www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO. OPERAZIONE “COKTAIL” DELLA GUARDIA DI FINANZA : SOTTO CONTROLLO LE FESTE IN VILLA

Posted by irpinianelmondo su ottobre 28, 2011

28.10.2011-L’incontro di oggi alla caserma di via Pontieri ha sicuramente avuto le caratteristiche del grande evento: al tavolo della conferenza, reso più vivo dal blu e dalle stelle della bandiera europea, accanto al Comandante Provinciale delle Fiamme Gialle, erano infatti presenti anche il Direttore dell’Agenzia del Territorio, dr. Petronio Spadaro, funzionari della S.I.A.E. (sia della Sede Regionale di Napoli, dr.ssa Assunta Santella, che dell’ufficio di Avellino, dr. Carlo Rafaniello) ed il vice-responsabile della Direzione Territoriale del Lavoro (dr. Carmine Capriolo).

 

La conferenza-stampa odierna, oltre al consueto riepilogo periodico dei risultati conseguiti dal Comando Provinciale (nel solco di una prassi avviata dal colonnello Mario Imparato sin dal suo insediamento al vertice delle Fiamme Gialle irpine), ha avuto infatti tale particolare valenza in relazione all’avvio di una nuova forma di collaborazione fra le diverse istituzioni provinciali che si trovano ad operare, ciascuna con  distinta specificità e professionalità, in contesti spesso contigui se non addirittura -almeno in parte- sovrapposti.

 

Procedendo nel medesimo solco degli specifici accordi intercorsi, a livello centrale, con Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e con le diverse Agenzie del Territorio, il Comando Provinciale di Avellino, nel dare concreta attuazione alle intese curate dal Comando Generale della Guardia di Finanza, ha inteso estendere tale collaborazione anche ad altri enti coinvolti in medesimo settore operativo, facendosi promotore di attività congiunte in grado di moltiplicare le potenzialità di un singolo controllo.

In tale ambito si inserisce l’operazione COCKTAIL che vede il Comando  Provinciale di Avellino, in virtù delle peculiarità che definiscono il Corpo quale unico organo di polizia economico-finanziaria, al centro di una efficace sinergia fra distinte istituzioni, con un approccio a 360° che, di gran lunga, appare il più efficace per contrastare fenomeni di irregolarità con valenze in settori diversi.

Ed è così che i distinti patrimoni informativi sono stati messi reciprocamente a disposizione, nel rispetto delle normative vigenti, per dar corso ad accessi congiunti che, a seconda della tipologia di intervento, consentisse ad esempio di contrastare l’evasione ed all’elusione fiscale nel settore immobiliare (anche con riferimento alla scoperta di fabbricati mai dichiarati in catasto e/o che hanno subito variazioni o perso i requisiti di ruralità), di verificare l’utilizzo di lavoratori e dipendenti non in regola con la normativa sul lavoro, di monitorare il regolare assolvimento della normativa in tema di diritti d’autore.

Se queste sono le premesse, uno dei primi obiettivi verso cui incentrare l’azione è stata, immediatamente, quella perniciosa forma di evasione fiscale che si annida dietro l’organizzazione di eventi e manifestazioni musicali/artistiche, sia private che aziendali, aventi quali location delle ville private nonché,  in alcuni casi, anche i tradizionali locali commerciali  a ciò adibiti.

Si è pertanto dato corso ad una preliminare attività d’intelligence che, corroborata da riscontri oggettivi, ha consentito di individuare diversi soggetti economici risultati essere, in tutto o in parte, inadempienti agli obblighi di natura fiscale e/o attinenti la normativa sui diritti d’autore, talvolta non in regola ai fini contributivi e previdenziali nei confronti dei  propri  dipendenti, spesso operanti presso strutture affatto sconosciute al catasto (ovevro ivi diversamente censite).

Spesso un vero e proprio …. cocktail di irregolarità.

Si fa riferimento ad eventi organizzati presso strutture private (c.d.” feste in villa”) per particolari ricorrenze (capodanno, carnevale, halloween, feste danzanti, eccetera), con organizzazione e gestione diretta dell’evento da parte del management della struttura mediante vendita di biglietti di ingresso (con eventuale somministrazione di pasti e bevande) ovvero con locazione della struttura per feste aziendali o private con l’eventuale offerta di servizi aggiuntivi (catering, servizio fotografico, intrattenimento  musicale, eccetera).

 

L’operazione ha sinora portato a due importanti risultati: in data 30.08.2011, nell’ambito di controlli a locali e ville preventivamente oggetto di rilevamenti e di accertamenti presso le banche-dati di tutti le istituzioni coinvolte nell’operazione COCKTAIL, i finanzieri (Compagnia di Avellino) hanno fatto accesso presso una nota villa del circondario ove, sulla base dei dati rilevati presso la S.I.A.E., erano spesso organizzati eventi danzanti e/o feste private e che, a seguito dei riscontri effettuati presso la banca-dati dell’Agenzia del Territorio, forti dubbi sussistevano quanto alla regolare registrazione presso il catasto dell’immobile medesimo.

Nella circostanza le Fiamme Gialle, cha hanno accesso unitamente a funzionari dell’Agenzia del Territorio, decidevano di avviare anche una verifica fiscale nei confronti della società che gestiva la villa e le risultanze dei tali accertamenti, tuttora in corso, sembrano già portare alla rilevazione di porteranno di violazioni di carattere tributario con riferimento ai numerosi eventi dì’intrattenimento ivi organizzati, oltre alla sussistenza di concreti dubbi circa la regolarità della procedura d’accatastamento dell’immobile.

 

Successivamente, in data 16.09.2011, un altro intervento è stato effettuato presso un locale esercente l’attività di ristorazione (con intrattenimento) con sede a Forino: nel corso di quella che era “serata a tema”, il giovane avellinese titolare dell’attività commerciale, identificato per tale G.F. (di anni 32), ha visto entrare nel locale, unitamente agli avventori, anche una pattuglia di finanzieri (Compagnia di Avellino), di funzionari della Direzione Territoriale del Lavoro e di personale della S.I.A.E..

 

Come di consueto, all’atto dell’accesso gli operanti hanno individuato il personale del locale ed hanno letteralmente “fotografato” la situazione per poi procedere alle “interviste” di ciascun lavoratore, verificare le risultanze documentali e, ciascuno per la parte di competenza, dar corso ad un vero e proprio approfondito controllo.

 

Uno tre lavoratori ivi presente è risultato “in nero” e questo ha comportato la sospensione dell’attività commerciale (in seguito revocata previa l’avvenuta constatazione della regolarizzazione del dipendente ed il pagamento della prevista sanzione amministrativa). Nel medesimo contesto il dispositivo congiunto ha consentito di verificare altresì delle irregolarità per quanto attiene i contributi E.NR.P.A.L.S. – Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo per la posizione del DJ ingaggiato per la serata.

 

L’operazione COCKTAIL è solo alle battute iniziali ed ulteriori importanti sviluppi si prevedono in concomitanza con prossimi eventi d’intrattenimento e feste private, particolarmente frequenti, ad esempio, nei prossimi giorni per la festività di Halloween.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: