www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SCUOLA . AUTUNNO CALDO DI SCIOPERI. IL 27 I PRECARI IN PIAZZA. IL 3 OTTOBRE SCIOPERO GENERALE E IL 17 PROTESTANO I COBAS

Posted by irpinianelmondo su settembre 6, 2008

6.9.2008– Sindacati sul piede di guerra contro i provvedimenti adottati in materia scolastica. Ad annunciare battaglia gli Unicobas della Scuola che hanno indetto per il prossimo 3 ottobre uno sciopero generale con manifestazione a Roma.Il 27 settembre a Roma scenderanno invece i piazza i precari, mentre per i Cobas hanno annunciato per il 17 ottobre uno sciopero nazionale e una manifestazione nella Capitale

Sotto accusa, in primo luogo, i tagli annunciati dal ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini. ”A decorrere dall’anno scolastico 2009/2010, ed entro tre anni -ricorda il segretario nazionale dell’Unicobas, Stefano d’Errico- saranno cancellati 70.000 cattedre e 40.000 ruoli Ata”.

Ma non solo, secondo il sindacato ”verranno modificati orario di lavoro, durata delle lezioni e struttura dei programmi. Si spingerà per tornare al maestro unico alle elementari e per eliminare il tempo prolungato alle medie. Verranno rivisti gli ordinamenti della secondaria, con l’obiettivo di ridurre drasticamente materie e ore di insegnamento. Forse si ridurranno le ore a 50 minuti. Una vera controriforma della scuola in linea con la legge Moratti. Per fare il tutto, la Gelmini avrà 12 mesi di tempo. Non male per un paese che in Europa è agli ultimi posti: 69% di diplomati tra i giovani contro il 73% della Germania, il 77% della Gran Bretagna, l’80% della Francia, l’81% del Belgio e della Grecia, l’84% dell’Irlanda, l’86% della Finlandia e la meta’ dei laureati della media Ue”.

Sotto accusa anche la finanziaria che prevede ”l’innalzamento drastico di un punto percentuale, dall’anno scolastico 2009/2010, del rapporto docente-alunni, con conseguente ‘ingrossamento’ e diminuzione delle classi” e il ddl presentato alla Camera da Valentina Aprea, il cui obbiettivo principale, secondo d’Errico, ”è rendere il funzionamento della scuola pubblica del tutto simile a quello della scuola privata. Le scuole verranno trasformate in fondazioni e consegnate ai privati (piccola e media impresa), i quali entreranno nei consigli d’amministrazione (che sostituiranno gli attuali consigli d’istituto) e, versando un obolo, diverranno i veri padroni della scuola”. Al centro della protesta anche i provvedimenti adottati da Brunetta, dall’esclusione dei lavoratori pubblici dai benefici fiscali sugli straordinari alle norme sulle assenze per malattia solo per i pubblici dipendenti.

7 Risposte a “SCUOLA . AUTUNNO CALDO DI SCIOPERI. IL 27 I PRECARI IN PIAZZA. IL 3 OTTOBRE SCIOPERO GENERALE E IL 17 PROTESTANO I COBAS”

  1. mary said

    la scuola sotto accusa:
    Il Ministro Brunetta a Matrix del 4 settembre 2008 punta il dito contro i supplenti:”li odiano i genitori, li odiano gli alunni, costano allo Stato e alle scuole”, SE SUA FIGLIA FOSSE SUPPLENTE PARLEREBBE COSì?…
    E, continua: “ Meglio un bravo maestro che fa il suo dovere tutto l’anno”.
    Si certo un maestro/a che se si assenta e perde soldi anche se lavora bene. (la qualità caro ministro, la qualità della scuola non le ore!!!!!
    Tutto ciò è assolutamente inconcepibile, un uomo in delirio….
    Si fanno i concorsi, la gente li vince (l’ultimo nel 1999)….non lavora…attende il suo turno…fa praticamente volontariato nelle varie scuole (PER RICEVERE UN TFR DLL’INPDAP ATTENDE ANNI…E NON SONO CAVOLATE!!!)…magari si impegna pure in qualche progetto ministeriale dei cui proventi non godrà ….MA LA SCUOLA SI!!!!
    E DEVE SENTIRSI DIRE QUESTO!!!NOI SUPPLENTI SAREMO GLI INSEGNANTI DEL DOMANI CHE LEI CI ODI O NO CARO MINISTRO! E POI TORNI SULLA TERRA…CON QUESTE ACTION CLASS: “Ce la vede sua nonna citare un impiegato o un ufficio pubblico?????!!!” MORIREBBE PRIMA DELLA SENTENZA!
    NOI NON RIUSCIAMO AD ARRIVARE ALLA FINE DEL MESE..LEI CONTINUI A MANGIARE IL SUO CAVIALE E ……
    MARY 29 ANNI: PRECARIA REALISTA

  2. GENIUS said

    Il governo vuole arrivare al 2012 con la riduzione del debito pubblico (gia obiettivo del governo Prodi) per riuscire nell’intento devono essere ridotta la spesa pubblica (in particolare i dipendenti pubblici) quella di eliminare i precari (supplenti, incaricati) è un idea geniale. Ma ci pensate con l’articolo 4 della legge Gelmini si risparmieranno molti lilioni di euro, inoltre la legge finanziaria presentata per il 2009 (mentre noi eravamo distratti a goderci le vacanze) prevede tra l’altro la trasformazione delle università in fondazioni (quindi solo finanziamenti privati) ……. SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    Genius

  3. GENIUS said

    SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  4. GENIUS said

    Mia moglie aveva un buon lavoro “Precario”
    ora ha molto tempo “Libero”
    Con la legge Gelmini oltre a riddurre i costi dello Stato è stato eliminato anche il problema dei “Precari” finalmente è stata migliorata la qualità della vita restituendo ai precari il tempo libero che meritavano per potersi dedicare allo sport preferito:
    salto del pasto, salto della rata, corsa alla povertà,
    o ai loro Hobby trascurati: guardare la televisione (preferibilmente Mediaset),
    e a tempo perso magari cercare un ottimo lavoro, magari come commessa in un centro commerciale,
    ma ci pensate….. prima non immaginava di poter avere tutte queste opportunità era sempre stressata dalla programmazione, restava a casa anche il sabato e a volte la domenica per preparare le lezioni dei giorni successivi e a correggere i temi dei bambini fino a tardi la sera.
    Che fortuna che abbiamo avuto, io e mia moglie siamo fieri e orgogliosi di vivere nel nostro paese che ha una economia solida e consente ai suoi cittadini di vivere una vita serena, non cambierei queto paese con nessun’altro al mondo.
    Grazie

    ……. è finita la diretta?…..
    …si? …
    …i microfoni sono spenti?

    Wow che str….te che ho detto
    mica avranno capito che non era vero niente?
    meno male anche stavolta è andata…….

  5. benedetto said

    il ministro maristella germini non può e non deve ignorare il lamentare del popolo e organizzazioni sociali. se quel che vuole che sia non è compatibile con i risultati necessari deve: rivedere e correggere. non si può legiferare in senso non confacente alle esigenze e; non deve dire che la gente non si informa. è tutto chiaro, il modo di fare di questo governo solidale tra di loro è, togliere tutti i diritti agli aventi diritti, potevano risparmiarsi il disturbo, stavamo bene e andiamo sempre peggio. si abbassino i loro sproporzionati stipendi, non si può avere tali renumeranze da un popolo povero che si affama giorno dopo giorno. deplorevole e inaccettabile tutte le contestazioni popolari per fare intendere a loro l’impopolarità del loro governo. benedetto

  6. andrea said

    non esiste più lo stato di una volta ognuno si vede i fatti propi……..
    dico io però i loro stipendi perchè non li tagliano forse non sono previsti dalla legge? forse ci dobbiamo ribbelare un po di più? ho forse aspettiamo un colpo di stato.
    arrivati a questo punto io lo aspetto molto volentieri non so voi,intanto aspetto altri commenti su questo argomento.

  7. GENIUS said

    POPOLO SOVRANO, vuoi prendere coscienza che sei il datore di lavoro dei tuoi dipendenti (politici) e se non svolgono bene il loro compito,TU(datore di lavoro) hai il DIRITTO di mandarli VIA!
    Tuttavia sembra che i NOSTRI dipendenti siano diventati i nostri PADTONI.

    Cordialmente
    Genius

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: