www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SANT’ANGELO DEI LOMBARDI (AV).DAI GIOVANI PD LA PETIZIONE ” SALVA L’IRPINIA”

Posted by irpinianelmondo su ottobre 18, 2008

18.10.2008– I Giovani del PD Sant’Angiolese ,  con un’iniziativa simile a quella  del partito nazionale  ma calata sul livello locale , scendono in campo con la petizione ” Salva L’irpinia“:

  Il Partito Democratico a Roma presenta “Salva l’Italia” la raccolta firme contro l’operato del Governo Berlusconi . Noi qui in Irpinia vogliamo presentare “Salva l’Irpinia”, una raccolta firme contro chi in maniera sciagurata sta mortificando un territorio lontano da uno sviluppo sempre annunciato e mai arrivato.

Salva l’Italia nasce per contrastare una destra che si sta dimostrando fallimentare in tutte le sue azioni di governo e che merita in maniera forte la protesta avviata dal PD chiedendo alla gente di scendere in piazza a testimoniare tutto il malessere e il disappunto che cova da mesi. 

Con questo spirito e sulla stessa linea nasce “Salva l’Irpinia”, un’onda di protesta libera e pacifica che vuole sensibilizzare le coscienze nel prendere atto che le azioni attuate e in via di attuazione in Irpinia segnano una mortificazione territoriale grave che non può passare inosservata.

Crediamo nel pd, crediamo in nuovo corso della politica nazionale, regionale e provinciale  e non rinneghiamo affatto la nostra appartenenza allo stesso. La  campagna elettorale e il programma esposto dal segretario Veltroni ha stimolato le nostre progettualità e le nostra concezione della politica: la rinascita della stessa attraverso un nuovo percorso basato su un ricambio generazionale, su una “rivoluzione” democratica costruita dal basso, un abbandono netto del vecchio sistema politico di stampo familista e clientelare.

Da democratici seguiamo la linea nazionale del partito e ne condividiamo interamente i contenuti e i metodi della protesta nazionale. Da irpini però, e allo stesso tempo da irpini democratici, non possiamo non sottolineare un malessere nei confronti di un livello gestionale regionale troppo lontano dai nostri territori.

Vedere un PD regionale che non tutela una parte di territorio come il nostro è uno schiaffo troppo forte che non possiamo permetterci di subire. Perché un livello regionale del partito soffre di qualche posizione ambigua? Non è ancora chiaro il perché della mancata firma al documento “Salva l’Italia da parte del Governatore della Regione. Non capiamo se siamo noi in contraddizione non riconoscendo la linea del PD Regionale o è il PD Regionale in contraddizione con quello Nazionale.  

L’Irpinia non può essere considerata terra di nessuno, perché è una terra di cittadini onesti  che in maniera pacifica soffrono un malessere profondo,  cittadini che non sono abituati a manifestazioni eclatanti e violente, ma che come tutti gli altri cittadini della Campania hanno i loro stessi diritti.

Il diritto alla Salute, un diritto che nelle zone interne dell’Irpinia si cerca di minare. Ci portano le discariche nei pochi luoghi produttivi della provincia e nelle stesse zone taglieranno i servizi essenziali agli ospedali e di fatto impediranno ai cittadini di curarsi.

La salute non può essere legata solo al denaro. Le ASL Napoletane per anni sono state fuori controllo e ora che il sistema è degenerato si va a tagliare e si taglia nei piccoli centri  lasciando inalterati i grandi sprechi: vedi consulenze e convenzioni stipulate dalla sanità regionale.

Come è possibile far finta di non vedere? Il paradosso della situazione politica risiede nella  figura decisionale: ci rendiamo conto che chi deve decidere ha gestito l’ASL Napoli 1, quella che più di tutte aggrava il deficit regionale. Che qualcosa in questo piano di risanamento non va lo hanno capito anche a Roma e si rischia il Commissariamento. Errori gravi commessi in passato e in via di costruzione non possono affossare il desiderio di una nuova regione e di una nuova provincia che abbiamo. Il PD irpino a Napoli non può essere considerato solo bacino di utenza elettorale. La nostra idea è quella di una regione “nuova”: nuova nei metodi e negli uomini!

Per  troppo tempo siamo stati in silenzio e il nostro silenzio era ed è la voce di chi non  ha saputo proteggerci. Allora è arrivato il momento di farci sentire e di alzare la voce.

 I giovani del PD di Sant’angelo dei lombardi con questo documento vogliono prendere distanze nette dai vertici regionali del proprio partito. Il divario di programmazione politica fra la giunta regionale e quello che rappresenta la nostra idea di costruire il futuro in irpinia è netta. Abbiamo disertato la festa provinciale del partito perchè la presenza del governatore rappresentava per noi un affronto alla nostra irpinia e le dichiarazioni rilasciate da Antonio Bassolino segnano una differenza di vedute abissale fra noi e il governo regionale. Un disegno di desertificazione della nostra provincia, sia esso costruito in buona o in mala fede, né lo accettiamo né tanto meno possiamo condividerlo. La costruzione di una discarica come quella di pero spaccone e la  chiusura degli ospedali “Criscuoli” di Sant’angelo e “Di Guglielmo” di Bisaccia rappresentano l’inizio di una desertificazione della nostra provincia e non può essere accettato in special modo se a proporli è il proprio partito di appartenenza.

Prima che giovani politici del PD altirpino, siamo semplici cittadini che amano la loro terra e che la difenderanno a denti stretti.  E partendo da qui, vorremmo che questa petizione sia fatta propria dagli amministratori, dai politici, dai giovani degli altri circoli e  dai cittadini per aiutare un territorio che non può essere sfruttato anche questa volta. Appoggeremo chiunque abbia a cuore le sorti della nostra provincia ma non solo attraverso comunicati stampa ma con la nostra presenza e la nostra azione.

Chiediamo infine al Segretario Vittoria di condividere lo spirito di questo documento, di farlo suo e del partito…. perchè le 100 Irpinie di cui parla, saranno 100 solo se considerano in toto la nostra Irpinia e le voci che da essa provengono.   La sicurezza, l’ambiente e il diritto alla salute non possono divenire merce di scambio delle dinamiche aziendali, politiche e di interessi personali e clientelari. La vita di un uomo, anche di uno solo, non può rappresentare un capitolo di bilancio aziendale o bacino di utenza elettorale.  

   I Giovani del PD  Circolo di Sant’Angelo Dei Lombardi

 

 

 

 

Una Risposta a “SANT’ANGELO DEI LOMBARDI (AV).DAI GIOVANI PD LA PETIZIONE ” SALVA L’IRPINIA””

  1. manuela said

    vgnhgkhjv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: