www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO. PrC CONTRO LA “TRUFFA MARCHIONNE” IN DIFESA DI POMIGLIANO D’ARCO

Posted by irpinianelmondo su giugno 22, 2010

22.06.2010. Il circolo di Avellino del Partito della Rifondazione Comunista aderisce in maniera convinta alle due manifestazioni che si terranno a Napoli in questo fine settimana in sostengo dei lavoratori dell’alfa di Pomigliano e il
Napoli Pride .

È chiaro che ormai non sono solo in gioco il destino di uno stabilimento industriale o un disegno di legge per riconoscere uguali diritti a tutte le persone, ma è in gioco la stessa democrazia e la Costituzione. Quello
firmato in questi giorni è un accordo truffa, UN VERO AFFARE PER MARCHIONNE, AZIONISTI, SINDACATI, E POLITICANTI MENTRE PER GLI OPERAI SOLO 700 EURO AL MESE ED UN Accordo Fiat per Pomigliano che prevede: lavoro a ciclo continuo
con 18 turni, raddoppio dei ritmi di lavoro, riduzione della pausa da 40 a
30 minuti, reparti punitivi, dimezzamento dei permessi personali,
straordinario da 40 a 120 ore, aumento delle lettere di contestazioni,
libertà aziendale di trasferimento in qualsiasi reparto e azienda su tutto
il territorio nazionale, raddoppio dello straordinario, mensa spostata a
fine turno, abolizione di tutti i diritti compresi quelli di
scioperare,possibilità di lavorare durante la mensa…. “e per finire la
costruzione di abitazione dentro la fabbrica per non fare uscire gli operai”
dallo stabilimento. hanno deciso di far lavorare come schiavi e di
produrre…. solo campi di concentramento, morti sul lavoro, e libertà
vigilata per tutti gli operai, in cambio di aria fritta, cassaintegrazione,
e ritmi da lavoro allucinanti.
Ed è sconcertante assistere, dinanzi a questo arretramento politico
culturale, all’assordante silenzio delle forze di opposizione parlamentare,
che hanno accettato supinamente questo accordo perché anch’esse colluse con
i poteri forti e le lobby che da anni tramano e portano avanti un piano di
destabilizzazione del Paese e dell’annientamento dei diritti che i
lavoratori hanno conquistato anche con il sangue. Mentre Di Pietro deve
giustificare come ha ricevuto alcuni rimborsi elettorali, il PD (che non
esiste più nei fatti) pensa e continua a litigare e per bocca del segretario
nazionale annuncia che sosterranno il SI al referendum.
Sulla laicità e la difesa dei diritti degli omosessuali nessuno è in grado
di poter dirsi libero e laico fino in fondo. Le vicende interne ai partiti
sono note e chiarissime a tutti.
È chiaro che senza noi, senza i comunisti, in Italia non ci sarebbe nessuna
opposizione, nessuna difesa dei DIRITTI, nessuna visone critica e
alternativa di questo mondo sempre più alla deriva. La nostra partecipazione
non è un atto di solidarietà o di presenza, ma il primo passo per la
costruzione di un argine alle barbarie padronali che serve immediatamente,
ma soprattutto un futuro migliore per tutti.
Da Napoli parte una nuova stagione di lotta per i diritti, la libertà e la
Costituzione, con la parte migliore e pulita di questo Paese.

Partito della rifondazione comunista
Circolo di avellino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: