcando anche le tavole del Teatro Argentina a Roma e del Dante Alighieri di Ravenna e raccogliendo premi in giro per l’Italia. E il teatro serviva proprio a portare sulla scena ragazzi considerati a rischio. Serviva a toglierli dalla strada, ad avvicinarli alla cultura, ad insegnargli il confronto e a offrirgli un’altra possibilità. Rappresentava quello che dalla scuola i ragazzi non sapevano prendere e che difficilmente ora hanno imparato. Come ha confidato a Roberto Saviano un professore della scuola media Carlo Levi di Scampia «Hanno bocciato Totò, e questo in una scuola che non dovrebbe più bocciare né promuovere. Una scuola che si è arresa, là dove invece bisognava custodire la speranza».

Maddalena Bovenzi
 da corriere mezogiorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: