www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

PIANO OSPEDALIERO IN CAMPANIA. NELLA “RESIDENZA SANITARIA ASSISTITA” DI NUSCO E’ TUTTO GRATIS

Posted by irpinianelmondo su aprile 18, 2010

18.04.2010-Si parla di tagli di posti letto, chiusura di ospedali, riduzioni di spesa sanitaria  etc..Insomma sulle strutture sanitarie della Campania si sta per abbattere una mannaia impietosa e senza eguali. Non si contano le proteste di politici, sindacati, operatori,  dipendenti etcc….Ma le ragioni  economiche prevalgono su quelle della salute . Parola d’ordine: tagliare .   Il buco sanitario  accumulato negli anni dalla Regione Campania sembra effettivamente incolmabile. Sprechi , mala gestione ,  corruzione  , disinteresse, clientele   etccc.. hanno fatto della sanità campana un colabrodo di cui non si riescono a contare i buchi .

Un esempio di sanità pubblica ,   che forse in parte ha concorso allo sfacelo della sanità  Campana, ci viene dalla “Residenza Sanitaria Assistita “ di Nusco. Un centro  dove vengono assistiti circa 50  anziani .  Degenza assistita 24 ore su 24. Cure mediche , terapie motorie e riabilitative ,   vitto , alloggio  ed assistenza di ogni genere . Vi lavorano circa 50 dipendenti. La Residenza e’ gestita  da una cooperativa Toscana : la  Seriana   che si e aggiudicata l’appalto  indetto dall’ ASL  per circa 9.000.000,00 di euro per 5 anni. Ogni   assistito costa circa 3.000,00 euro mensili.  

Non e’ dato conoscere  il livello di cure ed assistenza riservate ai degenti la cui supervisione e’ rimessa ai funzionari ASL.   Ma a,ltra cosa  molto importante , non e’ dato conoscere nemmeno secondo quali criteri vengono ammessi  i degenti. Si , perchè  l’ammissione alla Residenza in questione e’ molto ambita  per il semplice motivo   che tutto il servizio e’ interamente gratuito. Tutti i costi infatti sono interamente a carico dalla sanita’ Pubblica Regionale. Nessun concorso, nemmeno di un euro , e’ previsto a carico dei degenti. I quali   continuano a percepire pensioni ed accompagnamento  senza spendere una sola cifra per la degenza e le cure.  Molti altri anziani , meno fortunati,  in altre strutture similari  versano  invece ben oltre le proprie pensioni,   aiutati anche  dai familiari. In questa Oasi sanitaria invece  e’ tutto gratis ( o meglio  a carico della sanità  pubblica ).

Certo, sarebbe il massimo  riuscire  ad  assicurare un servizio del genere  a tutti gli anziani bisognosi. Purtroppo sappiamo che non e’ possibile.  Ne’  si dovrebbe gridare allo scandalo se un assistito   concorresse con una quota del proprio reddito ( pensione ) alle cure  di cui gode . Non è cinismo o cattiveria. Il buonismo a buon mercato   non porta lontano . Si tratta  semplicemente di essere pratici e realistici. Ma forse  oramai e’ troppo tardi. Per colpa di una gestione  della sanita’ campana a dir poco “ allegra “ , oggi ci aspetta  la mannaia. E forse ce la meritiamo anche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: