www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO .ALTO CALORE SERVIZI: LA FILCTEM CGIL VERSO IL RINNOVO DELLA RSU. SI PUNTA SU SERVIZIO PUBBLICO, FORMAZIONE , DEMOCRAZIA E SICUREZZA

Posted by irpinianelmondo su giugno 23, 2010

22.06.2010/La Filctem-CGIL, già  da alcuni anni, ha intrapreso anche all’interno dell’A.C.S. spa un percorso volto a ristabilire un contatto diretto e democratico con tutti i lavoratori.

Per tanto il comitato degli iscritti FILCTEM CGIL dell’ACS e la segreteria Provinciale hanno inteso verbalizzare queste linee guida che di seguito esplicitiamo.

L’ormai prossimo rinnovo della Rappresentanze Sindacale Unitarie ci permette, oggi, di fissare nuovi e chiari obiettivi che, in estrema sintesi, possono essere visti come “un nuovo modo di concepire le relazioni sindacali”, improntando le stesse alla massima trasparenza verso tutti i lavoratori ed alla netta distinzione  dei ruoli rispetto alle funzioni aziendali.

Pur essendo consapevoli che tale innovazione nel modo di concepire il “FARE ED ESSERE ” sindacato, dei e per i lavoratori, potrà incontrare ostacoli nel nostro ambiente di lavoro, riteniamo comunque necessario operare in tale direzione, anche alla luce delle innovazioni legislative, non le condividiamo, che hanno caratterizzato, negli ultimi anni, il settore idrico e delle ulteriori modifiche che ci attendono nei prossimi mesi.

Per dare concretamente avvio a quanto sopra, riteniamo di fare cosa gradita a tutti illustrando quali saranno le principali “linee guida e di azione” che dovranno caratterizzare, l’attività dei delegati sindacali nel prossimo triennio, almeno degli eletti nella lista CGIL.

1) Affidamento del servizio idrico

La RSU dovrà  appoggiare tutte le iniziative tese a garantire la gestione pubblica non solo delle reti e infrastrutture acquedottistiche, ma anche e soprattutto della gestione pubblica del Servizio Idrico Integrato; la suddetta gestione dovrà essere ispirata a criteri di efficacia ed efficienza, con l’obiettivo primario di garantire il mantenimento dei livelli occupazionali e di offrire all’utenza servita elevati standard qualitativi del servizio.

Per raggiungere tali scopi sarà richiesto un maggiore coinvolgimento delle strutture Confederali territoriali (provinciale e regionale) e nazionali nei rapporti con gli Enti istituzionalmente preposti all’assunzione di decisioni in materia (ATO, Regione, Province e Comuni) e, parallelamente, si promuoveranno iniziative per divulgare i principali “punti di forza” della gestione pubblica, compreso i risvolti sociali connessi alla gestione di un servizio pubblico essenziale, quale è quello idrico.

2) Efficienza e l’efficacia del servizio

Ferma rimanendo la piena ed esclusiva responsabilità aziendale per quanto riguarda l’organizzazione della struttura operativa, si chiederà una puntale e dettagliata applicazione dell’art. 5 del vigente CCNL circa gli incontri informativi  sui seguenti argomenti:

  • evoluzione del quadro normativo di riferimento del settore, anche con riguardo alla legislazione comunitaria;
  • andamento del mercato nazionale ed europeo di riferimento e dei principali indicatori economici del settore;
  • provvedimenti e orientamenti degli organi istituzionali di regolazione e controllo del mercato e struttura dei sistemi tariffari;
  • andamento del mercato del lavoro nel settore, con particolare attenzione all’occupazione giovanile ed eventuali iniziative mirate alle aree del sud e di altre realtà di maggiore criticità occupazionale ed all’ingresso nel settore di lavoratori provenienti da Paesi extra-comunitari;
  • pari opportunità;
  • linee di sviluppo tecnologico del settore ed esigenze di formazione/riqualificazione professionale connesse alle innovazioni e trasformazioni tecnologiche conseguenti;
  • tematiche della sicurezza e della tutela dell’ambiente anche con riferimento ai rapporti con le istituzioni, anche comunitarie;
  • evoluzione del quadro economico normativo in materia di liberalizzazione e privatizzazione dei servizi pubblici locali.

Sarà richiesta una puntuale attuazione dell’art. 6 del vigente CCNL riguardante gli appalti soprattutto in relazione ai commi 2 e 3 che di seguito testualmente si riportano: 

Le Aziende si impegnano ad operare affinché permangano al loro interno le principali conoscenze ed esperienze professionali acquisite su metodi di lavoro e tecnologie proprie del ciclo produttivo e del “core business”.

Il ricorso all’appalto va considerato come fattore integrativo rispetto al sistema delle risorse aziendali e si qualifica quale strumento di flessibilità e snellezza operativa e gestionale, finalizzato al conseguimento di una più razionale ed efficiente organizzazione, nel pieno rispetto della sicurezza e qualità del servizio e nell’intesa che gli eventuali effetti occupazionali derivanti siano oggetto di esame tra le parti.

Per quanto riguarda le proposte di riorganizzazione aziendale tese al conseguimento di una maggiore efficienza del servizio, la Filctem CGIL ritiene che le proposte della Direzione aziendale debbano essere comunque sottoposte ad un giudizio consultivo da parte della RSU e che i criteri da adottare per l’attuazione di eventuali mobilità verticali derivanti dalle suddette proposte vengano estesi, in futuro, a tutti i lavoratori e non solo a quelli di determinati settori.

Per quanto riguarda, infine, l’applicazione dei criteri discrezionali, è nostra convinzione che un maggiore coinvolgimento della struttura dirigenziale e direttiva (funzionari quadri e responsabili di servizio) possa al fine far pervenire ad una valutazione più possibile oggettiva e, al tempo stesso, ottenere un più intenso coinvolgimento ed una maggiore responsabilizzazione dei livelli apicali nelle scelte riguardanti la mobilità del personale.

3) Democrazia, partecipazione

Negli anni c’è stata, una drammatica ed ingiustificata assenza di comunicazione, condivisione e partecipazione alle scelte operate prima dalle RSA e poi dalle RSU, che ha portato ad una generale disaffezione verso il sindacato.

Al riguardo, la scrivente organizzazione ritiene che il mandato conferito ai delegati mediante libere elezioni tra tutti i dipendenti non costituisce una “delega in bianco” ai rappresentanti dei lavoratori; riteniamo cioè che i delegati sindacali debbano utilizzare ogni mezzo per mantenere, per l’intera durata del mandato, un contatto diretto con tutti i lavoratori al fine di garantire la massima informazione agli stessi, soprattutto per quanto riguarda i principali temi discussi con l’Azienda.

Per ottenere ciò, i nostri delegati all’interno della R.S.U. si impegneranno a utilizzare tutti i mezzi possibili per informare e condividere con tutti i lavoratori:

  1. la programmazione delle riunioni e/o incontri che verranno richiesti sia dall’Amministrazione sia dagli R.S.U. stessi;
  2. gli argomenti da trattare nelle suddette riunioni che, normalmente e salvo casi eccezionali, dovranno essere stabiliti già al momento della convocazione;
  3. i resoconti sommari delle singole riunioni.

Per l’assunzione di decisioni di particolare rilevanza e prima della sottoscrizione di accordi che incidano in modo significativo sulla vita dei lavoratori, si procedere alla consultazione preventiva degli stessi mediante assemblee che, a seconda della tematica trattata, potranno essere generali o anche settoriali.

In ogni caso, i nostri delegati sono impegnati a svolgere regolarmente delle assemblee sindacali informative anche sui territori

4) Contrattazione e contrattazione di secondo livello

Da diversi anni nella nostra Azienda non si contratta e non si discute più!

Il “Premio di risultato”, “Organizzazione dell’Orario di lavoro sui Turni”, Sicurezza sul lavoro, Formazione ed informazione, nonostante siano esplicitamente riconosciute dal vigente CCNL.

Subito dopo l’approvazione del Bilancio Consuntivo 2009 che, stando a quanto riportato ampiamente dalla stampa locale, è stato chiuso con un utile netto, uno dei primi argomenti che dovranno essere portati alla discussione con la Direzione aziendale, quindi, sarà proprio reintrodurre “il Premio di risultato” , secondo quanto previsto dall’art. 9 del CCNL.

La nuova R.S.U. interverrà così, presso la Direzione aziendale, riguardano i seguenti importanti aspetti:

  •  
    • Formazione del personale: tale attività dovrà essere finalizzata ad una maggiore competitività e produttività dell’Azienda e ad aumentare il grado di soddisfazione e motivazione dei singoli lavoratori, fornendo contemporaneamente agli stessi l’opportunità di sviluppo professionale;
    • Salute e sicurezza: l’attività dei R.L.S. dovrà essere rivolta al generale miglioramento delle condizioni generali dei luoghi di lavoro, che nella nostra realtà assumono caratteristiche estremamente variegate, soprattutto mediante l’applicazione del punto 2 – lett. a) dell’art. 22 del CCNL, ossia mediante visite sui luoghi di lavoro alla presenza del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione;
    • Turni “a ciclo continuo”: la regolamentazione ed eventuale rimodulazione delle prestazioni dei lavoratori turnisti dovrà essere preceduta da una attenta valutazione dei criteri fino ad oggi adottati ed alla verifica della loro rispondenza alle norme contrattuali e sulla sicurezza. A fine anno di concerto con la RSU si dovrà programmare l’assetto delle turnazioni, con particolare riferimento alla media settimanale delle ore lavorate, al conteggio dei giorni di lavoro-riposo per definire congedi e ferie , gestione ferie, riconoscimento delle maggiorazioni retributive e o del Tickets mensa nei giorni feriali. Inoltre è fondamentale la soluzione non più procrastinabile delle discrasie in essere che potrebbero andare a contenzioso legali onerosissimi per l’ACS;
    • Lavoro straordinario: la Filctem CGIL condivide il principio secondo cui “Le prestazioni oltre il normale orario di lavoro debbono di norma avere carattere di eccezionalità e pertanto essere limitate ai casi di effettive esigenze di servizio”. Al tempo stesso, però, ritiene che eventuali prestazioni richieste ai lavoratori debbano essere riconosciute alla prima scadenza utile, quindi, di norma, con la retribuzione ordinaria del mese successivo. Per eventuali opere e/o attività non eseguibili nell’orario normale di lavoro, ovvero tali da richiedere periodi prolungati di ricorso al lavoro straordinario, le stesse dovranno essere definite previo esame congiunto con la R.S.U. La Direzione aziendale, infine, dovrà comunicare semestralmente alla R.S.U. i dati a consuntivo relativi alle eventuali prestazioni di lavoro straordinario distinte per ciascun Servizio a Area operativa.
    • Verifica dell’accordo sull’indennità di trasferta.

Questo il programma di lavoro sindacale, o canovaccio, che il comitato degli iscritti FILCTEM CGIL unitamente alla Segreteria Provinciale FILCTEM, hanno inteso stilare, per affidarlo  al giudizio dei colleghi di lavoro dell’ACS spa, i quali se lo condividono lo potranno appoggiare dando il loro voto ai candidati della lista FILCTEM CGIL nell’ambito delle elezioni per il rinnovo RSU/RLS.

I candidati della lista FILCTEM sono tutti iscritti alla CGIL ed hanno condiviso questo programma e sono impegnati a portarlo avanti e proporlo a tutti i colleghi delle altre sigle sindacali.  Riteniamo che queste “LINEE GUIDA” possano essere condivise da tutti i colleghi, elettori, che decideranno con il voto la futura RSU se pensano che il sentire del comitato iscritti FILCTEM dell’ACS Spa è il loro sentire daranno forza e rappresentanza a questi uomini e donne che intendono spendersi per tutelare tutti colleghe e colleghi con la trasparenza e  condivisione!

Buon lavoro e voto a tutte e tutti.

Comitato iscritti FILCTEM CGIL ACS Spa e segreteria provinciale FILCTEM nella persona del segretario Generale Franco FIORDELLISI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: