www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ELEZIONI USA . TRIONFA IL DEMOCRATICO OBAMA: ” CAMBIEREMO IL MONDO”

Posted by irpinianelmondo su novembre 5, 2008

obama05.11.2008- QN All’appello mancano ancora cinque stati, – North Carolina, Indiana, Missouri, Montana e Alaska, – ma i numeri che decretano la vittoria del senatore dell’Illinois Barack Obama, eletto 44esimo presidente degli Stati Uniti, raccontano un successo netto e un sostegno pieno da parte del Paese. Per Obama, stando ai conti dell’emittente televisiva Cnn, hanno votato oltre 53 milioni di persone, contro gli oltre 49 milioni di McCain. Per la precisione, per il nuovo presidente sono stati conteggiati 53.516.786 voti, contro i 49.300.666 di McCain.

 

Obama ha finora 338 Grandi Elettori (ne servivano 270 per vincere) più del doppio rispetto ai 156 dello sconfitto senatore dell’Arizona John McCain. Tradotto in percentuale, equivale al 52 per cento delle preferenze per il nuovo presidente contro il 47 per cento del repubblicano.

 

Per Obama un bottino straordinario di Stati che include la Virginia, la Florida, la Pennsylvania, l’Ohio, il Colorado, il New Mexico, il Nevada… Come a dire tutti gli Stati che erano incerti alla vigilia del voto.

 

Il senatore repubblicano John McCain ha parlato a Phoenix in Arizona dicendo ai suoi sostenitori che “L’America si è espressa in modo forte e chiaro”. Ma in queste ore è una certa parte d’America a urlare forte e chiaro, quella delle centinaia di migliaia di persone folli di gioia nelle strade di tante città. E’ la gioia senza confini degli afroamericani, oggi sciolti di commozione e animati da un nuovo orgoglio nell’essere cittadini del grande paese: cittadini finalmente e assolutamente di serie A.

 

Ma Obama è andato a pescare in tutti i settori dell’elettorato più pronti all’avventura: donne, neri e ispanici sono quelli che che hanno votato di più per il candidato democratico alla Casa Bianca secondo le analisi effettuate sugli exit poll. Obama è riuscito poi a conquistare una fetta sufficiente del voto bianco per lasciare al repubblicano John McCain un vantaggio troppo smilzo in questo insieme che sarebbe stato cruciale per farlo vincere. Secondo gli exit poll, Obama e McCain si sono equamente divisi i voti dei bianchi in tutto il paese tranne che negli Stati del sud.

 

Obama è riuscito a vincere nei grandi Stati dell’est e del sud est che sembravano alla sua portata secondo i più ottimistici sondaggi: Pennsylvania, Virginia, Florida, Ohio, oltre a tutti i bastioni democratici del nordest e del centro nord del paese. Non solo: oltre ai grandi Stati della Costa ovest come la California, l’Oregon e il Washington, Obama ha vinto in Nevada, Colorado, New Mexico. Insomma: ovunque.

 

L’incredibile vittoria di Obama – addizionata alla forza che si profila per i democratici al Congresso e a numerose vittoria nelle gare per i governatori – darà al neopresidente un potere che spaventa chi lo considera un pericoloso estremista. La sfida di Obama sul piano interno sarà ricompattare il paese. La sua è una vittoria ben più grande però degli Stati Uniti, perché dall’Africa a grandi zone dell’Asia fino a tutta l’Europa, il trionfo di Obama era atteso con ansia da tutti coloro che vedono nel futuro presidente l’immagine di un mondo nuovo. QN

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: