www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

BOSSI : BASTA SOLDI AL SUD , QUELLI SI MANGIANO TUTTO

Posted by irpinianelmondo su agosto 11, 2010

11.08.2010– «Quelli si mangiano subito tutto e ci ritroviamo da capo. Va bene valutare progetti per il rilancio del Sud ma soldi è meglio non darne, niente assistenza, ormai l’hanno capito tutti che non serve a niente». Lo ha detto il leader della Lega Umberto Bossi parlando questa sera da Alassio, vicino a Savona, a margine di una manifestazione leghista.

Il Messaggero

2 Risposte a “BOSSI : BASTA SOLDI AL SUD , QUELLI SI MANGIANO TUTTO”

  1. eduardo di gennaro said

    Credo che ogni commento sul “soggetto” sia superfluo :
    delle sue esternazioni ne abbiamo le tasche piene.
    Trattasi di un “politico-attore”,peraltro malato,al
    quale va tutta la solidarieta’ di noi “sudisti”.

  2. Alberto da Giussano said

    esternazioni, certo

    Cinquantaquattro miliardi di euro, circa 100 mila miliardi delle vecchie lire. Potrebbe essere questo il bilancio di Regione Lombardia se venisse applicato il sistema di competenze con le regole di finanziamento proprie di una Regione a statuto speciale come il Trentino Alto Adige, che si finanzia trattenendo circa il 90% di tutte le imposte erariali riscosse sul suo territorio.
    Lo sostiene una ricerca condotta dai professori Giuseppe Casale e Luca Gandullia del Dipartimento di Scienze economiche e Finanziarie dell’Università di Genova (NON DA ”LA PADANIA”, NDR) per conto della Commissione Bilancio e Programmazione di Regione Lombardia, studio che ha avuto per oggetto le implicazioni finanziarie sull’attuazione dell’articolo 116 e 119 della Costituzione nella prospettiva del federalismo fiscale.

    La ricerca evidenzia che per far fronte ad ulteriori competenze (con una Risoluzione votata a stragrande maggioranza il Consiglio regionale lombardo ha richiesto 12 maggiori ambiti di autonomia) Regione Lombardia avrebbe spese stimate in circa 14 miliardi. A conti fatti l’applicazione del modello di finanziamento del Trentino Alto Adige permetterebbe non solo di gestire le 12 competenze esclusive ma anche di avere un residuo fiscale di poco inferiore ai 40 miliardi di euro, contro un bilancio attuale che si attesta sui 24 miliardi di euro. La disponibilità aggiuntiva stimata è di 16 miliardi di euro. (SEDICI MILIARDI DI EURO, QUANTO UN’INTERA FINANZIARIA, E PARLIAMO SOLO DELLA LOMBARDIA E NON DI TUTO IL NORD, NDR)

    La ricerca sottolinea inoltre che il federalismo differenziato è una risposta efficace per superare le diverse condizioni socioeconomiche dei vari territori regionali. “ E allo stesso tempo – evidenzia ancora – rappresenta la soluzione per stemperare i conflitti distribuitivi, dare riposte alle spinte autonomistiche che arrivano dai territori e innescare una concorrenza verticale tra Stato, Regioni ed Enti locali in grado di mostrare ai cittadini chi riesce fornire servizi tempestivi ed adeguati, responsabilizzando così la gestione del bilancio.”

    “Lo studio dell’Università di Genova – commenta la Presidente della Commissione Bilancio Rosi Mauro (Lega Nord) – è la conferma che quello che noi diciamo da anni è una pura e santa verità. Tutti parlano di federalismo fiscale salvo poi frenare e ritardarne l’attuazione perché dicono che non tutte le Regioni sono pronte a camminare con le proprie gambe. Regione Lombardia è pronta a fare la propria parte, dunque a dimostrare direttamente ai propri cittadini cosa è in grado di fare con le risorse aggiuntive. Cominciamo – aggiunge Mauro – a dare il federalismo fiscale a chi si sente pronto, le altre Regioni arriveranno dopo. E facciamolo, come hanno fatto Paesi come la Spagna e il Canada, differenziando l’attivazione del nuovo modello di finanziamento a secondo delle possibilità e necessità. Quanto alle cifre credo che non occorrano molti commenti: con 16 miliardi di euro aggiuntivi rispetto ai bilanci attuali Regione Lombardia avrebbe la possibilità di realizzare in un colpo solo Brebemi, Pedemontana e attivare gli altri interventi urgenti sia in campo infrastrutturale che in quello socio-assistenziale”. (mag)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: