www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CASO TARANTINI : PER BERLUSCONI PRONTO L’ACCOMPAGNAMENTO COATTO

Posted by irpinianelmondo su settembre 13, 2011

13.09.2011-Berlusconi dovrà presentarsi dai pm di Napoli oppure potrebbe essere avviata nei suoi confronti la procedura di accompagnamento coatto del testimone. La notizia arriva dalla procura di Napoli che ha indicato quattro date per l’incontro con il premier sul caso Tarantini, nel quale Berlusconi risulta come parte lesa. I pm hanno chiesto al premier di presentarsi per essere ascoltato da giovedì a domenica dalle 8 alle 20.

Una notizia che arriva mentre il premier è in visita a Bruxelles e Strasburgo e a poche ore dal voto finale sulla manovra economica. Testo che “andrà domani in aula alla Camera con la fiducia e sarà approvata senza cambiamenti” e il cui “risultato sarà di saldi superiori a quelli concordati con la Bce”, ha spiegato lo stesso presidente del Consiglio da Bruxelles. Il premier ha risposto “sì, assolutamente” alla domanda se si sentisse tranquillo rispetto alla manovra finanziaria. “Tuttavia – ha continuato Berlusconi – ci sono queste dichiarazioni dell’opposizione differenti dai fatti e dalla verità che ci costringono a rassicurare le istituzioni europee sulla manovra e sulle previsioni che facciamo”. Il premier è poi andato a incontrare Van Rompuy che lo attendeva all’ingresso del Consiglio. L’Ue è fondamentale in questa fase anche secondo Umberto Bossi che ha spiegato che “il governo per ora tiene” e che “molto dipende dall’Europa”. Quanto alla fiducia il Senatur ha confermato: “penso di sì, ci dicono di fare in fretta”.

Berlusconi ha chiarito di essere volato in Europa per fornire ai colleghi stranieri gli “adeguati chiarimenti” sulla manovra. “Assurdo” pensare, ha detto il Cavaliere, che il viaggio sia stato organizzato ad arte per evitare l’incontro odierno con i magistrati napoletani, come sostiene invece l’opposizione. Berlusconi ha fatto pervenire ai pm una memoria scritta in cui dà tutte le spiegazioni sulla vicenda che lo vede parte lesa ma il procuratore capo di Napoli, Giovandomenico Lepore, ha chiarito che “la memoria difensiva del premier non basta a evitare il faccia a faccia coi magistrati”. Il presidente del Consiglio continua a sostenere di aver soltanto aiutato una famiglia in difficoltà e si sfoga contro quello che ritiene l’ennesimo accanimento di certi pm che tentano di sovvertire la volontà popolare per via giudiziaria.TM NEWS

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: