www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CONFINDUSTRIA AVELLINO SCRIVE AL MINISTRO FITTO : COINVOLGERE ANCHE I PRIVATI NELLA GESTIONE DELL’ACQUA E DEI RIFIUTI

Posted by irpinianelmondo su febbraio 1, 2010

02.01.2010-Confindustria Avellino è intervenuta nuovamente sulla questione dei servizi pubblici locali inoltrando una nota al Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Locali Raffaele Fitto evidenziando la necessità di un intervento ai sensi dell’art. 127 della Costituzione. Nella nota viene informato il Ministero delle recenti indicazioni contenute nella Legge Finanziaria regionale per l’anno 2010 recentemente approvata e nella quale viene disposto l’obbligo dell’azionariato pubblico nelle società di distribuzione dell’acqua potabile. Con tale norma viene inoltre stabilito il principio dell’assenza della rilevanza economica del servizio. La disposizione regionale interviene in deciso contrasto alle disposizioni comunitarie attualmente in vigore prevedendo l’esclusività dell’azione pubblica nei confronti della gestione delle risorse idriche. Il presupposto della norma viene, secondo il Consiglio regionale, fondato sulla irrilevanza economica dei servizi idrici per i quali invece il legislatore ha avviato una importante riforma. L’indirizzo del legislatore nazionale ha, nei fatti, assegnato ai servizi pubblici (idrici e rifiuti) una precisa rilevanza economica nonostante, fino all’emanazione del Decreto Ronchi, non siano stati classificati come servizi in regime di concorrenza. L’intento del legislatore nazionale, infatti, pur riconoscendo la proprietà delle reti al soggetto pubblico, intende seguire l’indirizzo comunitario per quanto riguarda la gestione dei servizi in capo a società che prevedano anche la presenza di soggetti privati al fine di favorire la più ampia diffusione dei principi di libertà e di libera prestazione di tutti gli operatori economici. Confindustria Avellino è fortemente preoccupata del generale atteggiamento assunto dalla Regione Campania che con tale provvedimento, a nostro parere incostituzionale, potrebbe indurre in errore numerosi enti gestori di servizi pubblici provocando poi notevoli disservizi ai cittadini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: