www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

FAIDA NELLA CASTA. SI AZZANNANO A VICENDA PER STIPENDI E PRIVILEGI

Posted by irpinianelmondo su dicembre 13, 2011

13.12.2011-Se la stanno facendo sotto, per questo bisogna insistere. Dopo la sollevazione popolare contro il tentativo di rinviare la riduzione degli stipendi dei parlamentari, quelli della Casta fanno bruscamente marcia indietro. 

Occhio alla dichiarazione di Guido Crosetto (Pdl), sottosegretario alla Difesa nell’ultimo governo Berlusconi, rilasciata stamane a La Stampa: “Il governo Berlusconi aveva già messo in manovra, ad agosto scorso,la revisione degli emolu,enti dei parlamentari e aveva incaricato una commissione, presieduta dal professor Giovannini, numero uno dell’Istat, di fare uno studio comparativo con gli altri Paesi europei. Dopodichè si sarebbe proceduto”.

 

Bravo. Peccato che da agosto si sia arrivati a dicembre. Che la fatidica commissione abbia perso un sacco di tempo. Che la crisi non aspetti i comodi della Casta. Che gli italiani massacrati dalla manovra di Monti non vogliano più sentire nè panzane nè giustificazioni: vogliono che gli incredibili stipendi di deputati e senatori, i più alti dì’Europa, vengano falciati, senza se e senza ma. E subito. Anche in considerazione dell’indecente scarsa produttività delle Camere.

Tant’è vero che Crosetto, uno fra i pochi ad avere il coraggio di metterci la faccia,  fa l’autodichiarazione dei redditi: “Mi accreditano sul conto 4.700 euro al mese, mi danno 3.700 euro di diaria, ma io sono di Cuneo e devo vivere a Roma. Mi danno 4.500 euro per la segreteria, ma io ad Alba ho una segretaria sul serio. Mi danno e spendo. Altri colleghi che vivono a Roma, nonn hanno segretarie, prendono gli stessi soldi e non spendono. Bisogna ragionare anche di questo o no?”.

Certo che sì.  Bisogna dare i numeri e ridarli una seconda, una terza, una decima volta in modo che entrino bene nella testa degli elettori e questi non se li scordino più. Altro che “giornali criminali”, come alcuni gentiluomini e gentildonne del Palazzo hanno apostrofato i mezzi d’informazione, rei di fare il loro mestiere, cioè di raccontare.

Pronti? Pronti. La busta paga di un deputato. INDENNITA’ PARLAMENTARE: 5.246,97 euro netti al mese per 12 mensilità. DIARIA: 3.503,11 euro al mese per 12 mensilità. La somma viene decurtata di 206,58 euro per ogni gioro di assenza del deputato (che però viene considerato presente se partecipa almeno al 30% dele votazioni. E il restante 70% Mancia, tanto paga Pantalone.

 QN

RIMBORSO PER SPESE INERENTI AL RAPPORTO TRA ELETTO ED ELETTORI:  3.690 euro netti al mese.

SPESE DI TRASPORTO E DI VIAGGIO: 3.323,70 euro ogni tre mesi per i trasferimenti dal luogo di residenza all’aeroporto più vicino e tra l’aeroporto d Roma-Fiumicino e Montecitorio (3.995,10 euro se la distanza da percorrere è superiore ai 100 km).

SPESE TELEFONICHE: 3.098,74 euro all’anno. La Camera non concede telefoni cellulari.

ASSEGNO DI FINE MANDATO. Al termine del mandato parlamentare, il deputato riceve l’assegno che è pari all’80% dell’importo mensile lordo moltiplicato per ogni anno di mandato.

COMPENSI NETTI ANNI IN EURO DEI PARLAMENTARI. Quelli italiani stracciano tutti: intascano 149.268 euro. A seguire: 2) Austria 106.583 euro; 3) Olanda 86.125 euro; 4) Olanda 84.108. 5) Germania 84.108; 6) Irlanda 82.065; Gran Bretagna 81.600; 7) Belgio 72.107;  8) Danimarca 69.264; 9) Grecia 68.575; 10) Lussemburgo 66.432; 11) Francia 62.779; 12) Romania 62.022; 13) Finlandia 59.640; 14) Svezia 57.000; 15) Slovenia 50.400; 16) Cipro 48.960; 17) Portogallo 41.387; 18) Spagna 35.051; 19) Slovacchia 25.920; 20) Repubblica Ceca 24.180; 21) Estonia 23.064; 22)  Malta 15.768; 23) Lituania 14.196; 24) Bulgaria 13.644; 25) Lettonia 12.900;  26) Ungheria 9.132; 27) Polonia 7.369.

 

C’è bisogno di aggiungere altro? Sì. Che i deputati più giovani si stanno azzannando con quelli più anziani perchè i primi non accettano che il sistema contributivo sulle pensioni d’oro, in vigore dal 1° gennaio 2012,  si applichi solo ai parlamentari alla prima legislatura e a quelli che verranno eletti in futuro. Non a chi è deputato o senatore dal 2007. Strano: di solito si dice che la soidarietà di Casta funzioni…

Annunci

Una Risposta to “FAIDA NELLA CASTA. SI AZZANNANO A VICENDA PER STIPENDI E PRIVILEGI”

  1. antonio said

    Che possano morirer tutti i nostri politici,perchè per i cittadini che veramante non possono fare la spesa per manciare non ne hanno mai tenuto conto, io da parte mia prego tutti i giorni per loro affinchè gli possa pigliare un Ictus,Infarto,ecc.ecc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: