www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO . OPERAZIONE DELLA FINANZA “VIACOLVENTO ” : AI DOMICILIARI VIGORITO E RENZULLI

Posted by irpinianelmondo su novembre 17, 2009

17.11.2009-Tornano a casa, agli arresti domiciliari, i due principali indagati dell’inchiesta ’Via col ventò condotta dalla Guardia di Finanza che martedì della scorsa settimana si era conclusa con gli arresti di Oreste Vigorito, presidente della Ivpc, gruppo leader nel settore dell’energia eolica, e del suo più stretto collaboratore, Ferdinando Renzulli. Nel pomeriggio di oggi, i giudici del tribunale di Avellino hanno infatti disposto l’attenuazione delle misure cautelari, anche sulla scorta delle conclusioni a cui era giunto sabato scorso il gip, Paolo Cassano, dopo l’interrogatorio di Vigorito e Renzulli nel carcere avellinese di Bellizzi. Entrambi sono stati trasferiti nelle rispettive abitazioni di Napoli e Avellino.

Nell’inchiesta si ipotizza il reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata per l’attribuzione di fondi europei: undici le persone complessivamente indagate, tra cui anche due imprenditori siciliani e nove società, sei con sede in irpinia e tre in Sicilia, finite sotto la lente di ingrandimento delle Fiamme Gialle. L’inchiesta ha anche portato al sequestro di trenta milioni di euro che il ministero dello Sviluppo economico si apprestava a corrispondere alle societ… del gruppo Ivpc.Corrieredelmezzogiorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: