www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

MINISTERI AL NORD : E’ CAOS NELLA MAGGIORANZA

Posted by irpinianelmondo su Maggio 23, 2011

 23.05.2011-Si apre oggi l’ultima settimana di campagna elettorale in vista dei ballottaggi del 29 e 30 maggio, con gli occhi puntati su Napoli e Milano, e la maggioranza nel caos anche per lo scoppio del “caso ministeri”. La levata di scudi nel Pdl di fronte all’ipotesi dei dicasteri spostati al Nord si incarna soprattutto nel sindaco di Roma Gianni Alemanno, che ribadisce in una intervista a Repubblica, “il via libera di Berlusconi rappresenterebbe una rottura politica gravissima”. Il sindaco attacca la Lega, parla di “dispetti territoriali”, sottolinea di aver “avuto le più ampie rassicurazioni che il problema non si pone” e in ogni caso “restano balle per di più surreali visto che si lasla di traslochi leggerissimi, quasi inesistenti, ministeri senza portafoglio”.

Ma il problema sono i rapporti con la Lega Nord: “i ripetuti proclami della Lega impongono un colloquio urgente con Berlusconi che io e la presidente Polverini abbiamo già chiesto”. Sottolinea Alemanno, “l’insistenza della Lega non può non destare preoccupazioni” e aggiunge che “il decentramento va benissimo, fa parte del federalismo, ma gli attori non sono i ministeri. Sono le autonomie locali e le regioni, l’importante è non ledere il ruolo della capitale”.

Quanto ai guai della campagna elettorale milanese, alla radice delle richieste leghiste. “Il sindaco stia sui problemi quotidiani dei cittadini” taglia corto Alemanno. Berlusconi, suggerisce, alla campagna elettorale “può partecipare ma la protagonista assoluta deve essere la Moratti. Che farebbe bene a presentare nei prossimi giorni una squadra di governo che di un’immagine forte della futura amministrazione”.

Ma tutto il Pdl è contrario allo spostamento, incluso il presidente della regione Lombardia, Formigoni, che lo ha ribadito in una nota.

I ballottaggi vedranno scontrarsi i candidati a sindaco di due importanti capoluoghi Milano (con Pisapia, centrosinistra, che ha chiuso in vantaggio sul sindaco uscente Letizia Moratti) e Napoli (con lo scontro Lettieri-De Magistris).

Berlusconi da parte sua ieri ha fatto una parziale marcia indietro a Milano: “Arriveranno probabilmente dei dipartimenti, ci sono già a Milano dei dipartimenti delle opere pubbliche e del provveditorato scolastico”. “Penso – ha proseguito – che non ci sia nessuna difficoltà a che alcuni ministeri possano venire a Napoli e in altre città anche del Sud”. Umberto Bossi d’altra parte, si era detto sicuro: alcuni ministeri verranno trasferiti a Milano. “Calderoli firmerà, Berlusconi è d’accordo: i ministeri verranno a Milano”. E il presidente della regione Piemonte Cota oggi dice in un’intervista “ne ho già parlato a Bossi, avremo un ministero a Torino, puntiamo all’Industria o al Lavoro”.
 APCOM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: