www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO. PENSIONATI : DATI ISTAT AGGHIACCIANTI

Posted by irpinianelmondo su marzo 24, 2010

24.03.2010-La perdita di ben 380.000 posti di lavoro per il 2009, secondo quanto comunica l’Istat, ha fatto salire il tasso di disoccupazione medio al 7,8%, rispetto al 6,8% della media del 2008, e se si considera che, con riferimento al 4° trimestre del 2009, il tasso di disoccupazione è salito all’8,2%, il livello più alto dal 2001, il dato diventa ancora più preoccupante. – ha dichiarato il Segretario Provinciale del Partito Pensionati per l’Italia, Antonio de Lieto – Questi dati sono ancora più gravi perché sono la prova vera che il Paese non è uscito dalla crisi ma che, anzi, sta vivendo forse il momento peggiore di una crisi economica che sta mettendo in ginocchio il Paese e sta facendo vivere a milioni di cittadini, tra questi tantissimi irpini, l’incubo povertà. I senza lavoro, sempre secondo l’Istat, sono 2milioni145mila ed a questi vanno aggiunti coloro che si sono rassegnati ad una eterna disoccupazione e neppure più cercano lavoro, una situazione agghiacciante che non può lasciare indifferente nessuno, tantomeno il Governo. Una disoccupazione in crescita continua – ha rimarcato il leader del Partito Pensionati per l’Italia – se si considera addirittura che, secondo i dati Istat, nel gennaio 2010 il tasso di disoccupazione destagionalizzato ha raggiunto l’8,5%. Tutto ciò fa prevedere un futuro a breve e medio termine pesantissimo per la nostra economia, per i lavoratori e per tutta la società italiana. C’è da chiedersi cosa accadrà a tanti padri di famiglia quando finirà la possibilità per le aziende di ricorrere alla cassa integrazione guadagni e alla mobilità – ha sottolineato DE LIETO – ed è proprio per venire incontro a queste situazioni più che preoccupanti che il Parlamento, come aveva già fatto del resto, allunghi la cassa integrazione. Il Partito Pensionati per l’Italia ritiene che sia necessario che il Governo prenda atto di una situazione che è difficilissima e abbia il coraggio di abbassare le tasse non solo per pensionati e lavoratori dipendenti, ma per tutti i settori produttivi del Paese in modo da rendere più competitivi i nostri prodotti e ridando, al tempo stesso, disponibilità economica alle famiglie, agevolando i consumi e con essi la produttività e l’occupazione. I fatti dimostrano – ha concluso il leader del Partito Pensionati per l’Italia – che l’ottimismo a tutti i costi non paga, ed è giusto parlare chiaro al Paese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: