www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CALITRI (AV) . LA CDI DI LETTIERI CONVERTE IN PARTNERSHIP CON FIAT

Posted by irpinianelmondo su ottobre 30, 2009

30.10.2009-Dal tessile all’alta tecnologia e alla ricerca nel campo delle fonti energetiche. Uno stabilimento dismesso in alta Irpinia e’ destinato a diventare leader nella produzione di batterie al litio di nuova generazione, da impiegare nel trasporto e nell’uso stanziale per privati e imprese. Il progetto di riconversione della Cdi di Calitri, in provincia di Avellino, e’ stato presentato dal presidente dell’Unione industriali di Napoli, Gianni Lettieri, a capo di una cordata di imprese che avviera’ la produzione. “La scelta di localizzare lo stabilimento a Calitri – spiega Lettieri – e’ giustificata dalla forte vocazione della Campania verso il settore automotive, dal coinvolgimento dell’area nel settore delle energie rinnovabili, dalla centralita’ con la Puglia e la Basilicata, dove e’ minima la distanza con lo stabilimento Fiat di Melfi”. E Lettieri sottolinea il primato in Italia di investimento del genere nel settore delle fonti energetiche: “Saremo tra i primi in Europa. Ho avuto contatti anche con Magneti Marelli, che ha mostrato interesse per il progetto. Attualmente – aggiunge – soltanto in Cina e’ in corso una produzione di batterie che, pero’, non raggiungono standard di affidabilita’ e qualita’, richiesti soprattutto dal mercato auto”. Alle spalle il centro di ricerche Fiat, la partecipazione di Adler, Arcotronics, Calearo, Mazel Group, Micro-Vett e Meridie. L’impianto di produzione iniziale prevede un sistema lineare per batterie e supercapacitatori, la cui capacita’ massima sara’ di 1.600 moduli l’anno, successivamente arrivera’ a 16 mila. “Bisogna immaginare uno stabilimento modulare – spiega l’ad del Centro ricerche Fiat, Nelio Di Giusto – che cambiera’ nel corso degli anni, adattandosi alla produzione. Nell’alta tecnologia e’ impossibile pensare ad una azienda statica”. Nei primi mesi del 2010 sara’ costituita la societa’, mentre l’operativita’ dell’azienda e’ prevista entro il secondo semestre dello stesso anno. Seicentocinquanta addetti a pieno regime, dai 160 iniziali, l’investimento base e’ di circa 25 milioni di euro, che arriveranno a 125 quando l’impresa avra’ raggiunto la massima produzione. E’ previsto un contributo europeo a fondo perduto del 35%. Affaritaliani.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: