www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

RAPPORTO MOODY’S : ANCHE L’ITALIA A RISCHIO

Posted by irpinianelmondo su Maggio 6, 2010

06.05.2010-Mentre Atene vive una nuova giornata di tensioni e manifestazioni, Moody’s avverte: la crisi greca potrebbe contagiare le banche di alcuni dei principali Paesi europei, tra cui Italia, Spagna e Gran Bretagna. Moody’s: rischio contagio anche per l’Italia. L’agenzia di rating Moody’s, in un rapporto diffuso stamattina, ha lanciato l’allarme: la crisi finanziaria della Grecia rappresenta un rischio di contagio importante per i sistemi bancari di diversi Paesi europei. Secondo Moody’s i Paesi più a rischio di contagio sono il Portogallo, la Spagna, l’Italia, l’Irlanda e la Gran Bretagna. «Banche italiane robuste, ma non immuni». «L’Italia è uno dei Paesi dove il sistema bancario è stato sino a oggi relativamente robusto», ma dove c’è comunque un rischio di contagio se «le pressioni dei mercati sui “rating sovrani” aumenterà» dice Moody’s nel report sul sistema bancario europeo.

Nel rapporto si sottolinea come il sistema bancario italiano abbia accusato meno di altri lo scoppio della “bolla immobiliare” e di quella dei derivati. Il premier greco Giorgio Papandreou si è consultato durante la notte con tutti i leader politici, dopo le tragiche morti di ieri ad Atene, ribadendo la necessità di dare prova di responsabilità, a poche ore dal voto odierno in Parlamento sul patto di austerità. Il premier ha ribadito l’invito per un vertice al fine di garantire l’unità del Paese in un momento cruciale.

Ieri un drammatico appello all’unità politica e sociale era giunto dal presidente della repubblica Karolos Papoulias, il quale aveva avvertito che il Paese «è sull’orlo dell’abisso». Le banche greche osservano oggi uno sciopero di 24 ore per lutto e protesta per la morte di tre loro colleghi durante gli incidenti di ieri. Il sindacato dei dipendenti pubblici Gsee denuncia oggi le «tragiche morti» e la «provocazione», ma assicura che «continuerà la lotta per le giuste richieste» dei lavoratori contro il piano di austerità. I principali sindacati greci hanno organizzato per oggi pomeriggio un nuovo raduno ad Atene di fronte al Parlamento, dove sarà esaminato il piano di austerità proposto dal governo di Papandreou e concordato con Unione europea e Fmi.

 Il leader del principale partito di opposizione (ND, centrodestra) Antonis Samaras ha accolto l’invito del premier per un vertice. Nei giorni scorsi tutti i partiti avevano rifiutato l’incontro perché convocato dopo la firma degli accordi con Ue-Fmi sul piano di austerità e non prima, come richiesto. Il testo legislativo del piano è stato approvato ieri notte in Commissione con i soli voti del partito al governo, il Pasok. La polizia ha ieri fermato 70 persone: 25 sono state poste in stato di arresto per i disordini sfociati nell’attacco incendiario che ha provocato la morte per soffocamento di tre impiegati, due donne di 35 e 32 anni e un uomo di 36, della Marfin Egnatia Bank.

 Il movimento anarchico, cui esponenti sono accusati del mortale attacco incendiario ad Atene, si difende sul web affermando che «nessuno poteva sapere che c’erano persone all’interno della banca» in un giorno di sciopero cui avevano aderito la maggioranza degli istituti di credito. E denuncia la campagna politico-mediatica per giustificare una nuova grande «repressione contro il movimento anti-autoritario». Nuovo sciopero generale la settimana prossima. I sindacati del settore pubblico, Adedy, e privato, Gsee si preparano ad un nuovo sciopero generale la settimana prossima in occasione della presentazione in Parlamento del testo di legge sulla riforma della previdenza sociale. Lo indicano fonti sindacali citate dai media. Oggi i due sindacati, parallelamente a quello comunista Pame protesteranno davanti al Parlamento in occasione del voto sul piano di austerità varato dal governo in accordo con Ue-Fmi.

messaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: