www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

MERCOGLIANO (AV) . “DAL BAROCCO ALLA MUSICA VIENNESE” : L’EPIFANIA AL LORETO

Posted by irpinianelmondo su gennaio 5, 2010

05.01.2010-“Dal Barocco alla Musica Viennese”: questo il tema del concerto in programma per domani (mercoledì 6 gennaio) alle ore 19.30 presso lo splendido Salone degli Arazzi dell’Abbazia di Loreto. Il concerto, che rientra nel cartellone “Magie Barocche nel Loreto di Montevergine” promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Mercogliano nell’ambito del progetto “Le Quattro Stagioni. Inverno 2009/2010: Ritorno al Barocco… e non solo” promosso dalla Regione Campania, vedrà l’esibizione del Trio Cameristico di Roma. Reduce dal successo in Cina, dove ha ottenuto notevoli consensi in occasione dell’esibizione alla “Luthing Hall” di Shangai, il Trio Cameristico di Roma è composto da Lee I-Nin, titolare della cattedra di clarinetto presso il Conservatorio di Musica “Casella” di L’Aquila, Stefano Ribeca, fondatore e presidente dell’Associazione Culturale “Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia”, Marco Cianchi, titolare della cattedra di chitarra del Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza. Marco Cianchi, nato a Roma, si è diplomato in chitarra sotto la guida di Claudio Capodieci e si è perfezionato con Manuel Barrueco. Vincitore del Concorso a Cattedre per l’insegnamento della Chitarra nei Conservatori (ha insegnato presso i Conservatori di Perugia, Rovigo, Udine, Campobasso e Terni), attualmente è titolare a Cosenza. E’ il fondatore del Trio, nato nel 1983, con il quale esegue un repertorio particolare in cui trascrizioni e pagine originali si fondono nel raggiungimento di un coerente ideale estetico. Con il Trio ha tenuto concerti in Italia, Austria, Belgio, Germania (Istituto di Cultura italiano a Dortmund), Bulgaria, Tunisia, Algeria, Francia e Svizzera, esibendosi in prestigiose Sale da Concerto quali il teatro “Bulgaria” di Sofia, la “Oekter Halle” di Bielefeld, l’Auditorium Rai del Foro Italico, il teatro “Parioli” di Roma, Villa Rufolo a Ravello, l’Oratorio del Gonfalone a Roma, la WDR di Colonia. Per l’etichetta Musikstrasse, diretta da Franco Bixio, alla quale è legato con un contratto di esclusiva, ha inciso, con il Trio Chitarristico di Roma, un Cd intitolato “Parade”(MC2119.1) contenente musiche di Auric, Poulenc, Satie, Ponce, Villa-Lobos, Weill. Lee I-Nin, nata a Taiwan, ha vinto un concorso nazionale ad appena quindici anni e si è poi perfezionata in clarinetto e musica da camera al Conservatorio e all’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, ottenendo il massimo dei voti e la lode. Allieva di Leister, Garbarono e Brengola, ha conseguito diplomi di merito al Mozarteum di Salisburgo e all’Accademia Chigiana di Siena di cui è stata borsista. Oltre che in Italia, Lee I-Nin si è esibita con grande successo di critica e di pubblico in Francia, Spagna, Austria, Svizzera. Slovacchia, Belgio, Germania, Lussemburgo e in Estremo Oriente, dove si reca ogni anno in tournèe suonando come solista in prestigiose orchestre. Premiata al concorso internazionale di Stresa (1983), ha partecipato alle Settimane Internazionali di Napoli su invito di Salvatore Accardo, al Festival dei Due Mondi di Spoleto, agli Incontri di musica da camera della Fondazione Hindemith a Blonay-sur-Vevey, su invito di Bruno Giuranna, ai festival “Compositeurs de notre temps” di Parigi e “Carrefour de l’Europe” di Nantes, e alle stagioni di molte associazioni concertistiche, fra cui l’Accademia Nazionale di S. Cecilia, l’istituzione Universitaria dei Concerti e l’Accademia di Francia a Roma, la Sala Verdi del Conservatorio a Milano, il Teatro della Pergola e il Festival di musica contemporanea del Gamo di Firenze, il Teatro Morlacchi di Perugia, il Teatro Piccinni di Bari, la Sala Laudamo di Messina, l’Università autonoma di Madrid, il Palazzo della Cultura di Tokyo e il Chiang Kaishek House di Taipei. Si è esibita inoltre, sempre come solista, con il Quartetto Academica, il Quintetto Jupiter, i New York Kammermusiker, la Nationaì Polish Chamber Orchestra, la Siovac Chamber Orchestra, l’Orchestra G. Carissimi e la Francoise Paillard Chamber Orchestra. Titolare di una cattedra in Conservatorio, le sue esecuzioni sono state trasmesse dalla Rai, da Radio Suisse e dalla Radiotelevisione di Taiwan. Lee INin ha inciso per le case discografiche Tìtania, Edipan e Linfair, nonché due sonate di Brahms per là Linfer, il Quintetto K 581 di Mozart per la London (Decca), premiato a Taiwan quale migliore interpretazione dell’anno. Stefano Ribeca, nato a Roma, si è diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia sotto la guida della Prof.ssa Marianne Eckstein ed ha conseguito la laurea di secondo livello, sempre in flauto, frequentando il biennio specialistico presso il Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma sotto la guida del M° Gaetano Schiavone. E’ fondatore e Presidente dell’Associazione Culturale “Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia” dove insegna Flauto Traverso e Teoria Musicale. La “Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia” è giunta al trentatreesimo anno di attività: è riconosciuta dal Comune di Roma, ha il patrocinio del Municipio Roma XVI, è ente formatore per il Ministero della Pubblica Istruzione ed è ente accreditato alla formazione per l’XI Dipartimento del Comune di Roma. E’ docente in corsi di formazione ed aggiornamento per conto del Ministero della Pubblica Istruzione. Ha tenuto concerti in Italia, Francia, Belgio, Germania e Svizzera ed ha inciso due album. “Magie Barocche” continua sabato 9 gennaio, presso il Salone degli Arazzi dell’Abbazia di Loreto, alle ore 19.30, con il concerto di musica barocca dell’Ensemble Barocco di Benedetto Marcello, mentre domenica 10 gennaio alle ore 15 gran finale con il Corteo Storico lungo le strade di Mercogliano fino all’Istituto Maria SS. di Montevergine dove, alle ore 19.30, si terrà il concerto di canti natalizi dell’Accademia Musicale Mercantus. All’Abbazia di Loreto fino a domenica 10 gennaio sarà possibile ammirare le mostre “Ritus. Viaggio nel popolare irpino” di Irene Russo e Claudio Valentino e la Mostra di Flauti e Flagioletti dell’Ottocento della collezione privata del maestro Alessandro Crosta. Fino al 20 gennaio, presso i “Ristoranti della Tradizione” di Mercogliano (riconoscibili grazie a delle apposite vetrofanie installate agli ingressi) è possibile degustare i Baroque Banchet, esclusivi menù ispirati alle tradizioni dell’epoca tutte le sere fino al 20 gennaio 2010. Il progetto “Magie Barocche nel Loreto di Montevergine” è promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Mercogliano in collaborazione con l’Abbazia Territoriale di Montevergine, Biblioteca Statale di Montevergine, Associazione Mercogliano Music Festival, Pro Loco di Mercogliano e Slow Food Condotta Partenio Serinese Solofrana. La Direzione Artistica degli Eventi Musicali è a cura di Antonella De Vinco, la Direzione Tecnica degli Eventi Storici e delle Degustazioni è a cura di Marzia Bilotta, il Coordinamento Tecnico-Scientifico è a cura di Santino Barile, Project Leader è Flaviano Di Grezia. Per informazioni: Infoturismo Campania – Numero Verde 800.223366 http://www.incampania.com http://www.comunemercogliano.it http://www.turismomercogliano.it http://www.irpiniacuoredellacampania.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: