www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SANITA’ IN CAMPANIA. IdV VOTERA’ CONTRO IL PIANO OSPEDALIERO DELLA REGIONE

Posted by irpinianelmondo su novembre 24, 2008

ospedale-santangelo24.11.2008-Si fa sempre più difficile l’iter legislativo per l’approvazione definitiva del Piano ospedaliero licenziato dalla giunta regionale. Il coordinatore regionale dell’Italia dei Valori, Nello Formisano, ha annunciato che il partito di Antonio Di Pietro non voterà il Piano in Consiglio regionale. “La partecipazione alla manifestazione civica promossa dall’amministrazione comunale di Torre del Greco per salvare l’ospedale Maresca dal declino definitivo – dice Formisano – è totalmente condivisibile e la mia presenza qui, questa mattina, sta a significare che l’Italia dei Valori non solo a Torre del Greco ma anche in Consiglio regionale eserciterà tutto quello che è in sua potestà per impedire la realizzazione di un piano ingiusto, inefficace e comunque non concordato”.

L’esponente di Idv ha partecipato al corteo di protesta organizzato a Torre del Greco contro i tagli previsti dalla Regione per la struttura ospedaliera di via Montedoro. “Mi riferiscono i quattro consiglieri regionali di Italia dei Valori, due dei quali siedono in commissione Sanità, che sarebbe stato approntato un maxi emendamento che neanche è stato sottoposto al loro vaglio. Se questa è la realtà – attacca Formisano – Bassolino e Montemarano continuassero a fare la sanità sprecona che hanno realizzato fino ad oggi. Noi dell’Idv, invece, continueremo a stare dalla parte dei cittadini. Allo stato delle cose – conclude il coordinatore regionale dell’Idv – credo che questo piano ben difficilmente avrà, in Consiglio regionale, i voti dall’Italia dei Valori”.

Intanto, oggi un nuovo grido d’allarme arriva dall’Arcade, l’associazione regionale campana degli ambulatori di emodialisi. “La questione dei tetti di spesa per la dialisi è drammatica: le strutture accreditate o in provvisorio accreditamento a metà novembre hanno raggiunto il numero di prestazioni imposto dai contratti con le Asl” denuncia la presidente Giuliana Fusco che aggiunge: ma le ulteriori prestazioni di dialisi necessarie fino a dicembre non possono essere negate ai pazienti che senza la cura morirebbero: la dialisi infatti è definita prestazione salvavita ed in quanto tale in altre regioni è assicurata senza limite di spesa”.

Oggi gli ambulatori di dialisi accreditati, per una questione etica e professionale, non possono sospendere l’attività indispensabile alla sopravvivenza dei dializzati che non troverebbero neppure assistenza nelle strutture pubbliche, e stanno erogando prestazioni senza la necessaria copertura finanziaria. Il che vorrà dire nuovi contenziosi legali che certo non gioverebbero al futuro della spesa sanitaria. “L’Arcade – ricorda Fusco – ha rappresentato il problema da tempo in tutte le sedi istituzionali, chiedendo che la regione Campania faccia per la dialisi una realistica programmazione di costi, che salvo minime e previste modificazioni è sempre la stessa, e sia in grado di assicurare la cura ai dializzati, con una spesa pur sempre sotto controllo”.Campaniareport

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: