www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

ROMA. CALA L’AFFIDABILITA’ DEL COMUNE CAPITOLINO. LE OPPOSIZIONI : CERTIFICATO IL FALLIMENTO DI ALEMANNO

Posted by irpinianelmondo su gennaio 18, 2011

18.01.2011– Fitch, agenzia americana di valutazione dell’affidabilità creditizia, ha ridotto il rating di lungo termine del Comune di Roma da “AA-” ad “A+” e quello di breve termine da “F1+” ad “F1”. Le prospettive sono stabili.

Per il neo assessore capitolino al Bilancio Carmine Lamanda «la riduzione del rating evidenzia la necessità di intensificare lo sforzo avviato da Roma Capitale per il risanamento dei conti capitolini e può essere recuperato se dimostreremo una forte capacità di reazione».

Il taglio del rating, sottolinea una nota dell’agenzia di valutazione, riflette le persistenti tensioni di liquidità, in parte dovute alla debolezza del bilancio corrente di Roma, in un contesto di prevista crescita del debito, sia del Comune che delle aziende partecipate. Il rating è stato ridotto nonostante il bilancio di Roma sia stato sollevato dalle passività antecedenti Aprile 2008, inclusi 6,5 miliardi di euro di mutui e prestiti obbligazionari. La mancata rimozione dei fattori che generano tensioni di liquidità potrebbe portare ad un ulteriore peggioramento del rating. Di converso, si legge infine nella nota, il mantenimento di un livello di indebitamento inferiore al 50% delle entrate correnti e il rafforzamento del margine operativo verso al 10% delle entrate correnti, rispetto al 5% previsto da Fitch, potrebbero portare in futuro ad un miglioramento del rating.

«Lo prendiamo come stimolo a fare meglio e ad efficientare ulteriormente la gestione in modo tale da avere delle performance assolutamente corrette», ha commentato il sindaco Gianni Alemanno, facendo presente che sulla valutazione del rating «pesa la situazione di Atac: attendiamo la fine del mese per avere il nuovo Piano industriale perchè attraverso di esso sarà possibile risanare Atac e recuperare questo mezzo punto di rating del Comune di Roma».

«Il declassamento dei rating certifica il totale fallimento delle politiche economiche e finanziarie messe a punto dalla gestione Alemanno». Lo afferma, in una nota Alfredo Ferrari (Pd), vicepresidente della Commissione Bilancio del comune di Roma. «L’equilibrio di bilancio più volte annunciato non c’è e la città, stavolta, è realmente prossima al dissesto», aggiunge Ferarri.

«Certo che Alemanno ha una bella faccia tosta a imputare il declassamento dell’agenzia di rating Fitch alla situazione di Atac. Come se fosse arrivato in Campidoglio ieri, il sindaco cerca di sminuire l’ennesimo fallimento con un clamoroso autogol: chi gestisce Atac da tre anni? Chi ha avallato l’assunzione di migliaia di amici e parenti nell’azienda dei trasporti generando questa situazione di deficit?». Se lo chiede in una nota il segretario regionale dell’italia dei valori, Vincenzo Maruccio. «Piuttosto, il sindaco dovrebbe ammettere che anche la tanto sbandierata azione di risanamento dei conti del Comune è l’ennesimo bluff del suo governo. Il castello di carte costruito in questi anni perde pezzi ogni giorno, mentre la città è paralizzata, vittima dei giochi di potere di questa destra. E’ il momento – conclude Maruccio – di far cadere quel poco che è rimasto in piedi del castello di carte e chiudere definitivamente questa triste pagina della storia di Roma».

il messaggero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: