www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ELEZIONI REGIONALI CAMPANIA : ECCO COME SI VOTA, E COME SI ATTRIBUISCONO I SEGGI CON IL PREMIO DI MAGGIORANZA

Posted by irpinianelmondo su febbraio 28, 2010

28.02.2010-Domenica 28 e lunedì 29 marzo prossimi, circa 5 milioni di elettori campani saranno chiamati ad eleggere il Presidente della Giunta e 60 membri del Consiglio regionale. Per poter esercitare tale diritto, gli elettori dovranno presentarsi al seggio di riferimento muniti di scheda elettorale e documento di riconoscimento valido.

Il Presidente è eletto quando, a votazione ultimata, lo scrutinio decreterà vincitore il candidato che avrà conseguito il maggior numero di voti validi in ambito regionale. Il Presidente è anche componente del Consiglio regionale, così come il candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale che ha conseguito un numero di voti validi immediatamente inferiore a quello del candidato proclamato eletto Presidente.

Il Consiglio Regionale si compone di 60 consiglieri eletti nelle rispettive circoscrizioni elettorali delle 5 province campane: Napoli (32 consiglieri), Salerno (11), Caserta (9), Avellino (5), Benevento (3).

I consiglieri vengono eletti con criterio proporzionale, sulla base delle liste circoscrizionali provinciali con applicazione di un premio di maggioranza legato al presidente eletto.

La votazione per l’elezione del Presidente della Giunta regionale e per l’elezione del Consiglio regionale avviene su un’unica scheda. La scheda contiene i nomi e i cognomi dei candidati alla carica di Presidente, al cui fianco sono riportati il simbolo del gruppo di liste oppure i simboli dei gruppi di liste riunite in coalizione con cui il candidato è collegato.

Ciascun elettore può, con un unico voto, scegliere un candidato alla carica di Presidente e una delle liste a esso collegate, tracciando un segno su una delle liste. Nel caso in cui l’elettore tracci un unico segno sulla scheda a favore di una lista, il voto s’intende espresso anche a favore del candidato Presidente a essa collegato. Ciascun elettore può, altresì, votare per un candidato alla carica di Presidente, anche non collegato alla lista prescelta. È questo il caso in cui si parla di voto disgiunto.

 La nuova legge elettorale prevede anche la possibilità di esprimere una doppia preferenza, in base alla quale l’elettore può esprimere uno o due voti di preferenza, ma, in questo caso, una delle due preferenze deve riguardare il candidato di genere femminile, pena l’annullamento della seconda preferenza. Qualora l’elettore esprima il voto a favore di un candidato Presidente e la preferenza per più di una lista, verrà ritenuto valido il solo voto al candidato Presidente, mentre saranno considerati nulli i voti di lista.

In virtù del premio di maggioranza, infine, le liste collegate al candidato proclamato eletto alla carica di Presidente della Giunta regionale ottengono almeno il 60% dei seggi del Consiglio, se il presidente ha conseguito più del 45% dei voti validi (ne ottengono almeno il 55% se il presidente ha conseguito meno del 45% dei voti validi). Nel calcolo delle percentuali di seggi del Consiglio non è conteggiato il seggio del Consiglio che, per Statuto, spetta al Presidente eletto. Regionali.it -freedom comunicazioni

22 Risposte a “ELEZIONI REGIONALI CAMPANIA : ECCO COME SI VOTA, E COME SI ATTRIBUISCONO I SEGGI CON IL PREMIO DI MAGGIORANZA”

  1. Luigi Milano said

    Dal vostro articolo leggo che è possibile esprimere due preferenze ma solo se una di queste riguarda un candidato di genere femminile! Che io sappia si può esprimere una sola preferenza! Qual’è il riferimento legislativo al quale fate riferimento nell’articolo? Potre avere una risposta all’indirizzo mail indicato? Grazie

  2. Rosario said

    No in effetti anche io so che si possono esprimere due voti ma il secondo è per un candidato femminile, ma se in caso di due candidati maschili come si stabilisce a chi và il voto questo non è chiaro forse perchè non ho visto ancora la scheda elettorale probabile che siano numerate.
    Cioè due candidati maschili non è possibile dare la preferenza ad entrambi quindi a chi la diamo? Sono Presidente di seggio ormai da anni è mi sto informando per non dare adito ai rappresentati di lista di fare inutili contestazioni.
    Grazie
    Rosario

    • PIPPO said

      SI POSSONO DARE 2 PREFERENZE UNA MASCHILE ABBINATA AD UNA FEMMINILE E VICEVERSA.SE SI DANNO 2 PREFERENZE A CANDIDATI DELLO STESSO SESSO VALE SOLO LA PREFERENZA DATA AL PRIMO CANDIDATO.

    • ciccio said

      Bellissimo desiderio cercare di informarsi un po’ qui, un po’ là, in internet, anzicché attendere di studiarsi il libretto delle istruzioni del Ministero dell’Interno. Bella presidenza! Complimenti!

  3. Francesca said

    quanti consiglieri non vi sembra che 60 sono troppi, Quanti ladri ancora dobbiamo mantenere e per cosa se non riempire il loro portafoglio senza far nulla e poi farti anche schiafeggiare. Mi dite per chi votare se non sono tutti uguali basta ricordare e vedere cosa è successo fino a poco tempo fa. BERLUSCONI, MARRAZZO E TANTI CHE NON SONO O hanno avuto la fortuna di non essere nominati,li manteniamo noi e li facciamo grandi noi con il voto,perciò pensiamoci bene tutti quanto sia importante il nostro voto, PENSO CHE PIUTTOSTO VOTARE A QUESTI PERSONAGGI NON SOLO QUELLI CHE HO SCRITTO , VALE LA PENA DI NON VOTARE per nessuno, Se conoscete qualcuno perbene che abbia veramente fatto qualcosa allora gridatelo e scrivete il suo nome ma…ci credo poco. Sono delusa

    • dom pap said

      PENSO CHE PIUTTOSTO VOTARE A QUESTI PERSONAGGI NON SOLO QUELLI CHE HO SCRITTO , VALE LA PENA DI NON VOTARE per nessuno, Se conoscete qualcuno perbene che abbia veramente fatto qualcosa allora gridatelo e scrivete il suo nome ma…ci credo poco. Sono delusa

      non votare significa fare il gioco di quelli che comandano e che sono sempre i peggiori. Se non condividi la politica del governo, vota contro scegliendo quello che ti sembra meno peggio, ma va a votare e soprattutto informati. Sicuramente troverai qualcuno per cui votare, soprattutto se sono nuovi della politica, giovani, preparati

    • Rolando said

      Si DEVE votare, lo dobbiamo alla democrazia e alla libertà, bene enorme,…donataci, dopo morti e sorprusi dai nostri antenati!!! Contro chi vuole toglierci la libertà di stampa,..la giustizia uguale per tutti!! Voltaire, disse: Non sono d’accordo per niente ,con quello che dici ,ma mi farò uccidere, perchè TU lo dica!!

  4. contro ciccio said

    mmm……
    caro ciccio hai mai fatto il presidente? credo proprio di no!
    Faresti meglio a stare zitto!
    il manuale sulla normativa al voto viene conseganto solo all’insediamento del seggio!
    rosario è un presidente assennato e scrupoloso visto che ha la buona norma di informarsi

  5. Giuseppe said

    Potreste chiarirmi le idee? Mettiamo che io votassi per Ferrero candidato presidente, e per Sinistra Ecologia e Libertà come lista (la quale appoggia De Luca). E’ questo il voto disgiunto? Ovvero devo mettere due crocette? E poi, rispetto a questa seria normativa di genere, io posso votare scrivere due nomi (un uomo e una donna), ma devono essere per forza di una stessa lista o anche di due diverse?

    Grazie!

  6. roberto said

    vorrei sapere se vale il voto disgiunto in campania. grazie

  7. Pippo said

    Se io metto una crocetta sul candidato presidente (ad es. De Luca) e una sulla lista non collegata (ad es. 5 stelle), voto disgunto; ottengo una preferenza per De Luca come candidato presidente e concorro a far raggiungere il quorum del 3% alla lista a 5 stelle giusto? si puo’ votare in questo modo? Grazie

  8. Ops said

    Chiedo scusa… ma nell’eventualità che io dia la preferenza ad un consigliere di una coalizione (e non solo la croce al partito della coalizione) e poi sbarrassi il candidato presidente di un’altra coalizione cosa succederebbe?

    grazie

    • irpinianelmondo said

      SONO VALIDI IL VOTO DI LISTA AL PARTITO E IL VOTO DI PREFERENZA AL CANDIDATO DI QUEL PARTITO. INOLTRE E’ VALIDO ANCHE IL VOTO AL PRESIDENTE DELL’ALTRA COALIZIONE.

      • Rolando said

        Sì, è valido! Non votiamo, per Cosentino e,…dintorni! Meglio De luca,..ha fatto grandi cose a Salerno!

  9. […] Fonte […]

  10. francesco said

    salve volevo sapere se posso dare due preferenze a due candidati di due liste diverse ma della stessa coalizione ovviamente uno maschio e uno femmina… grazie

  11. paolonetedesco said

    se metto la crocetta sul candidato consigliere piu una crocetta sul candidato presidente di quella stessa lista mica mi annullano il voto?

    • irpinianelmondo said

      Il voto di preferenza si esprime scrivendo il nome del candidato consigliere (sulla scheda infatti non trovera’ scritto alcun nome di consigliere candidato ) . Con la crocetta sara’ valido il voto espresso sul candidato Presidente ( di cui e’ scritto il nome e cognome)

  12. angelo said

    SALVE, VOLEVO SAPERE PER QUANTO RIGUARDA IL PARTITO MPA-PSI QUANTI CONSIGLIERI ANDRANNO IN REGIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: