www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

IN ARRIVO UN NUOVO CONDONO EDILIZIO: LA PROPOSTA DEI SENATORI PdL

Posted by irpinianelmondo su marzo 12, 2010

12.03.2010-Una riapertura dei termini per l’accesso al condono edilizio del 2003. A proporlo un nutrito gruppo di senatori del Pdl, in un progetto di legge presentato in Senato. Il testo fissa al 31 dicembre di quest’anno il termine ultimo per la presentazione della domanda e lascia fermi gli elementi di ammissibilità previsti nel 2003, dalla tipologia dell’abuso all’epoca in cui esso è stato compiuto (31 marzo 2003). Ma, secondo il quotidiano ‘La Repubblica’, che dà ampio rilievo alla notizia, se il provvedimento fosse approvato “questa volta ci sarebbe un’agevolazione in più: i beni ambientali e paesaggistici scompaiono dalle aree intoccabili”. Nella relazione che accompagna il provvedimento, si legge che il provvedimento “consentito anche alle richieste di sanatoria, concernenti opere realizzate su aree vincolate, di essere assentite, previo beninteso – prosegue il testo – il nulla-osta dell’autorità preposta alla tutela del vincolo stesso”. Non solo, si “prevede espressamente, a tal fine, l’effetto interruttivo su procedimenti sanzionatori o esecutivi in corso, anche in forza di sentenze divenute definitive, conseguente alla semplice presentazione della speciale domanda di sanatoria”. Firmatari del provvedimento, presentato il 17 febbraio scorso, i senatori Sarro, Nespoli, Fasano, Izzo, Giuliano, Vetrella, Compagna, Calabrò, Lauro, Pontone, De Gregorio, Esposito, Coronella e Sibilia.APCOM

17 Risposte a “IN ARRIVO UN NUOVO CONDONO EDILIZIO: LA PROPOSTA DEI SENATORI PdL”

  1. ale said

    è giusto fare un altro condono per par condicio nei confronti delle persone che non hanno potuto usufruirne nel 2003 e per dare il diritto ad avere una casa di proprietà alle tante persone che se la sono costruita con tanto sacrificio!!! andate avanti e l’italia vi appoggerà-

  2. michele said

    LA CAMPANIA VINCE SEMPRE TUTTI I PRIMATI ,CON LA NEGAZIONE ,CIOE’ NEL SENSO NEGATIVO. DIAMO UN AIUTO IN PIU’ PERCHE’ LO MERITANO I CITTADINI CAMPANI ,DI AVERE UN ULTERIORE RIALLACCIAMENTO AL EX CONDONO DEL 2003, PERCHE’ LA GENTE NON HA CAPITO MOLTO BENE SE SI POTEVA OPPP. NON POTEVA PRESENTARE DOMANDA DI CONDONO NEL 2003 VISTO CHE LA REGIONE HA FATTO QUELLO CHE DI SOLITO NEI PAESI CIVILI NON SI FA. E LA GENTE I CITTADINI HANNO VISSUTO MOMENTI DI CONFUSIONE E DI INGIUSTIZIA. FARE UNA CASA CI VOGLIONO ANNI DI SACRIFICIO ABBATTERLA CI VUOLA NIENTE UNA FAMIGLIA SENZA UNA PROPRIA CASA, E’ COME UNA NAVE SENZA NOCCHIERE IN GRAN TEMPESTA. APPROVIAMO ,CIOE’ RIAPRIAMO I TERMINI RETRATTIVI AL CANDONO 2003 .E’ IL MIGLIOR MODO PER ESSERE GIUSTO IN UNA CAMPANIA CHE, NON E’ STATA COSI, TANTA GIUSTA CON I CITTADINI.PENSO CHE IL MIO ANNUNCIO SERVE P0ER DARE UN CONTRIBUTO ALLE ISTITUZIONE ITALIANE,PER L’APPROVO SONO UN CITTADINO DI CASERTA.

    • Raffaele Alber. said

      In campania è necessario ed urgente riaprire i termini del condono ultimo 2003 , Per tale condono la maggior parte delle case da condonare non hanno avuto la possibilità di presentare la domanda perchè la legge dello stato non aveva avuto il benestare della regione campania o quest’ultima fu molto restrittiva sulle norme per accedere al condono edilizio.
      Dato che molte abitazioni realizzate non hanno prodotto domanda di condono , e dato che queste ultime esistono e sono abitate da persone che con sacrifici le hanno costrite , evitiamo che vengano abbattute e che, servino per lo scopo per cui sono state realizzate, cioè essere abitate, come prima casa.
      Accontentiamo il popolo campano con una proroga dei termini per la presentazione delle domande di condono e salviamo il salvabile.
      ciao da Raffaele ,forza Pinuccio M. in Campania.

  3. enzo said

    berlusca ti amooooo!!!!

  4. franco said

    i cittadini della CAMPANIA altro non sono che vittime delle continue ripicche tra politici di dx e quelli di sx,riaprire i termini del condono del 2003 sarebbe solo una normilita’ dato che tutti i cittadini d’ITALIA ne hanno gia’ beneficiato.

  5. michele said

    non aspettiamo che le abitazione opp.alcuni abusi vengono abbattuti dalle ruspe e poi favoriami i piu’ ricchi blocchiamo le demolizione in corso e se il senato ci vuole aiutare lo faccia subito.la campania sembra che deve pagare con il sangue e sacrifici sempre gli errori di tutti.molti abusi sono attribuiti ai comuni che per anni non approvano il p.r.g.c.adesso chiamasi puc perche’ non c’e’ una legge seria che faccia approvare il piano regolatore comunale in un tempo breve e il paese opp.il comune diventa una zona molto dolce per versare rifiuti ecc aiutiamo la campania a crescere mettiamola in sesta approviamo subito il condono 2003. la gente oltre a trovarsi senza lavoro si trovera anche senza casa lasciamoli un po’ da parte i verdi e altri che si oppongono. grazie a tutti i parlamentare

  6. Giampiero said

    La Sardegna aspetta con ansia una nuova possibilità per quelle famiglie che con tanti sacrifici si sono fatti una casetta al mare.
    Per decenni abbiamo aspettato un piano che mai è arrivato, arrivano concessioni solo per villaggi e alberghi, anche noi abbiamo il sacrosanto diritto di poter portare i nostri figli al mare, ci hanno costretto alla tenda o alla roulotte, mentre Renqato Soru aveva la villa al mare sugli scogli, a noi le demoliranno se non si fa in fretta, oltre i 150 metri in zone già compromesse. Siamo un migliaio solo in Ogliastra che sperano, in una giustizia che la sinistra sarda continua a negare incredibilmente ai POVERI. Fate presto e saremo sempre, con voi l’abbiamo già dimostrato
    mandando Soru a casa.

  7. Giovanni said

    Giustissimo basta che non sia un condono come quello del 2004 pieno di vincoli, con le Regioni che sono di Sinistra e vanno contro il Governo, giusto ad un condono chiaro e ben pianificato, dove non ci siano dubbi interpretativi, in modo che le persone non si trovino in difficoltà economiche, l’importante che sia un condono edilizio accessibile dal punto di vista economico da qualsiasi utente

  8. mariateresa di torino said

    scrivo da torino sarei molto felice perche vorrei fare una veranda sul mio terrazzo rientrato e lo vorrei fare ma in regola spero tanto……………

  9. michele said

    è anticosituzionale come si è comportata la regione campania.tutti i cittadini italiani,quindi anche i campani hanno il diritto di usufruire di una legge nazionale,sono italiani anche loro!!!sono sicuro che il governo Berlusconi cancellera’ quest’ingiustizia……….confido nel nuovo presidente Stefano Caldoro

  10. Alfredo said

    Per la Regione Campania sarebbe un buona soluzione, fermo restando il limite nelle zone vincolate. Poiché le persone oneste sono state raggirate da quell’ipocrita di Bassolino.
    VD Munnezza

  11. luciano said

    grande Berlusconi questo è un modo per far ripartire l’talia

  12. michele said

    e’ giusto dare un nuovo condono edilizio alla campania perche’la stessa vince tutti i primati con la negazione la casa e’ importantissima per una famiglia soprattutto quando la fanno con i risparmi e sacrifici, aiutiamo i campani, e blocchiamo le ruspe maledette. grazie

  13. giuseppe said

    Per la Regione Campania sarebbe un buona soluzione, fermo restando il limite nelle zone vincolate. Poiché le persone oneste sono state raggirate da quell’ipocrita di Bassolino.
    P.S. Berlusconi è l’unica persona che può far riprendere l’Italia, come già stà avvenendo.

  14. meno male che sivio berlusconi insiema ai suoi senatori hanno capito tutto sul grande disastro legislativo fatto dal vecchio governatore della regione campania . Ma io mi domando e dico : perchè solo ora si scoprono le misfatte del vecchio regime di sinistra. Non si poteva intervenire prima? Ma ! come dice un vecchio provebio ” Meglio tardi che mai “.

  15. VINCENZO said

    BERLUSCONI VAI AVANTI PER LA TUA STRADA CHE STIAMO CON TE E CON CALDORO IN CAMPANIA PERO FATE IN FRETTA PIU ‘ CHE POTETE PERCHE NON RESISTIAMO PUI MORIAMO GIORNO DOPO GIORNO SBLOCATE TUTTO CONDONO IL LAVORO SNELITE LE BUROGRAZIE DATEVI DA FARE E NOI CON VOI FORZA SILVIO E CALDORO

  16. paola said

    Domanda:ma il condono è stato approvato?In Puglia si può iniziare ad avviare domanda?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: