www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ANCORA RIFIUTI SPECIALI DA NAPOLI VERSO L’IRPINIA: BLOCCATO TIR CON 50 Q.LI DI MATERIALE PERICOLOSO

Posted by irpinianelmondo su ottobre 22, 2008

22.10.2008-Campaniareport-Ancora un blitz dei carabinieri della compagnia di Montella sulle strade dell’Alta Irpinia. I militari hanno intercettato un grosso Tir che, carico di rifiuti speciali e pericolosi, proveniente dalla provincia di Napoli, stava attraversando l’Alta Irpinia utilizzando stradine di campagna della Valle del Basso Calore e del mirabbellano, che oramai sembrano essere le strade preferite per i traffici illeciti connessi alla raccolta, smaltimento e stoccaggio dei rifiuti, dopo l’intensificazione dei controlli sull’Ofantina, che finora era stata considerata l’asse viario privilegiato per la raccolta ed il trasporto illecito di rifiuti.

Il camion intercettato aveva probabilmente deciso di evitare i numerosi e sistematici posti di blocco predisposti lungo l’Ofantina e cercato percorsi alternativi tra i quali la vecchia Ofantina, arteria che permette di muoversi nelle campagne dell’Alta Irpinia evitando le strade principali e la Puglia attraverso le strade del Tricolle. In questo caso i camionisti denunciati provenivano dal casertano. Gli immediati accertamenti hanno permesso di riscontrare e contestare agli autotrasportatori gravi irregolarità e violazioni in relazione al trasporto ed alla raccolta illecita dei rifiuti pericolosi e di escludere, almeno per il momento, che i mezzi e le persone fermate potessero essere riconducibili alla stessa organizzazione.

In particolare, oltre al trasporto illecito di rifiuti, alle persone fermate viene contestato di aver esercitato l’attività di raccolta, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in assenza di autorizzazioni. Inoltre, a causa dei numerosi precedenti penali a carico degli autotrasportatori fermati, specie per reati contro il patrimonio (furto e rapina ma anche truffa) ed in alcuni casi per reati in materia ambientale, è stato proposto il rimpatrio con foglio di via obbligatorio dall’Alta Irpinia.

Sottoposti a sequestro sia il mezzo utilizzato che gli oltre 50 quintali di materiale ferroso, rottami inquinanti, radiatori in alluminio, scarti di rame e diverse batterie di automezzi esauste, nonché eternit e residui bituminosi trasportati nella totale assenza delle autorizzazioni prescritte dalla normativa in materia ambientale, per un valore complessivo di circa 70mila euro. L’ultimo sequestro va ad aggiungersi ai numerosi già eseguiti quest’anno dai carabinieri del comando provinciale di Avellino: 15 siti di stoccaggio non autorizzati per un’area complessiva di circa 100mila metri quadri del valore complessivo di oltre 4 milioni di euro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: