www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ELEZIONI REGIONALI 2010. POLVERINI : TUTTI I PRECARI DEL LAZIO SARANNO STABILIZZATI

Posted by irpinianelmondo su febbraio 23, 2010

22.02.2010– Stabilizzare tutti i precari del sistema sanitario regionale del Lazio. Questo «l’impegno» preso dalla candidata del centro destra alla presidenza della Regione Lazio, Renata Polverini, nel corso di una visita all’ospedale San Filippo Neri. Al termine del tour nel nosocomio romano, durato oltre due ore, Polverini ha detto:«La prima risposta la daremo ai tanti precari che sono impegnati nel sistema sanitario del Lazio, gente che sta in questa situazione anche da oltre dieci anni. Ripartiremo dall’accordo già sottoscritto con le organizzazioni sindacali e che poi è stato disatteso». La candidata è stata «sensibilizzata su questo tema» dal dg del San Filippo Neri, Domenico Alessio e da un incontro con i medici precari del nosocomio. «Su questi professionisti della sanità – ha aggiunto Polverini – il direttore generale mi ha chiesto un impegno forte per la stabilizzazione che io gli ho dato e che verrà esteso a tutti gli oltre duemila precari del Lazio».

Riguardo alla lista, la Polverini ha confermato la possibilità di avere nella suq squadra Isabella Rauti, moglie del sindaco di Roma Alemanno.«Se ne parla da diverso tempo, apprezzo molto la sua professionalità. Vedremo cosa succede. È sicuramente una persona capace». Ancora su questo tema, la candidata del Podl si è detta d’accordo con Fini sul tener fuori dalle liste per 5 anni i condannati in via definitiva per i reati contro la pubblica amministrazione: «Non posso che essere d’accordo con il presidente della Camera. Da persona di buon senso, se vogliamo davvero rinnovare la politica dobbiamo mettere al centro persone per bene».

Bonino: battaglia di tutti, non radicale. Parlando a Radio Radicale la candidata del Pd, Emma Bonino, è tornata ancora sul suo sciopero della fame e della sete in difesa della visibilità televisiva dei candidati radicali: «Questa – ha detto – non è una battaglia radicale, è una battaglia di tutti. Il metodo non violento appartiene più ai radicali? Bene, allora gli altri usino i loro metodi senza però parlare di slealtà o di cose che non esistono: sono profondamente impegnata, e penso si veda, verso gli interessi di tutti i cittadini piuttosto che verso gli interessi di questo o di quello o i malumori di questo o di quello». Più tardi, in un’intervista a Barbara Paolmbelli su Radio 2, ha aggiunto: «Chi non vuole fare lo sciopero della fame perchè è faticoso faccia altro. Rosy Bindi può per esempio sentire il governo per vedere se vuole fare qualcosa». Altro tema toccato, quello dell’aeroporto di Viterbo: «Su Viterbo bisogna assolutamente evitare che diventi la nuova Malpensa, cioè una cattedrale nel deserto. Il problema dei collegamenti e delle infrastrutture è indispensabile».Il Messaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: