www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO . “TEATRO GESUALDO” SI ALZA IL SIPARIO SULLA NONA STAGIONE. ECCO IL CARTELLONE

Posted by irpinianelmondo su luglio 8, 2010

08.07.2010/Sarà “Grande Teatro” anche quest’anno al Comunale di Avellino. Ecco il nuovo cartellone dell’istituzione Teatro Carlo Gesualdo. Questa mattina, nel foyer di primo piano del Massimo di Piazza Castello, la presentazione ufficiale del programma con il sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso, l’assessore alla Cultura, Gennaro Romei, la presidente del cda dell’istituzione Teatro Carlo Gesualdo, Maria Grazia Cataldi, il direttore del Teatro Pubblico Campano, Alfredo Balsamo, il consigliere di amministrazione del Gesualdo, Carmine Santaniello e il direttore del Teatro Gesualdo, Dario Bavaro, che ha coordinato gli interventi. Assente per motivi familiari la consigliera Patrizia Filippone.

La volontà dei presenti è quella di sostenere e rilanciare l’attività del Gesualdo che ha una storia importante, non solo a livello locale, «ma che – ha precisato il sindaco Galasso – ha saputo sempre più imporsi a livello regionale e non solo, grazie all’impegno e capacità di un patrimonio consolidato di professionalità, che ha saputo risanare le casse del Comunale, portando in attivo il bilancio del Gesualdo». Ma non solo. Nel corso dell’incontro il sindaco Galasso ha anticipato quelle che saranno le linee guida di crescita e sviluppo pensate per il Comunale. 

«Il Gesualdo – ha spiegato il primo cittadino – oltre a proporre rappresentazioni si dovrà trasformare in un centro di formazione e produzione artistica, intorno al quale far orbitare tutte le migliori eccellenze artistiche del nostro territorio, in piena sinergia con gli altri poli culturali della città.Una macchina collaudata in cui sono tante le professionalità che, con impegno e passione, quotidianamente lavorano per migliorare i risultati raggiunti, gestendo il teatro e riuscendo a portar in attivo il bilancio dell’istituzione». Il tutto ricordando il talentuoso architetto progettista del Teatro Carlo Gesualdo Carlo Aymonino, scomparso la scorsa domenica, che con l’architetto Giammichele Aurigemma firmò il progetto del plesso. «Avellino saprà ricordare Aymonino. Proprio nel Teatro Gesualdo stiamo pensando di dedicare al celebre architetto una targa, un ambiente che assicurerà al tempo il suo ricordo».

In programma dieci spettacoli, i più apprezzati da critica e pubblico. Contenuti i prezzi degli abbonamenti che confermano le tarriffe garantite già per la scorsa stagione, come anche quello dei biglietti rispetto agli scorsi anni. Anche quest’anno il cartellone propone importanti allestimenti con attori di fama, registi quotati che porteranno in scena testi di autori amati. Ma non solo. Torna al Gesualdo l’allestimento, per una attesissima prima nazionale, del fortunato e celebre musical partenopeo Scugnizzi di Martone.

Riconfermata, dopo i successi dello scorso anno, la proposta della rassegna di Teatro Civile.

«Il Gesualdo – ha precisato l’assessore Romei – dovrà aprirsi al territorio, riuscendo a creare quel ciclo virtuoso di esperienze e potenzialità, che garantiranno una crescita sempre maggiore al Comunale. Sulla scorta dei risultati garantiti da questo cda, si potrà lavorare per imporre, sempre più a livello nazionale, le attività e programmazione del Gesualdo, in sintonia con le altre istituzioni culturali locali come il conservatorio Domenico Cimarosa».

Sarà la Stagione dei grandi titoli e dei concerti evento, passando per i grandi musical, prima nazionali e il balletto della grande tradizione.

«Tutto con un’attenzione in più alla grande lirica – ha detto Romei – per valorizzare la celebre vocazione musicale del nostro teatro, progettato soprattutto per accogliere la musica di tutti i tempi».

«Il Gesualdo – ha spiegato il direttore Balsamo del Teatro Pubblico Campano – si conferma, stagione dopo stagione, uno dei teatri più importanti della regione, proponendo stagioni imperdibili in cui sono sapientemente miscelate le esigenze artistiche di un pubblico diversificato. Grazie alla piena sintonia tra il Teatro Pubblico Campano e l’istituzione Teatro Carlo Gesualdo siamo riusciti ad imporre il Gesualdo a livello regionale prima, e nazionale poi. Siamo partner da nove anni, affrontando stagione dopo stagione sfide sempre più impegnative per garantire a questa istituzione il meglio della programmazione nazionale. Il tutto grazie alla consolidata esperienza del Teatro Pubblico Campano che è maturata in tanti anni di esperienza e credibilità nel settore». 

E i numeri parlano chiaro. Il mumero degli abbnati dl Gesualdo è consolidato anno dopo anno, confermando la fidelizzazione degli spettatori per una programmazione smpre più attenta alle esigenze e gusti di pubblico e critica. «Dati superiori a quelli già soddisfacenti della passata stagione – precisa la presidente Cataldi -. Tutto ciò a conferma che il Gesualdo rappresenta un punto di riferimento regionale, e non solo, in piena sintonia con quelli che sono gli altri attrattori e punti di riferimento culturali del territorio, come il conservatorio Cimarosa».

Ma non solo. Il fenomeno danza continua a confermare l’istituzione Teatro Carlo Gesualdo quale vero e appetibile attratore delle scuole di Danza campane e delle migliori professionalità artistiche locali. Il tutto grazie alle maestranze che hanno saputo garantire il massimo della qualità dei servizi.

Crescita e sviluppo, sulla scorta dei brillanti risultati conquistati, per garantire al capoluogo una vera fabbrica di cultura. Questi gli obbiettivi programmati e condivisi dagli amministratori presenti. 
 

  

IL PROGRAMMA IN SINTESI

DELLA STAGIONE “GRANDE TEATRO”:

Apertura in grande stile con Leo Gullotta per la nona stagione del Gesualdo.

Si parte sabato 16 e domenica 17 ottobre con lo spettacolo di Leo Gullotta “Le allegre comari di Windsor”, di William Shakespeare, per la regia di Fabio Grossi, passando per uno strepitoso ritorno di Marisa Laurito, che con Gianluca Guidi ed Enzo Garinei, che porterà in scena al Comunale di piazza Castello il fortunatissimo e pluriapllaudito musical “Aggiungi un posto a tavola”, in programma per venerdì 29 ottobre (per gli abbonati turno A), alle 21, e domenica 31 ottobre alle 18,30 (per gi abbonati turno B) , e sabato 30 ottobre alle 21 per uno spettacolo fuori abbonamento, senza dimenticare la performance evento di Lina Sastri in “Per  la strada”, diretto e interpretato dalla stessa Sasri, in programma per sabato 20 novembre alle 21 (turno A) e domenica 31 ottobre (turno B) alle 18,30. Ma non solo. Nella nuova strepitosa proposta dell’nona stagione del Gesualdo ci saranno anche Moni Ovadia e Shel Shapiro, sabato 11 alle 21 (turno A), e domenica 12 dicembre (alle 18,30 turno B), in “Shylock: il mercante di Venezia in prova”. 

E’ in programma per sabato 8 gennaio (alle 21 turno A) e domenica 9 gennaio (turno B) alle 17,30, e sempre domenica 9 gennaio alle 21 fuori abbonamento il celebre musical “Cats”, della Compagnia della Rancia.

Fa il tris di spettacoli anche Arturo Brachetti in “Brachetti ciak si gira!”in programmape per sabato 29 gennaio alle 21 (Turno A), domenica alle 17,30 (turno B), e sempre domenica alle 21 fuori abbonamento.

Sabato 12 febbraio alle 21 (Turno A), domenica 13 febbraio ore 18,30 (turno B), di scena la grande danza con il Balletto di Milano in scena con “Romeo e Giulietta”, con l’orchestra del Teatro Carlo GEsualdo per in balletto in due atti di William Shakespeare.

Sabato 12 ore 21 (Turno A), domenica 13 marzo ore 18,30 (Turno B) in scena Maria Laura Baccarini ed Edoardo Siravo in “La dolcissima notte” con la partecipazione di Francesco Paolantoni con la regia di Armando Pugliese.

Sabato 19 alle 21 (Turno A) e domenica 20 marzo alle 18,30 (Turno B) torna il balletto con Aterballetto in “Certe Notti” su canzoni e poesie di Luciano Ligabue, con le coreografie di Mauro Bigonzetti.

Quattro spettacoli per Vincenzo Salemme nell’attesissimo “Astice al veleno” in programma per sabato trenta aprile alle 21 (Turno A), domenica Primo Maggio alle 18,30 (Turno B), Giovedì 28, venerdì 29 aprile alle 21 fuori abbonamento.   
 
 

Programma Teatro Civile:

Lunedì 24 gennaio

Ornella Muti, Emilio Bonucci e Pino Quartullo

L’Ebreo”

di Gianni Clementi

rgia di Enrico Maria Lamanna 

Mercoledì 2 febbraio

Giuseppe Alaya

“Chi ha paura muore ogni giorno”

i miei anni con Falcone Borsellino 

Martedì 22 febbraio

Ivan Castiglione

e Adriano Pantelo

“Santos”

da un racconto di Roberto Saviano

regia Mario Gelardi 
 
 

LA CAMPAGNA ABBONAMENTI:

Grande Teatro 10 spettacoli

Platea intero 250,00 euro

Ass.Culturali, Cral e Over 65 230,00 euro

Under 26: 170,00 euro

Galleria intero 190,00 euro

Ass.Culturali, Cral e Over 65 170,00 euro

Under 26:  120,00 euro 
 

La vendita degli abbonamenti per i vecchi abbonati avrà inizio mercoledì 7 luglio con diritto di prelazione fino a giovedì 22 luglio (esclusi i festivi). La vendita per i nuovi abbonati inizierà il 27 luglio e terminerà il 17 ottobre.  
 

Biglietteria Teatro Piazza Castello

Dal martedì al sabato

dalle ore 10.00 alle ore13.00

e dalle ore17.00 alle ore 20.00

info 0825 756403

www.teatrocarlogesualdo.eu

gesualdobiglietteria@libero.it

Tutti i sottoscrittori dell’abbonamento a 10 spettacoli possono acquistare l’abbonamento della rassegna

“TeatroCivile” al prezzo di euro 20,00.

Orario Spettacoli

infrasettimanali ore 21.00

domenica ore 18.30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: