www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

FELTRI NON SI FERMA E VA AL CONTRATTACCO:”I VESCOVI SAPEVANO DEL CASO BOFFO”

Posted by irpinianelmondo su settembre 1, 2009

FELTRIBOFFO01.09.2009-  QN-I  vescovi italiani disponevano dell`”informativa” sul caso Boffo. L`avevano ricevuta insieme con la copia del certificato generale del casellario giudiziale. Lo scrive il Giornale in prima pagina, sotto un titolo a nove colonne . “Il sito internet Dagospia ha pubblicato ieri – aggiunge Il Giornale -ieri la testimonianza di un monsignore ben addentro alle liturgie della Santa Sede”, secondo il quale “l`informativa è la classica minuta preparata per la Segreteria di Stato, destinatari il Papa e Bertone”.
Sul tema Il Giornale ospita una dura lettera del Vescovo di Como, mons. Coletti, che definisce la pubblicazione
dell’informativa “operazione pericolosa e immorale”. Mons. Coletti si chiede quali siano stati i criteri alla base della scelta di Feltri di pubblicare l’informativa: “Il fondato sospetto, confermato dalla testimonianza di tanti onesti e sconsolati giornalisti, è che fra i tanti criteri abbiano troppo spesso la prevalenza soprattutto due: far piacere all’editore di riferimento (leggi: il padrone) e vendere più copie del giornale”. “Continua ad essere pericoloso – scrive mons. Coletti – erigersi a giudici dei peccati altrui”. Pronta la replica di Feltri, con gli stessi toni: “Pericoloso è chi molesta e chi tace”. “Perchè tace?- chiede Feltri a mons. Coletti – L’accusa che rivolge a me dovrebbe riservarla alla sua riverita persona; da un prelato mi aspetterei un impegno per accertare la verità, non per nasconderla”.

 

 

“Tutti sanno quanti processi che coinvolgono il clero ci sono in Italia e all’estero. Voglio augurarmi che l’uso dell’artiglieria pesante non arrivi a un’attività di dossieraggio su personalità della Chiesa, ma non lo escludo”. Lo ha detto il consulente informatico Gioacchino Genchi nel corso del contenitore politico «KlausCondicio», condotto da Klaus Davi su YouTube.

 

«Il crescendo c’è, con ottimi giornalisti che fanno un lavoro di assalto simile alle truppe dei marines… Ma probabilmente, più che cercare e causare lo scontro tra la Chiesa e Berlusconi, il vero scontro è all’interno della Chiesa».

«Di quel documento mi ha colpito la forma. Se lo leggiamo attentamente, ci accorgiamo e possiamo forse decifrare la mano. Nella forma si nota un cipiglio che mi sa molto di militare», osserva Genchi, secondo il quale «non è la mano di un poliziotto. Questo posso dirlo con assoluta certezza. Quella non è una forma, nonostante l’uso dell”eccellenza’, che può essere rivolta a un appartenente della polizia che scrive al proprio capo”.

“Vittorio Feltri ha fatto il suo mestiere. È sbagliato prendersela con lui. Io, anzi, mi complimento con la nuova direzione del ‘Giornalè perchè sicuramente Feltri sta facendo aumentare il numero delle copie, ha resuscitato un giornale che era dormiente”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: