www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

G8. BONDI E L’INCARICO ALL’INGEGNERE-PARRUCHIERE PER RESTAURO UFFIZI

Posted by irpinianelmondo su Maggio 9, 2010

09.05.2010-L’ok del ministro dei Beni culturali, Sandro Bondi, alla promozione di Riccardo Miccichè a direttore dei lavori di restauro dei Grandi Uffizi (29 milioni e mezzo di euro la spesa prevista), è al centro di un’informativa dei carabinieri del Ros agli atti della richiesta di rinvio a giudizio immediato di Angelo Balducci, Fabio de Santis, Francesco De Vito Piscicelli e dell’avvocato Guido Cerreti. Lo rivelano oggi il Corriere della sera e la Repubblica. Bondi reagisce indignato: nulla a che fare con questa storia.

Micchichè, 36 anni, già rappresentante della struttura Grandi eventi al G8 della Maddalena, risulta essere ingegnere ma con un curriculum in cui compaiono le attività di parrucchiere e di unico componente del consiglio di amministrazione di una società , la Erbe medicinali Sicilia, «specializzata nella preparazione di terreni per la coltivazione delle erbe». Viene comunque nominato da Bondi il 22 dicembre 2009 direttore dei lavori per il restauro degli Uffizi.

Lo stesso Fabio de Santis, provveditore della Toscana tuttora in carcere, esprime perplessità su Miccichè al telefono con Enrico Bentivoglio, «responsabile unico per il procedimento» degli Uffizi, in una intercettazione.

De Santis: «Miccichè? Non ci posso credere».
Bentivoglio risponde: «Ma ti rendi conto? Quando siamo andati che ci stava pure Bondi… abbiamo fatto la riunione l’altro giorno… siamo tornati in treno.. c’era pure Salvo (Nastasi, ndr.) allora stavamo un attimo da soli e ho fatto “Salvo ma siamo sicuri di coso qua, del siciliano?”».

Il fratello di Miccichè in una ditta controllata da Cosa Nostra. I carabinieri dispongono nuove verifiche e nella relazione evidenziano: «Effettivamente Miccichè non appare essere munito di una particolare esperienza per condurre la direzione dei lavori degli Uffizi». I carabinieri sottolineano che il fratello di Miccichè, Fabrizio, è responsabile tecnico della ditta Giusylenia srl, impresa «sotto il controllo di esponenti della Cosa nostra agrigentina». Da qui la necessità di nuovi approfondimenti.

Bondi: nulla a che fare con faccende e faccendieri. Sandro Bondi reagisce con una nota: «Oggi alcuni quotidiani danno il meglio di sé nell’esercizio di lordare anche la mia onestà. Avrò il tempo per medicare le ferite alla mia onorabilità che, attraverso alcuni articoli, mi sono state inferte. Nel frattempo, desidero rivendicare il merito di aver proceduto al commissariamento dell’area archeologica di Pompei, dei Fori Romani, di Brera e degli Uffizi. Per quanto riguarda il Museo degli Uffizi, appena ho avuto conoscenza delle indagini della magistratura, ho revocato immediatamente il commissariamento per agevolare il lavoro della magistratura stessa, proprio perchè non ho nulla a che fare con faccende e faccendieri di cui si parla».

Il  messaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: