www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

SONDAGGIO IPR. CALANO MINISTRI E PARTITI. BERLUSCONI AL 48%

Posted by irpinianelmondo su gennaio 20, 2010

20.01.2010/Resta stabile la fiducia degli italiani nei confronti del presidente del Consiglio – al 48% – e del governo (40%); cala invece quella verso i partiti con il Pdl che segna un meno 2% quotandosi al 46%, e il Pd che perde 4 punti scendendo nuovamente sotto il 40%, al 37%. Cresce invece, di un punto salendo al 36%, l’Idv di Antonio Di Pietro. Sono questi i principali dati del sondaggio mensile di Ipr Marketing per conto di Repubblica.it che evidenziano in particolare come, al ritorno all’attività politica dopo l’aggressione di Milano, il premier veda consolidato e confermato il risultato di crescita registrato lo scorso mese anche se il giudizio per la sua squadra rimane ancora fermo su una tendenza al ribasso. Tra la compagine di Governo, comunque, la vetta spetta a Sacconi con il 62% dei consensi, seguito da Brunetta (che sale di un punto rispetto all’ultima rilevazione) che ‘quota’ 61%, Maroni (stabile al 60%) e Alfano al 58%; Zaia (+1%) sale al suo miglior risultato assoluto (47%). Qui di seguito, nel dettaglio, i risultati del sondaggio:

Il PREMIER ED IL GOVERNO: La fiducia al Presidente del Consiglio rimane al 48%; rispetto allo scorso mese crescono lievemente (+1) coloro che danno una valutazione negativa all’azione di Berlusconi (50%). Il Governo invece rimane stabile al 40%, e apre l’anno con un risultato fermo su questo livello dallo scorso mese di novembre.

I PARTITI: In questa speciale classifica sulla fiducia ai partiti che sono oggi presenti in Parlamento (da non confondere con le intenzioni di voto), il comando della graduatoria rimane nelle mani del Pdl, nonostante un calo di due punti che porta il partito più grande della compagine governativa al 46% di fiducia; la distanza dagli altri partiti rimane ancora molto ampia: è da notare infatti il forte calo del Pd (-4%), che dopo alcuni mesi di crescita, seguenti all’elezione di Pierluigi Bersani come segretario, scende nuovamente al di sotto del 40%, e con il 37% pare evidenziare prime delusioni sulla linea seguita, anche in relazione alle scelte da mettere in campo per le prossime elezioni regionali. Subito sotto, al 36% si evidenzia una lieve ripresa (+1) dell’Italia dei Valori, che però ancora in questo mese rimane al di sotto del risultato guadagnato dagli alleati del Partito Democratico. L’UDC, stabile al 40%, si conferma al momento seconda forza alle spalle del Pdl. La Lega Nord rimane stabile al 31%.

I MINISTRI: Per quanto riguarda i Ministri, invece, si registrano molti cali, che coinvolgono ben dodici componenti della squadra di Governo. In testa al 62%, questo mese si conferma Maurizio Sacconi, titolare del dicastero del Welfare (stabile) mentre immediatamente alle sue spalle balza, al 61% Renato Brunetta (Funzione Pubblica), al quale forse le provocazioni anti “bamboccioni ” hanno consentito di guadagnare un punto, ed uguagliare il suo migliore risultato assoluto. Alle sue spalle il Ministro degli Interni, Roberto Maroni, stabile al 60%, non pare risentire di effetti negativi seguenti alla rivolta anti immigrati di Rosarno. Segue al 58% Angelino Alfano, titolare del dicastero della Giustizia, il quale anche questo mese non subisce cali, anche se la giustizia é il tema di maggiore conflittualità tra i partiti, e consolida un risultato che lo vede ai vertici dallo scorso mese di ottobre. Subito dietro, al 57%, in calo di tre punti, Giulio Tremonti, che sconta forse le dichiarazioni anti tagli relative alla pressione fiscale. Da notare la crescita del Ministro per le Politiche Agricole Luca Zaia; con un guadagno di un punto, raggiunge, prima di entrare nel pieno della campagna elettorale per le Regionali, il suo miglior risultato assoluto al 47%. Da notare comunque, che tra i 23 Ministri, sono solo 3 quelli che fanno registrare un segno positivo. Il sondaggio è stato effettuato dall’Istituto IPR Marketing, diretto da Antonio Noto, intervistando, con il proprio sistema esclusivo Tempo Reale, il 18 gennaio, un campione di 1.000 italiani – rappresentativo per età, sesso ed area di residenza della popolazione maggiorenne residente.ANSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: