www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SCUOLA. INIZIA IL NUOVO ANNO TRA SCIOPERI E PROTESTE

Posted by irpinianelmondo su settembre 14, 2009

SCUOLA14.09.2009-L’avvio della scuola corrisponde all’inasprirsi delle contestazioni contro i tagli al personale. Il 14 settembre Flc-Cgil, Gilda e Cobas scendono in piazza ma divisi. Intanto il ‘Coordinamento nazionale precari’ mantiene il presidio davanti il Miur, indice una manifestazione nazionale per il 30 ottobre e intima
ai sindacati: non firmate i contratti di disponibilità, sono un bidone.
Il 14 settembre torneranno sui banchi la scuola gli studenti della maggior
parte delle Regioni. L’attenzione però non sarà focalizzata sulla ripresa della
didattica, sulle nuove modalità di valutazione, sulla pertinenza dei programmi
da rivolgere agli studenti: ancora una volta i riflettori di media e opinione
pubblica sono puntati sulle proteste contro l’annullamento di 42.00 posti di
docenti e 15.000 di personale Ata. E sulle conseguenze che stanno comportando
sui precari.
I quali proprio il 14 settembre daranno vita ad una serie di manifestazioni.
Il centro della protesta sarà viale Trastevere. Dove da una settimana il
“Coordinamento precari” ha allestito un presidio permanente: nei giardini a
ridosso del Miur i manifestanti hanno posizionato due camper, un grande gazebo
e diversi striscioni contro l’operato del ministro e l’adozione dei contratti
di “disponibilità”. Se non ci saranno sviluppi i precari hanno detto di non
volere interrompere il presidio: se ciò non avverrà il coordinamento ha anche
già fissato una grande manifestazione nazionale per il prossimo 30 ottobre.
Per il primo giorno di scuola alla loro protesta si sommerà quella dei
rappresentanti della Flc-Cgil. I quali a loro volta tornano davanti al
ministero dell’Istruzione dopo soli quattro giorni: quando alcuni delegati del
sindacato si incatenarono per rappresentare lo stato in cui sarebbe ridotta la
scuola italiana.
Le ragioni della protesta del sindacato di Pantaleo sono le stesse dei
precari: i contratti di “disponibilità” messi sul piatto dal governo,
incentrati su fondi dell’Ue, sarebbero ritenuti dallo stesso segretario
generale di comparto espressione di “soluzioni parziali, insufficienti e
inique”.
Ma le contestazioni non finiscono qui: sempre il 14 settembre scenderà in
piazza anche della Gilda degli insegnanti, ha organizzato un sit-in sempre a
Roma, in piazza San Marco, a cui parteciperanno i dirigenti nazionali
dell’associazione e numerose delegazioni di precari provenienti da varie
province e, soprattutto, dalla Campania, regione maggiormente colpita dai
tagli.
Sempre in corrispondenza del primo giorno di scuola saranno in piazza anche i
Cobas: che si raduneranno davanti gli Usp di diverse città (a Roma davanti al
Miur a partire dalle 16). “Durante la giornata – ha detto il portavoce Piero
Bernocchi – invitiamo docenti ed Ata, come forma lampante di sostegno alla
lotta dei precari,  ad andare a scuola con capi di abbigliamento stagliuzzati
ed adesivi con le scritte ‘No ai Tagli. Difendiamo la scuola pubblica’”.
Oltre al ritiro dei tagli agli organici, i Cobas chiederanno l’immissione in
ruolo su tutti i posti vacanti, ma anche “il rifiuto – ha continuato il
rappresentante dei Cobas – del provvedimento ammazza-precari (i contratti di
disponibilità ndr) e delle cattedre superiori alle 18 ore, che contribuiscono
non poco all’espulsione dei precari”. La soluzione tampone proposta dal Governo
oltre ad infuocare gli animi ha anche prodotto ulteriori divisioni tra i
sindacati. “I precari in lotta – sostiene Bernocchi – hanno respinto il decreto
e in tutta Italia stanno intimando ai sindacati concertativi di non firmare
alcuna intesa sulla testa dei precari e del mondo della scuola”: Una posizione
condivisa dal “Coordinamento nazionale precari”, che ha espresso l’intenzione
aprire “una campagna di massa di disdette delle iscrizioni nei confronti di
quei sindacati che firmeranno l’accordo-bidone”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: