www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

BALLOTTAGGI NAPOLI . CHI VINCE E CHI PERDE : ECCO I POSSIBILI CONSIGLIERI A SECONDA DELL’ELEZIONE DI LETTIERI O DE MAGISTRIS

Posted by irpinianelmondo su Maggio 30, 2011

30.05.2011– Il nuovo Consiglio comunale di Napoli non è ancora definito: serve conoscere il nome del futuro sindaco per capire chi potrà accedere all’aula di via Verdi. Il responso delle urne al primo turno ha già incoronato 25 neo eletti. Gli altri 23 sperano. Sono già eletti nella fila del Popolo della libertà con Gianni Lettieri, gli uscenti Marco Nonno (3.604 voti), Marco Mansueto (3271), Stanislao Lanzotti (2747), Enrico Lucci (2368), a loro si uniscono Gabriele Mundo (2879), Salvatore Guangi (2571) e Gennaro Castiello (2505). Primo dei non eletti è l’ex vice presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Moretto (2345) che deve sperare nella vittoria del candidato sindaco e nelle dimissioni di Lettieri da consigliere in caso di sconfitta. Riconfermato ma nella lista Forza del Sud Domenico Palmieri (2514 voti). Entrano ancora Luigi Zimbaldi (735) per la lista Liberi con Lettieri e Gennaro Addio (1474) con Noi Sud. Sul fronte opposto, nella coalizione a supporto di Luigi de Magistris, per l’Italia dei Valori conquistano un seggio Vincenzo Gallotta (1651) Fulvio Frezza (1491) Elpidio Capasso (1358). Con la civica ‘Napoli è Tua’, Vittorio Vasquez (1147) e lo stesso candidato sindaco. Primo dei non eletti è Alberto Lucarelli con 711 preferenze che deve sperare nella vittoria dell’ex pm per accedere o nelle dimissioni dell’ex pm da capo dell’opposizione. Lucarelli, per la cronaca, è già indicato come possibile assessore in un eventuale giunta a guida de Magistris. Per la lista Federazione della Sinistra riconfermato Sandro Fucito (1719). Nella coalizione che ha sostenuto Mario Morcone, risultano eletti oltre il candidato sindaco del Pd, i consiglieri uscenti Antonio Borriello (3181) e Ciro Fiola (2955) con loro i neofiti Aniello Esposito (2578) e Salvatore Madonna (2396). Primo dei non eletti è Leonardo Impegno con 2336 preferenze, ex numero uno dell’assise comunale. Per lui il lume della speranza è affidato paradossalmente alla vittoria del candidato di centrodestra Gianni Lettieri. Il calcolo dei resti infatti premia Sel con Ciro Borriello (1776) visto che il Prefetto Mario Morcone ha già annunciato che non siederà in Consiglio.


Al contrario sembra non intenzionato a lasciare la politica napoletana il Rettore dell’Università di Salerno Raimondo Pasquino ex candidato sindaco del Terzo Polo. I rumors lo indicano come tra i più accreditati a sedere sullo scranno più alto dell’aula, in tutti i casi è eletto consigliere con David Lebro (2418) per l’Udc e Andra Santoro (1219) di Fli. Primo dei non eletti è l’uscente Fabio Benincasa dell’Unione di Centro con 1904 preferenze. Come per Impegno può sperare nella vittoria di Lettieri.
Totale eletti, indipendentemente dal ballottaggio, 11 a supporto del candidato di centrodestra Gianni Lettieri, 6 con il candidato dell’Italia dei Valori Luigi de Magistris, 5 della coalizione di centrosinistra che sosteneva Mario Morcone e 3 per il Terzo Polo. Ai 25 consiglieri comunali già eletti bisogna ora aggiungerne 23. Nel caso in cui entrasse a Palazzo San Giacomo Luigi de Magistris l’aula di via Verdi sarà aperta per Franco Moxedano (1715), Carmine Attanasio (928), Gaetano Troncone (505), Antonio Luongo (481), Giovanni Formisano (420), Marco Russo(402), Teresa Caiazzo (382), Maria Lorenzi (371), Carmine Schiano (328), Luigi Esposito (306), Amalia Beatrice (244) e Francesco Vernetti (225) in quota Italia dei Valori. La civica ‘Napoli è Tua’ si arricchirebbe di Lucarelli, Salvatore Pace (684) Pietro Rinaldi (617), Vincenzo Varriale (616), Gennaro Esposito (574), Carlo Iannello (538), Carmine Sgambati (482). Con la Federazione delle Sinistre ingresso in aula per Elena Coccia (1133), Amodio Grimaldi (541), Antonio Fellico (466), Antonio Crocetta 432, Simona Molisso (374).

Di tutt’altro colore e composizione il Consiglio Comunale in caso di vittoria di Gianni Lettieri. Per il Pdl con Moretto, già ora primo dei non eletti, conquisterebbero uno scranno Salvatore La Porta (2274), Claudio Ferrara (2209), Ferdinando Salzano de Luca (2095), Maurizio Matacena (1961), Gianluca Cantalamessa (1813), Umberto Minopoli (1798), Ciro Monaco (1769), Bruno Amato (1727), Pasquale Beneduce (1647), Gennaro Succoio (1554). Con la civica ‘Liberi con Lettieri’ Alessandro Mazzone (540), per i Popolari per l’Italia di domani Giovanni Pagano (1510), Alfredo Giordano (767) con il Partito dei Repubblicani, per Forza del Sud Brunella De Nardo (1990), Vincenzo Perez (1575) e Alessandra Iannuccilli (998). Con la Civica Insieme per Napoli sarà consigliere Stefano Palomba (1243). Gli ‘strani calcoli’ della politica con odrebbero dell’ingresso a Palazzo San Giacomo di Gianni Lettieri. Il Partito Democratico infatti rinfoltirebbe la sua pattuglia con Leonardo Impegno (2336), Emilio Di Marzo (2238), Mariano Anniciello (2160) e Pasquale Sannino (2155). Un seggio in più anche per l’Udc con l’attuale primo dei non eletti Fabio Benincasa. In un caso o nell’altro saranno quelli fin qui scritti, i 48 consiglieri comunali di Napoli. Resta da capire solo, e non è poco, chi è il “+1”, il sindaco della terza città d’Italia.
Il Velino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: