www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

LA RICERCA: SUD ITALIA ARRETRATO PERCHE’ MERIDIONALI MENO INTELLIGENTI DEI SETTENTRIONALI

Posted by irpinianelmondo su febbraio 16, 2010

16.02.2010-Il sud Italia è meno sviluppato del nord perchè i meridionali sono meno intelligenti dei settentrionali. Anzi, mentre nel nord Italia il quoziente intellettivo è pari a quello di altri Paesi dell’Europa centrale e settentrionale, più si va verso sud, più il coefficiente si abbassa.

La causa è «con ogni probabilità» da attribuire «alla mescolanza genetica con popolazioni del Medio Oriente e del Nord Africa». Osservazioni che non sfigurerebbero in un pamphlet razzista, ma che invece compaiono sull’ultimo numero della rivista scientifica “Intelligence” che pubblica una ricerca di Richard Lynn, docente emerito di psicologia all’università dell’Ulster a Coleraine.

Lynn liquida secoli di studi sulla questione meridionale teorizzando che al pari della statura, dell’istruzione e del reddito, da nord a sud l’intelligenza media della popolazione scenda fino a toccare il punto più basso in Sicilia. I più intelligenti d’Italia, secondo Lynn, sono concentrati in Friuli.

Lynn non è nuovo a teorie discutibili: negli anni ’70 sostenne che gli abitanti dell’Estremo oriente fossero più intelligenti dei bianchi e nel 1994 nel libro “La curva a campana” teorizzò che nella popolazione di colore, una pigmentazione più chiara corrisponde a un quoziente intellettivo più alto, derivato proprio dal mix con i geni caucasici.

Nello studio pubblicato da “Intelligence”, afferma che «il grosso della differenza nello sviluppo economico tra nord e sud può essere spiegato con la variabilità dell’IQ» e che, in sintesi, nel sud Italia la qualità del cibo è più scadente, si studia meno, ci si prende meno cura dei figli e che almeno dal 1400 il Meridione non partorisce «figure di spicco» nelle arti e nella politica.

La bizzarra tesi di Lynn fa infuriare la politica. «È un’autentica cavolata – commenta a caldo Amedeo Laboccetta – per non dir peggio. Sulle classi dirigenti meridionali si può dir tutto ma non certo che difettano per intelligenza o per capacità di intrapresa. Se un unico difetto si può rilevare – prosegue Laboccetta – è che nel Sud non si fa gioco di squadra, non c’è sinergia». «Chi ha redatto lo studio – dice il deputato Pdl – è un povero ignorante, animato certamente da pregiudizi e da una pesante dose di razzismo».
La Stampa

2 Risposte a “LA RICERCA: SUD ITALIA ARRETRATO PERCHE’ MERIDIONALI MENO INTELLIGENTI DEI SETTENTRIONALI”

  1. tiziana said

    Sarà anche un emerito docente, ma ciò non toglie che resta un emerito ignorante. Oltre che razzista e pieno di pregiudizi. Viene da chiedersi come ha selezionato gli argomenti che sono alla base della sua ricerca, e dove abbia attinto le informazioni circa la qualità dei cibi del meridione. Dal 400 ad oggi quindi non sono mai esistiti tutti i grandi statisti che hanno contribuito alla crescita del paese: o forse sono diventati più intelligenti respirando l’aria del Nord!!!
    Mi piacerebbe conoscere il quoziente di intelligenza di questo studioso, oltre che di tutti quelli che hanno consentito, finanziato e pubblicato il suo studio!

  2. Francesca said

    Quello che è certo è che il Prof. Lynn soffre di una gravissima lacuna nella conoscenza della storia italiana. Non soltanto il meridione è stato prospero e ricchissimo in modo ininterrotto dall’epoca romana, ma in seguito il Regno delle Due Sicilie era uno degli stati più potenti e ricchi d’Europa fino all’Unità d’Italia. O meglio, fino all’invasione del sud da parte dei Savoia, dei morti di fame che avevano speso gli ultimi spiccioli per mettersi in mostra nelle guerre di Indipendenza e dunque avevano bisogno di mettere le mani sul forziere più ricco del Mediterraneo. Inoltre questa conquista fu favorita proprio dagli inglesi, che in questa invasione appoggiarono i Savoia perché il Regno dei Borboni minacciava la loro potenza nel Mediterraneo e sul controllo del Canale di Suez che all’epoca si stava iniziando.
    In quanto al fatto che il sud non abbia dato dei grandi dal 1400 in poi, anche questo è un grave segno di ignoranza storica e culturale del Lynn. Di fatto, a parte poche eccezioni, i maggiori letterati, scrittori, intellettuali della fine del 19° sec e inizi 900 sono stati meridionali – De Sanctis, Croce ecc e soprattutto siciliani – Verga, De Robertis, Capuana, Pirandello per non citarne che alcuni.
    Dimentica inoltre che al nord, fino a dopo la seconda guerra mondiale, la povertà era terribile, in particolare nelle campagne venete, nelle valli lombarde, (il cretinismo endemico dei gozzuti della Val Brembana, dovuto alla mancanza di iodio) e nello stesso Friuli, tutti luoghi da cui sono partite le prime ondate di emigrazione verso le Americhe. Il nord è diventato improvvisamente ricco solo nella seconda metà del 900 e grazie alle risorse rubate al sud. Altro che storie!
    E’ verissimo che oggi il nostro sud è in sfacelo, ma soprattutto grazie al cancro di Mafia, Camorra, Ndrangheta, nate e sviluppate proprio DOPO l’Unità d’Italia e prima fenomeni sconosciuti.
    Inoltre, cosa sia l’intelligenza è un argomento assolutamente non chiarito e si è ormai ampiamente dimostrato che il test dell’IQ non ha alcuna rilevanza scientifica e fa acqua da tutte le parti.
    Il Prof. Lynn dimentica anche che proprio gli irlandesi, gente di grandissimo valore intellettuale, popolo coltissimo e antico, (che tra l’altro, dopo essersi scrollati di dosso gli inglesi, sono diventati una delle nazioni più sviluppate d’Europa) sono stati trattati come delle bestie e definiti razza inferiore per secoli dagli inglesi, che ne hanno sfruttato le risorse dopo aver conquistato la ricchissima Irlanda ai tempi di Elisabetta I.
    Il razzismo, nato col colonialismo e prima fenomeno sconosciuto, è stato inventato prorio dagli inglesi e il Prof. Lynn ricordiamo, NON è irlandese, ma inglese, esempio di quegli invasori britannici dell’Irlanda del Nord.
    Capito a cosa serve conoscere la storia? A far piazza pulita di ignoranti arroganti come questo e come quelli che gli vanno dietro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: