www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CALITRI (AV). OLTRE 100 ESPOSITORI ALLA FIERA INTERREGIONALE. TUTTO CIO’ CHE BISOGNA SAPERE DELLA 29ESIMA CAMPIONARIA

Posted by irpinianelmondo su agosto 27, 2010

27.08.2010-con inizio alle ore 16.00, la 29esima edizione della Fiera Interregionale di Calitri. Cento imprenditori fra agricoltori, industriali, artigiani, ma anche commercianti ed operatori del settore terziario, provenienti dal Centro-Sud Italia, apriranno i propri stand espositivi per dar vita ad uno dei più importanti eventi fieristici della Campania. Una manifestazione che consolida sempre più il suo ruolo di essere sia un’occasione di mercato che una vetrina delle eccellenze territoriali. Il tutto attraverso una formula multidirezionale nata dal lavoro del Cda dell’Eapsaim (Ente Autonomo per la promozione e lo sviluppo delle Aree Interne del Mezzogiorno), presieduto da Giuseppe Di Milia e composto dal vicepresidente Antonio Campana, dai consiglieri Salvatore Caruso, Lucia Di Cairano, Luigi Di Cecca, Giuseppe Galgano, Francesco Gallo, Antonio Gautieri, Alessandro Pasqualicchio. L’approccio è basato sul dialogo tra diversi segmenti produttivi con l’obiettivo di provare a far nascere nuovi sentieri di crescita economica, rafforzare quelli già esistenti creando ulteriori occasioni di sviluppo domestico per le aree interne dell’Irpinia.

“Lo strumento Fiera – dichiara il presidente Di Milia – è fondamentale per promuovere l’universo delle produzioni che contraddistinguono il nostro ambito territoriale”. “Un palcoscenico espositivo – conclude – di così grande spessore punta proprio alla valorizzazione virtuosa non solo dei nostri punti di forza ma anche dei nostri talenti imprenditoriali senza dimenticare la promozione dei giacimenti turistici di cui si fregia non solo Calitri ma tutta l’Alta Irpinia”.

“Credo che il canale fieristico rappresentato dal nostro evento – sottolinea il vicepresidente Campana – rientri fra le leve che possono contribuire a rilanciare l’economia delle aree interne dell’Irpinia. Location come queste costituiscono proficui momenti di confronto e d’interazione fra i principali attori che operano per lo sviluppo del territorio”. “Solo con un virtuoso percorso relazionale, in grado di rispondere al meglio alle esigenze della nostra economia, è possibile aumentare – termina – i livelli di competitività e produrre benefit ad ampio raggio funzionali ad innescare processi di crescita stabili e duraturi”.

E proprio su questa scia l’Interregionale rilancia l’agroalimentare altirpino come volàno dell’economia delle aree interne mediante Pif cerealicolo: intervento, approvato di recente da Palazzo Santa Lucia, che ora cercherà di favorire l’aggregazione tra i diversi operatori di filiera per aumentare il valore aggiunto del settore e la competitività delle imprese. Il progetto integrato di filiera cerealicola sarà, infatti, uno dei due temi, insieme al turismo, che caratterizzerà la convegnistica dell’edizione 2010 della manifestazione fieristica.

Domenica 5 settembre, alle ore 10.00, il dibattito, organizzato da Eapsaim ed Assessorato all’Agricoltura Stapa Cepica Avellino, dal titolo “Pif: progetto integrato filiera cereali. Potenzialità di un nuovo sistema industriale delle aree interne”.

Dopo i saluti del sindaco Di Milia, nonché presidente della Comunità Montana Alta Irpinia, intervengono Alfonso Tartaglia, dirigente dello Stapa Cepica di Avellino, e Giovanni Di Genova del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali rispettivamente su “La cerealicoltura in Campania” ed “Il piano cerealicolo nazionale”.

A Marco Gallinelli, responsabile Centro-Sud della Società Italiana Sementi, il compito di dibattere sul tema “Innovazione varietale, qualità delle sementi e delle produzioni nel processo di filiera”, mentre Giuseppe Amato del Pastificio Antonio Amato e consigliere dell’Italmopa (Associazione Industriali Mugnai d’Italia) analizzerà la “Qualità delle semole per la pastificazione e l’importanza delle materie prime”.

A seguire gli interventi di Marco De Matteis, Amministratore del Pastificio Baronia di Flumeri il cui Gruppo De Matteis è capofila del partenariato del Pif “Inte-Grano” (strumento strategico dell’attuale Piano di Sviluppo Rurale campano che ha tra gli obiettivi la promozione delle tipicità delle produzioni e del territorio), su “L’industria della pasta: integrazione della filiera con il settore primario” e di Raffaele Coppola, assessore provinciale all’Agricoltura e Ricerca Scientifica nonché direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Avellino, sul “Ruolo della ricerca e dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo imprese”. Conclude Giuseppe Allocca, coordinatore Assessorato Agricoltura della Regione Campania, che relazionerà su “La Campania nella nuova programmazione comunitaria”.

Ma l’Interregionale sarà anche luogo di cultura e teatro con  la compagnia  “G.A.D. Il Carro di Tespi” che porterà in scena, sabato 4 settembre alle ore 20:30 presso il quartiere fieristico di Calitri,  “Pensando e Ridendo”, spettacolo in due atti che vede la regia di Nino Spagnuolo.  
 
 
 

Tutto pronto infine per l’inaugurazione ufficiale dell’edizione 2010 della fiera che avverrà domenica 29 agosto alle ore 10.00 con il taglio del nastro affidato a Giuseppe De Mita, vicepresidente della Regione Campania ed assessore al Turismo di Palazzo Santa Lucia. Poi nel pomeriggio, alle ore 17.00, il via alla convegnistica con il dibattito su “Il turismo nelle zone interne tra realtà e speranza”, organizzato dalla Pro Loco di Calitri in partnership con l’Eapsaim. 
 

Si desidera informare gli organi mediatici che, oltre al presente comunicato stampa, nel secondo allegato vi è un kit aggiornato  di materiale di corredo (documentazione suddivisa in piccoli box testuali e comprensiva di tutte le novità e le caratteristiche che contraddistinguono l’edizione 2010 dell’evento fieristico)

con inizio alle ore 16.00, la 29esima edizione della Fiera Interregionale di Calitri. Cento imprenditori fra agricoltori, industriali, artigiani, ma anche commercianti ed operatori del settore terziario, provenienti dal Centro-Sud Italia, apriranno i propri stand espositivi per dar vita ad uno dei più importanti eventi fieristici della Campania. Una manifestazione che consolida sempre più il suo ruolo di essere sia un’occasione di mercato che una vetrina delle eccellenze territoriali. Il tutto attraverso una formula multidirezionale nata dal lavoro del Cda dell’Eapsaim (Ente Autonomo per la promozione e lo sviluppo delle Aree Interne del Mezzogiorno), presieduto da Giuseppe Di Milia e composto dal vicepresidente Antonio Campana, dai consiglieri Salvatore Caruso, Lucia Di Cairano, Luigi Di Cecca, Giuseppe Galgano, Francesco Gallo, Antonio Gautieri, Alessandro Pasqualicchio. L’approccio è basato sul dialogo tra diversi segmenti produttivi con l’obiettivo di provare a far nascere nuovi sentieri di crescita economica, rafforzare quelli già esistenti creando ulteriori occasioni di sviluppo domestico per le aree interne dell’Irpinia.

“Lo strumento Fiera – dichiara il presidente Di Milia – è fondamentale per promuovere l’universo delle produzioni che contraddistinguono il nostro ambito territoriale”. “Un palcoscenico espositivo – conclude – di così grande spessore punta proprio alla valorizzazione virtuosa non solo dei nostri punti di forza ma anche dei nostri talenti imprenditoriali senza dimenticare la promozione dei giacimenti turistici di cui si fregia non solo Calitri ma tutta l’Alta Irpinia”.

“Credo che il canale fieristico rappresentato dal nostro evento – sottolinea il vicepresidente Campana – rientri fra le leve che possono contribuire a rilanciare l’economia delle aree interne dell’Irpinia. Location come queste costituiscono proficui momenti di confronto e d’interazione fra i principali attori che operano per lo sviluppo del territorio”. “Solo con un virtuoso percorso relazionale, in grado di rispondere al meglio alle esigenze della nostra economia, è possibile aumentare – termina – i livelli di competitività e produrre benefit ad ampio raggio funzionali ad innescare processi di crescita stabili e duraturi”.

E proprio su questa scia l’Interregionale rilancia l’agroalimentare altirpino come volàno dell’economia delle aree interne mediante Pif cerealicolo: intervento, approvato di recente da Palazzo Santa Lucia, che ora cercherà di favorire l’aggregazione tra i diversi operatori di filiera per aumentare il valore aggiunto del settore e la competitività delle imprese. Il progetto integrato di filiera cerealicola sarà, infatti, uno dei due temi, insieme al turismo, che caratterizzerà la convegnistica dell’edizione 2010 della manifestazione fieristica.

Domenica 5 settembre, alle ore 10.00, il dibattito, organizzato da Eapsaim ed Assessorato all’Agricoltura Stapa Cepica Avellino, dal titolo “Pif: progetto integrato filiera cereali. Potenzialità di un nuovo sistema industriale delle aree interne”.

Dopo i saluti del sindaco Di Milia, nonché presidente della Comunità Montana Alta Irpinia, intervengono Alfonso Tartaglia, dirigente dello Stapa Cepica di Avellino, e Giovanni Di Genova del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali rispettivamente su “La cerealicoltura in Campania” ed “Il piano cerealicolo nazionale”.

A Marco Gallinelli, responsabile Centro-Sud della Società Italiana Sementi, il compito di dibattere sul tema “Innovazione varietale, qualità delle sementi e delle produzioni nel processo di filiera”, mentre Giuseppe Amato del Pastificio Antonio Amato e consigliere dell’Italmopa (Associazione Industriali Mugnai d’Italia) analizzerà la “Qualità delle semole per la pastificazione e l’importanza delle materie prime”.

A seguire gli interventi di Marco De Matteis, Amministratore del Pastificio Baronia di Flumeri il cui Gruppo De Matteis è capofila del partenariato del Pif “Inte-Grano” (strumento strategico dell’attuale Piano di Sviluppo Rurale campano che ha tra gli obiettivi la promozione delle tipicità delle produzioni e del territorio), su “L’industria della pasta: integrazione della filiera con il settore primario” e di Raffaele Coppola, assessore provinciale all’Agricoltura e Ricerca Scientifica nonché direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Avellino, sul “Ruolo della ricerca e dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo imprese”. Conclude Giuseppe Allocca, coordinatore Assessorato Agricoltura della Regione Campania, che relazionerà su “La Campania nella nuova programmazione comunitaria”.

Ma l’Interregionale sarà anche luogo di cultura e teatro con  la compagnia  “G.A.D. Il Carro di Tespi” che porterà in scena, sabato 4 settembre alle ore 20:30 presso il quartiere fieristico di Calitri,  “Pensando e Ridendo”, spettacolo in due atti che vede la regia di Nino Spagnuolo.  
 
 
 

Tutto pronto infine per l’inaugurazione ufficiale dell’edizione 2010 della fiera che avverrà domenica 29 agosto alle ore 10.00 con il taglio del nastro affidato a Giuseppe De Mita, vicepresidente della Regione Campania ed assessore al Turismo di Palazzo Santa Lucia. Poi nel pomeriggio, alle ore 17.00, il via alla convegnistica con il dibattito su “Il turismo nelle zone interne tra realtà e speranza”, organizzato dalla Pro Loco di Calitri in partnership con l’Eapsaim. 
 

Si desidera informare gli organi mediatici che, oltre al presente comunicato stampa, nel secondo allegato vi è un kit aggiornato  di materiale di corredo (documentazione suddivisa in piccoli box testuali e comprensiva di tutte le novità e le caratteristiche che contraddistinguono l’edizione 2010 dell’evento fieristico)

DATI,  NUMERI E CIFRE DELLA FIERA

  • CARATTERISTICHE GENERALI – INTRODUZIONE 29^ FIERA INTERREGIONALE CALITRI

La Fiera di Calitri è ormai una data da calendario, un appuntamento di chiusura-apertura dell’anno commerciale. L’Interregionale rappresenta, infatti, per gli imprenditori altirpini e per gli espositori delle altre regioni limitrofe, come Basilicata e Puglia, un punto fermo per analizzare l’anno appena trascorso e pensare alle strategie per il futuro, confrontandosi con gli altri operatori e con il mercato che conta: i visitatori.  
 

  • CIFRE E NUMERI

Saranno 100 gli espositori, provenienti da varie aree del Centro-Sud Italia, che coprono tutti i principali settori economici: artigianato, industria, agricoltura, commercio e servizi.

Rilevanti i numeri della manifestazione: 15mila metri quadri di superficie espositiva e 20.000 visitatori registrati nell’edizione 2009. Un trend di presenze che cresce di anno in anno a testimonianza dell’alto grado d’interesse per l’evento, consolidato punto di riferimento nel panorama fieristico regionale 
 

  • FILIERA DELLA SPOSA: SFILANO LE ECCELLENZE

La Campionaria altirpina diventa passerella del comparto sposa. L’interazione oltre confine provinciale tra le eccellenze produttive made in Irpinia e made in Potenza dà vita ad una nuova area fieristica totalmente concentrata sul “matrimonio e dintorni” con le ultime creazioni in materia di abiti nuziali senza dimenticare banchetti, catering e l’universo della ristorazione dove organizzare il ricevimento. Una suggestiva vetrina in cui, dunque,  saranno presenti, tra l’altro, alcuni marchi di imprese del tessile-abbigliamento che producono capi da cerimonia e le griffe di atelier ricche di tradizione sartoriale e lavorazione artigianale.  
 
 

  • DALLA FIERA VISITE GUIDATE AL CENTRO STORICO DI CALITRI

Oltre alla singolare interazione fra gli operatori che compongono la filiera del settore sposa, l’Interregionale  si lega ai più suggestivi e singolari itinerari turistici calitrani. La Campionaria punta, infatti, a rappresentare a divenire un centro promozionale delle produzioni territoriali di qualità. Il dialogo tra fiera e turismo va verso  questa direzione: incoming turistico e  valorizzazione dei punti di forza dell’economia domestica.  I visitatori potranno fruire di una formula di accoglienza già sperimentata con successo lo scorso anno. Dalla struttura fieristica  ci si potrà spostare, per tutto il periodo dell’evento fieristico, al centro storico di Calitri. Qui sarà possibile effettuare tour guidati, in collaborazione con la Pro Loco di Calitri, per una conoscenza approfondita del patrimonio storico-artistico. L’obiettivo è far sì che un evento espositivo possa essere, nel contempo, baricentro propulsore delle svariate bellezze endogene che conserva non solo la cittadina altirpina ma anche i paesi limitrofi.  
 

  • CULTURA: IL TERRITORIO ALTIRPINO AL CENTRO DELL’EVENTO

Altra parola chiave di questa edizione dell’Interregionale di Calitri è la cultura intesa come conoscenza del territorio. Al centro dei riflettori espositivi il mondo delle associazioni culturali e delle scuole che presenteranno in anteprima la loro offerta didattica ed i loro piani formativi. Gli stand adibiti per l’occasione nel quartiere fieristico di Calitri, che  si estende su un’area di 15mila metri quadri di superficie, vedranno la presenza dell’Istituto Professionale per l’Agricoltura e l’Ambiente di Lagopesole, piccolo centro del comune di Avigliano in provincia di Potenza, dell’Istituto Alberghiero di Lioni e dell’Istituto Statale d’Arte di Calitri “Salvatore Scoca” che porterà in scena la mostra “Adottiamo un paese”. Progetto che, per il terzo anno consecutivo, dedica l’attenzione ad un comune irpino che diventa oggetto di rappresentazione artistica sui diversi materiali che gli alunni sanno magistralmente lavorare, incidere, plasmare. Dopo Monteverde, Calitri e Sant’Andrea di Conza, quest’anno è toccato a Conza della Campania. Piazze, vicoli, scorci del paese altirpino e resti archeologici sono stati rappresentati in disegni, dipinti su ceramica e cartoncino, incisioni su legno dagli allievi della scuola calitrana e saranno esibiti durante l’intero corso dell’evento fieristico.

Ad arricchire il fronte delle iniziative culturali anche il teatro. Sabato 4 settembre alle ore 20:30 presso il quartiere fieristico la compagnia “ G.A.D. Il Carro di Tespi” porterà in scena “Pensando e Ridendo”, spettacolo in due atti che vede la regia di Nino Spagnuolo.  

  • ISTITUZIONI: GLI ENTI IN MOSTRA

Spazio anche alle istituzioni. La manifestazione come di consueto riserverà una location espositiva anche agli Enti: Regione Campania, Consorzio Servizi Sociali Alta Irpinia, Comunità Montane Terminio-Cervialto ed Alta Irpinia, Confartigianato, Comune di Calitri. All’interno del padiglione istituzionale anche la Pro Loco di Calitri insieme ad altri 15 organismi di settore che gravitano nel territorio provinciale ed in quello della Basilicata. 

  • CONVEGNISTICA: SI DISCUTE DI TURISMO ED AGROALIMENTARE

L’evento offrirà parallelamente un dibattito economico sulle leve e gli strumenti più idonei ad animare lo sviluppo domestico. Si parte con l’incontro su “Il turismo nelle zone interne tra realtà e speranza”, organizzato dalla Pro Loco di Calitri in partnership con l’Eapsaim (Organismo gestore della Fiera), che si terrà domenica 29 agosto, alle ore 17.00, presso la sala convegni del complesso espositivo.

Introdurrà  i lavori Vitale Zabatta, presidente della Pro Loco di Calitri. Seguiranno i saluti di Giuseppe Di Milia, sindaco del paese altirpino nonchè presidente Eapsaim (Ente Autonomo Promozione Sviluppo Aree Interne Mezzogiorno), e poi gli interventi di Giuseppe Silvestri, presidente Provinciale Unpli Avellino, Mario Perrotti, presidente regionale Unpli Campania, Raffaele Spagnuolo, presidente dell’Ente provinciale per il turismo di Avellino, Raffaele Lanni, assessore provinciale al Turismo,  Canio Galgano, presidente Commissione Cultura Provincia Avellino, Alfonso Tartaglia, dirigente dello Stapa Cepica di Avellino, e Michele Napoli, presidente Quinta Commissione Consiliare della Regione Basilicata. Conclude Giuseppe De Mita, assessore regionale allo Sviluppo e Promozione del Turismo. L’occasione, nel dettaglio, vuol suggerire un importante confronto allargato con coloro che sono gli interlocutori principali che compongono la filiera del comparto turistico in Irpinia.

Riflettori puntati anche sull’agroalimentare attraverso il Pif cerealicolo: intervento, approvato di recente da Palazzo Santa Lucia, che ora cercherà di favorire l’aggregazione tra i diversi operatori di filiera per aumentare il valore aggiunto del settore e la competitività delle imprese.

Domenica 5 settembre, alle ore 10.00, il dibattito, organizzato da Eapsaim ed Assessorato all’Agricoltura Stapa Cepica Avellino, dal titolo “Pif: progetto integrato filiera cereali. Potenzialità di un nuovo sistema industriale delle aree interne”.

Dopo i saluti del sindaco Di Milia, nonché presidente della Comunità Montana Alta Irpinia, intervengono Alfonso Tartaglia, dirigente dello Stapa Cepica di Avellino, e Giovanni Di Genova del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali rispettivamente su “La cerealicoltura in Campania” ed “Il piano cerealicolo nazionale”.

A Marco Gallinelli, responsabile Centro-Sud della Società Italiana Sementi, il compito di dibattere sul tema “Innovazione varietale, qualità delle sementi e delle produzioni nel processo di filiera”, mentre Giuseppe Amato del Pastificio Antonio Amato e consigliere dell’Italmopa (Associazione Industriali Mugnai d’Italia) analizzerà la “Qualità delle semole per la pastificazione e l’importanza delle materie prime”.

A seguire gli interventi di Marco De Matteis, Amministratore del Pastificio Baronia di Flumeri il cui Gruppo De Matteis è capofila del partenariato del Pif “Inte-Grano”, su “L’industria della pasta: integrazione della filiera con il settore primario” e di Raffaele Coppola, assessore provinciale all’Agricoltura e Ricerca Scientifica nonché direttore del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Avellino, sul “Ruolo della ricerca e dell’innovazione tecnologica per lo sviluppo imprese”. Conclude Giuseppe Allocca, coordinatore Assessorato Agricoltura della Regione Campania, che relazionerà su “La Campania nella nuova programmazione comunitaria”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: