www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

REGIONE CAMPANIA. TRA TRANTI INCARICHI C’E ANCHE IL “CONSULENTE DI FUNERALI ”

Posted by irpinianelmondo su marzo 25, 2009

funerali 25.03.2009– corriere mezzogiorno-«Basta, per carità. È una settimana che chiunque mi incontri non fa altro che accennare al mio incarico collegato alle pompe funebri. Pure mia figlia, pensi. Meno male che almeno non sono superstiziosa. Però non chiedetemi di farmi fotografare…». Assunta Tartaglione, 38 anni, tra le promotrici del Pd campano, docente a contratto di Storia delle istituzioni repubblicane al Suor Orsola Benincasa, è un avvocato sull’orlo di una crisi di nervi. Tutta colpa di una consulenza, quella assegnatale due anni fa dal consigliere regionale Francesco Casillo, che era il presidente della commissione Attività Produttive. Tremila euro lordi per dispensare saggezza e pareri in merito al codice deontologico delle imprese funebri. In virtù di tale incarico, si è guadagnata sul campo e sui giornali l’appellativo della «signora dei funerali». Si lamenta lei: «Tanto rumore per 3.000 euro. Che poi, se dobbiamo dirla tutta, al netto, considerando l’Iva e il fondo di gestione separata non erano neppure la metà. Ho l’aliquota al 40%, sa».

Ammetterà, avvocato, che la questione è piuttosto delicata, suscettibile di facili ironie.
«Se vuole, potrà chiedere delucidazioni sull’incarico al consigliere Francesco Casillo, che me lo assegnò. Lo incontro giusto tra mezz’ora».

Siete amici?
«Sì, non ho problemi a dirlo».

Avvocato, perdoni la schiettezza. Lei quali competenze specifiche vanta in materia di funerali e pompe funebri?
«Mi ha rivolto l’identica domanda un mio collega che mi prendeva in giro un paio di giorni fa. Certo non dovevo occuparmi di funerali. Ho una serie di specializzazioni, ma quella in pompe funebri mi manca. Avevo avuto l’incarico di esprimere un parere».

Su cosa?
«Il parere l’ho dato, ma non ricordo più nemmeno su che cosa. La Regione mi diede la documentazione cartacea, io la lessi e mi pronunciai. Tutto qui. Non sono entrata nel merito. Almeno credo. Ho emesso pure regolare fattura, peraltro. Comunque ho chiesto alla mia collaboratrice di riesumare le carte».

Non aggravi la sua posizione con termini equivoci, per carità.
«Non faccia lo spiritoso, risentiamoci nel pomeriggio e le fornirò maggiori dettagli».

Alle 18 l’avvocato Tartaglione si fa di nuovo vivo ed entra nel merito.
Dunque, in che consisteva il parere che le ha chiesto la Regione?
«La vicenda è questa. A novembre 2001 la Regione Campania approvò una legge sulle attività funerarie, che prevedeva anche un codice di comportamento e tariffe standard per le imprese di pompe funebri. Era una legge quadro. Nel 2006 il consigliere regionale Pietro Diodato presentò una proposta di legge per attuare quei principi normativi varati quasi all’unanimità nel 2001, ma non ancora messi in pratica. Il presidente della commissione Attività Produttive mi chiese di pronunciarmi circa la compatibilità delle norme proposte da Diodato con la legge quadro, con la normativa costituzionale e con quella nazionale».

Lei è esperto di diritto costituzionale?
«No, insegno all’università Storia delle istituzioni repubblicane, ma esercito la professione di avvocato civilista ».

Scusi, allora perché si sono rivolti proprio a lei?
«Se si deve esaminare un disegno di legge, una proposta di legge, importante è avere una formazione giuridica. Non occorre che si sia esperti di diritto costituzionale».

Il suo contributo è stato utilizzato, poi, per la normativa di attuazione della legge quadro del 2001 sulle attività delle imprese di pompe funebri?
«Non saprei e devo dirle che tra tutti i miei pensieri questo non è certamente quello che più mi preme. Vorrei però si smettesse di citarmi ogni volta per questa vicenda delle pompe funebri. Sa, io sono di origini molisane, montanara. Questa inutile sovraesposizione mi crea più di un imbarazzo. Capirà poi che a Napoli non è un ottimo biglietto da visita il fatto che si associ al mio nome ai funerali. È una città dove la scaramanzia non è mai tramontata, come ben sa».

Una Risposta a “REGIONE CAMPANIA. TRA TRANTI INCARICHI C’E ANCHE IL “CONSULENTE DI FUNERALI ””

  1. […] TARTAGLIONE ASSUNTA (Regione Campania. Tra tanti incarichi c’è anche il “consulente di funerali”) […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: