www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

FINI RINCARA LA DOSE: LA PADANIA NON ESISTE, IL SUD SI E PAGA LE TASSE

Posted by irpinianelmondo su giugno 22, 2010

22.06.2010 /Per Fini la Padania non esiste. Non si fa attendere la replica del Carroccio. In campo Bossi e Roberto Cota, presidente della Regione Piemonte. Bossi in un’intervista a Repubblica sostiene che le parole del Presidente della Camera «sono senza senso. Lasciatelo parlare che la gente lo ascolta e capisce. Bisogna aver fiducia nella gente». Il senatur ironizza: «La Padania è talmente inesistente che a noi ha dato più voti che a tutti gli altri partiti. Prima di parlare basterebbe riflettere su questo e si eviterebbe di dire cose che non hanno nessun senso». Sulla stessa linea Cota: «Gianfranco Fini può dire quello che vuole, ma la Padania esiste. È sempre esistita nella storia; esiste nella realtà socioeconomica e la controprova sono i nostri consensi, che aumentano sempre di piu».

Fini però ribadisce: «Perdere tempo a discutere di una cosa che non esiste (la Padania) ci mette fuori strada rispetto al problema vero: come permettere al motore economico dell’Italia di essere competitivo e vincente nell’economia globalizzata. E quindi meno tasse, meno burocrazia, meno lacci e lacciuoli. Queste sono le esigenze reali del Nord. Non sventolare una bandiera verde», scrive il presidente della Camera sul sito di Generazione Italia rispondendo a un iscritto all’associazione.

«Ieri ho avuto modo di dire quello che tanti pensano, anche al Nord, anche nella tua Brianza. La Padania non esiste, come ci ha ricordato anche la Società geografica italiana. C’è solo la nostra Italia. Che avrà problemi, differenze tra Nord e Sud, ma è la nostra Nazione. E dobbiamo esserne fieri, non solo quando gioca la Nazionale». Così Fini risponde a Stefano Basilico, giovane iscritto lombardo dell’associazione finiana. «Non si può dire – aggiunge Fini – che è Padania quella parte del Paese che lavora e paga le tasse. Per due motivi: non è solo il Nord a lavorare e pagare le tasse e non tutti i cittadini del Nord che lavorano e pagano le tasse si sentono padani». Poi Fini ribadisce che «c’è una questione che riguarda il nord, motore economico del Paese e come riuscire a farlo ripartire, ma, allo stesso tempo, non possiamo nemmeno eliminare con un tratto di penna la questione meridionale: metà del Paese è nelle mani della criminalità organizzata e ha un reddito pro-capite di circa la metà rispetto a quello del Nord».

Accetto la sfida, sarò più presente al Nord. «Caro Stefano – conclude Fini – tu mi chiedi di essere più presente al Nord. Accetto la sfida, insieme a tutti gli amici che credono nell’Italia, nel senso di appartenenza ad una comunità nazionale, a un’idea di Nazione, a una storia antica, dolorosa ma affascinante».

Nella polemica si inserisce anche Farefuturo:«Le risposte dei leghisti alla sacrosanta verità detta da Gianfranco Fini – La Padania non esiste – sono l’esempio eclatante del meccanismo retorico che Umberto Bossi & Co. sono soliti utilizzare. Sparano alto per nascondere che, nella sostanza, non possono che dare ragione al loro interlocutore. Urlano per non far sentire la verità. Fanno fumo per nascondere l’assenza dell’arrosto», si legge su Ffwebmagazine, nel corsivo del direttore Filippo Rossi. «La Padania è la parte del Paese che produce e paga le tasse. Chi afferma il contrario? La Padania che non esiste – forse è meglio ribadirlo – è quella di cui parla l’articolo primo dello Statuto della Lega Nord, la Padania come Repubblica Federale indipendente e sovrana».

Secondo Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Ds al Senato, «la maggioranza è in ebollizione. È fin troppo ovvio. Si agitano i leader di una maggioranza che non è così coesa come si vuol far credere». La maggioranza ribadisce la solidità del governo per bocca di Paolo Bonaiuti, sottosegretario alla Presidenza del consiglio: «Al di là delle polemiche noi abbiamo un’alleanza solida, salda e sicura con la Lega e la Lega con noi. E stiamo insieme saldamente al Governo». il mesaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: