www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ELEZIONI REGIONALI: NEL LAZIO A RISCHIO L’AMMISSIONE DELLE LISTE PdL

Posted by irpinianelmondo su febbraio 28, 2010

28.02.2010-«La magistratura usi buonsenso. L’esclusione del Pdl dalle Regionali avrebbe il sapore di un colpo di Stato. La sinistra, comunque, non si illuda: nel Lazio non molla nessuno». Lo afferma Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra La lista provinciale Roma della Pdl rischia infatti l’esclusione dalle elezioni regionali di fine marzo. La possibile eliminazione sarebbe legata ad una presunta irregolarità nella consegna documentazione delle liste elettorali. Secondo alcuni rappresentanti di altre liste il presentatore di lista per la Pdl Alfredo Milioni avrebbe tentato di consegnare parte della documentazione necessaria fuori tempo. «Entro le 12 dovremmo avere un primo verdetto rispetto a un’istanza che è stata presentata ieri pomeriggio – ha spiegato all’Adndronos Luca Malcotti, vice coordinatore vicario del Pdl di Roma e Lazio – La Corte d’Appello comunicherà quali sono le liste ammesse. Ieri il Pdl ha presentato un’istanza in cui dice che l’esclusione della lista è infondata. Se lista dovesse essere esclusa il Pdl potrà presentare un ulteriore ricorso in Corte d’Appello entro 48 ore , e infine rivolgersi al Tar». Bonino: no a provvedimenti ad listam. «Non vorrei che dopo le leggi ad personam, assistessimo a provvedimenti ad listam. Una innovazione degna di qualche altro regime». È categorica Emma Bonino, candidata per il centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio. «Noi non ci lamentiamo, ma nessuno abbia memoria corta. Questa lista semplicemente non c’è. Si parla di verbale aperto o chiuso. No -scandisce Emma Bonino- non c’è proprio. Questo è un punto di legalità da tenere ben fermo». «Un eventuale ricorso, se fosse riammessa la lista Pdl? «Stiamo con sette occhi. Seguiamo la vicenda e valutiamo». Olivieri (Udc): ieri non eravamo in tribunale. «Le dichiarazioni del segretario del Psi romano Atlantide Di Tommaso, il quale sostiene che l’Udc sia rimasta a guardare e non sia intervenuta durante i concitati minuti che ieri al tribunale di Roma hanno accompagnato la presentazione delle liste del Pdl per le elezioni regionali del Lazio, non corrispondono a verità». Lo afferma Marco Olivieri, responsabile dell’ Unione di Centro per la presentazione delle liste elettorali. Olivieri sottolinea inoltre che «L’Unione di Centro, infatti, ha regolarmente presentato le sue liste venerdì 26 febbraio alle 18.55, mentre la bagarre di cui parla Di Tommaso è avvenuta ieri, sabato 28 febbraio, giorno in cui nessun delegato UDC era presente in tribunale».«La magistratura usi buonsenso. L’esclusione del Pdl dalle Regionali avrebbe il sapore di un colpo di Stato. La sinistra, comunque, non si illuda: nel Lazio non molla nessuno». Lo afferma Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra La lista provinciale Roma della Pdl rischia infatti l’esclusione dalle elezioni regionali di fine marzo.

La possibile eliminazione sarebbe legata ad una presunta irregolarità nella consegna documentazione delle liste elettorali. Secondo alcuni rappresentanti di altre liste il presentatore di lista per la Pdl Alfredo Milioni avrebbe tentato di consegnare parte della documentazione necessaria fuori tempo.

«Entro le 12 dovremmo avere un primo verdetto rispetto a un’istanza che è stata presentata ieri pomeriggio – ha spiegato all’Adndronos Luca Malcotti, vice coordinatore vicario del Pdl di Roma e Lazio – La Corte d’Appello comunicherà quali sono le liste ammesse. Ieri il Pdl ha presentato un’istanza in cui dice che l’esclusione della lista è infondata. Se lista dovesse essere esclusa il Pdl potrà presentare un ulteriore ricorso in Corte d’Appello entro 48 ore , e infine rivolgersi al Tar».

Bonino: no a provvedimenti ad listam. «Non vorrei che dopo le leggi ad personam, assistessimo a provvedimenti ad listam. Una innovazione degna di qualche altro regime». È categorica Emma Bonino, candidata per il centrosinistra alla presidenza della Regione Lazio. «Noi non ci lamentiamo, ma nessuno abbia memoria corta. Questa lista semplicemente non c’è. Si parla di verbale aperto o chiuso. No -scandisce Emma Bonino- non c’è proprio. Questo è un punto di legalità da tenere ben fermo». «Un eventuale ricorso, se fosse riammessa la lista Pdl? «Stiamo con sette occhi. Seguiamo la vicenda e valutiamo».

Olivieri (Udc): ieri non eravamo in tribunale. «Le dichiarazioni del segretario del Psi romano Atlantide Di Tommaso, il quale sostiene che l’Udc sia rimasta a guardare e non sia intervenuta durante i concitati minuti che ieri al tribunale di Roma hanno accompagnato la presentazione delle liste del Pdl per le elezioni regionali del Lazio, non corrispondono a verità». Lo afferma Marco Olivieri, responsabile dell’ Unione di Centro per la presentazione delle liste elettorali. Olivieri sottolinea inoltre che «L’Unione di Centro, infatti, ha regolarmente presentato le sue liste venerdì 26 febbraio alle 18.55, mentre la bagarre di cui parla Di Tommaso è avvenuta ieri, sabato 28 febbraio, giorno in cui nessun delegato UDC era presente in tribunale». Il Messaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: