www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ALITALIA. ECCO I PUNTI DELL’ACCORDO. FRIMANO ANCHE I PILOTI

Posted by irpinianelmondo su settembre 27, 2008

27.9.2008-Compagnia aerea italiana e Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno siglato l’accordo quadro, il contratto aziendale a cui è stato allegato un verbale con le modifiche.

Ecco di seguito i principali punti dei tre documenti.

ACCORDO QUADRO: assunti 12.500 dipendenti di Alitalia ed AirOne. Sono 3.250 gli esuberi che avranno ammortizzatori sociali. Il piano 2009-2013 di Cai include anche attività di terra, di manutenzione di linea e leggera, ground handling e servizi amministrativo, informatico. Full cargo e manutenzione pesante saranno esternalizzate e Cai avrà una quota di minoranza. Lock up dei soci Cai per cinque anni e nel caso di quotazione in Borsa, non prima di tre anni, impegno a mantenere la maggioranza assoluta (maggiore del 51%) del capitale. Elementoqualificante del progetto un partner industriale internazionale con una quota di minoranza non superiore a quella massima riservata agli attuali soci. Capitalizzazione iniziale di un miliardo di euro e pareggio operativo in due anni.

CONTRATTO AZIENDALE. Vale tre anni ed ha una parte comune e altre distinte per le tre categorie: piloti, assistenti di volo e personale di terra; per la parte non definita varrà la disciplina vigente in Airone. Le sigle che firmano costituiranno una Rappresentanza Sindacale Unitaria (Rsu) per ciascuna delle tre categorie, unica forma di rappresentanza sindacale.

PERSONALE DI TERRA.Orario di lavoro 38,5 a settimana, 26 giorni di ferie, per la retribuzione i minimi tabellari corrispondono agli attualidi Alitalia su 14 mensilità.PILOTI.Le qualifiche sono comandante e pilota. Il pilota di seconda con 36 mesi di anzianità ha i gradi di pilota di prima. La compagnia può assumere direttamente piloti per qualsiasi aeromobile, provvedere alla transizione ad aeromobile superiore e ad avviare al comando nella misura del 25% del fabbisogno. Le ferie sono 30 giorni, che si incrementano di 1 giorno per ogni 5anni di anzianità aziendale fino ad un massimo di 35.Un giorno di riposo ogni 3 di ferie. Il pilota si presenta in servizio con mezzi propri. Diaria di linea: 42 euro giornalieri oltre 12 ore; 3,5 euro per ora sotto le 12 ore. Trenta giorni di riposo per trimestre, con un minimo mensile programmabile di 8. Riduzione del 6%-7% della retribuzione a parità di ore volate.

ASSISTENTI DI VOLOLe qualifiche sono assistente responsabile e assistente di volo.Ferie uguali a quelle dei piloti. Gli assistenti di volo sipresentano in servizio con mezzi propri. Diaria di 42 euro giornalieri oltre 12 ore; 3,5 euro per ora sotto le 12 ore.Trenta giorni di riposo per trimestre, con un minimo mensileprogrammabile di 8. Retribuzione: riduzione del 6%-7% rispetto al trattamento oggi vigente a parità di ore volate. Stipendio mensile di anzianità per 14 mensilità. Indennità di volo per 12 mensilità.

MODIFICHE.BACINO PRECARI: Per i prossimi tre anni Cai può attingere sino a 1.000 lavoratori in totale fra il personale che negli ultimi 36 mesi ha lavorato per società dei Gruppi Alitalia e Airone con contratto di lavoro a tempo determinato.RETRIBUZIONI: La riduzione del 6-7% può essere parzialmente o totalmente recuperata a fronte di incrementi delle ore di volo.RIPOSI: Trenta giorni per trimestre per piloti e assistenti di volo con un minimo mensile programmabile di otto. Da maggio a ottobre due riposi programmati saranno considerati inamovibili. Da novembre ad aprile saranno inamovibili tre riposi.

MALATTIA. La conservazione del posto è prevista per 12 mesi. Per causa di servizio, dal primo giorno di assenza e per i primi otto mesi la retribuzione mensile è invariata; per i successivi é ridotta del 50%. Se non è per causa di servizio dal primo giorno di assenza è corrisposto il 100% della retribuzione per i primi 6 mesi; 50% per i successivi.

QUALIFICHE: Inserito l’assistente di volo responsabile di seconda solo sul lungo raggio con compiti di coordinamento del servizio economy.

PERSONALE TERRA: il lavoro notturno è di almeno sette ore consecutive tra mezzanotte e le cinque del mattino. Per i fini contributivi è quello tra le 20 e le 8 come in Alitalia. Le voci retributive del trattamento Alitalia confluiranno in una singola voce “superminimo ristrutturazione” per 12 mensilità.

FIRMNANO ANCHE I PILOTI

Anche i piloti salgono a bordo di Cai. Dopo una trattativa non stop di quasi 15 ore, segnata in alcuni momenti dal timore di una rottura, Anpac e Unione piloti hanno firmato l’accordo con Compagnia aerea italiana. Il via libera e’ arrivato dopo che i leader di Cgil, Cisl, Uil e Ugl – riconvocati a palazzo Chigi da Gianni Letta – hanno dato il proprio assenso a due punti della proposta che i piloti avevano portato al tavolo: il contratto da dirigente per i comandanti e la riduzione del numero degli esuberi.

All’accordo definitivo con la cordata di imprenditori guidati da Roberto Colaninno e Rocco Sabelli manca solo la firma degli assistenti di volo, che sono stati convocati a palazzo Chigi per lunedi’ mattina. A questo punto, il via libera dei piloti dovrebbe aver spianato la strada per Avia e Sdl. Anpac e Up hanno dunque siglato l’accordo quadro di Cai per la Nuova Alitalia a cui sara’ aggiunto l’allegato che prevede, appunto, il contratto da dirigenti per i comandanti, una proposta che era stata fatta dall’amministratore delegato di Cai Rocco Sabelli.

Mentre per i piloti varra’ il contratto aziendale unico. Tutta la categoria a pioggia avra’ la tutela e l’indipendenza di gestione del contratto che aveva rivendicato. Quanto agli esuberi dei piloti, da un migliaio sono stati ridotti a 860, per l’assunzione di 139 con contratto part time a rotazione. In sostanza, e’ il 9% dei 1.550 piloti che saranno assunti a tempo pieno da Cai (il totale e’ dunque di 1.689 piloti). Per questo obiettivo, si sono battuti nello sprint finale Uil e Ugl e il passaggio e’ stato insidioso, con momenti di tensione, perche’ si era partiti da una percentuale piu’ bassa.

 Le due sigle contano di ridurre ulteriormente questo numero in futuro, perche’ ancora in difetto in quanto la Nuova Alitalia verifichera’ ne avra’ bisogno, almeno di 150. I piloti sperano anche che i 130 di loro che lavorano per il Cargo (per cui e’ prevista l’esternalizzazione) possano rientrare nel perimetro di Cai. Inoltre, e’ stato spiegato, verranno rispettate le liste di anzianita’. Nel ”chiarimento a verbale contratto del 14 settembre” e’ scritto – tra l’altro – che le future eventuali necessita’ di piloti verranno soddisfatte da Cai attingendo al bacino dei piloti in cigs-mobilita’ provenienti da Alitalia, Alitalia Express, Volare e AirOne. ”Una trattativa durissima, non solo stanotte.

Ma finalmente abbiamo raggiunto un accordo che ci soddisfa, considerata la situazione dell’azienda ormai agli sgoccioli”, e’ stato il commento di Fabio Berti, presidente dell’Anpac. Alla fine, anche il governo esprime ”piena soddisfazione” per l’intesa e ringrazia Cai, Roberto Colannino e Rocco Sabelli per l’impegno e la disponibilita’ dimostrata nella lunghissima trattativa. Siamo a un passo dall’accordo complessivo, ha tirato le fila alla fine Letta, pensando alla nuova tornata negoziale che attende il governo lunedi’ con gli assistenti di volo. ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: