www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

CIRIACO DE MITA APRE UNA SCUOLA PER ” ALTI STUDI POLITICI ” . E SUL GOVERNO : SONO PERSONE PREPARATE CHE ALMENO SANNO PARLARE IN ITALIANO

Posted by irpinianelmondo su dicembre 20, 2011

20.12.2011-Emergenza classe politica. Il governo tecnico guidato dal premier Monti ha sancito in Italia l’estizione e il fallimento di una classe, quella dirigente, di cui il Paese già aveva perso le tracce da un po’. Per formare nuovi protagonisti della vita pubblica, e quindi tentare di dare credibilità a una categoria che l’ha persa del tutto, a Napoli nasce una scuola.
L’idea è dell’Università Suor Orsola Benincasa e viene dopo il successo del ciclo di lezioni sperimentali dello scorso anno in seno alla Scuola Europea di Studi Avanzati, uno dei Centri di eccellenza ed alta formazione dell’Ateneo.
Sarà rivolta a laureati di ogni disciplina (soltanto 50 i posti e dunque un numero programmato di allievi) e si chiamerà «Scuola Europea di Alti Studi Politici».
Il progetto è stato presentato dal rettore Lucio d’Alessandro e dall’onorevole Ciriaco De Mita, ai quali è affidata la direzione scientifica e da una rappresentanza dei membri del comitato scientifico della Scuola di Politica composta dagli storici Eugenio Capozzi e Piero Craveri e dallo storico delle dottrine politiche Gennaro Carillo.

PER RICUCIRE LA FRATTURA TRA POLITICA E SOCIETA’ – «La Scuola Europea Alti Studi Politici – ha spiegato d’Alessandro – si propone di offrire ad un selezionato numero di laureati, operatori della vita pubblica, un’alta formazione nel campo dell’analisi e della programmazione strategica delle scelte relative alla vita collettiva nei suoi diversi livelli nazionali ed internazionali. In un tempo in cui la politica sembra aver perso il ruolo di arte regina della vita pubblica, di nobile garante degli interessi e delle scelte dei cittadini con la conseguenza di un sempre maggior distacco tra la popolazione e chi opera nelle istituzioni, cioè tra i rappresentanti e i rappresentati del nostro sistema democratico, ci è sembrato importante offrire ai giovani un percorso che ne spieghi le fondamentali difficoltà, gli accidentati percorsi, tanto in sede teorica quanto di concreta e vissuta prassi repubblicana ma ne rilevi anche il meccanismo virtuoso e il complessivo fascino».
La Scuola Europea di Alti Studi Politici si svolgerà mediante lezioni magistrali di circa due ore ciascuna con cadenza settimanale affidate a studiosi ed esperti a livello nazionale ed internazionale, seguite da un dibattito con i corsisti. Il ciclo di lezioni sarà diviso in tre trimestri e avrà come tema: Democrazia e rappresentanza.

Ciriaco De Mita
Ciriaco De Mita

DE MITA: PREPARARSI PER EVITARE L’EFFETTO BERLUSCONI – «Abbiamo scelto questo tema – ha spiegato Ciriaco De Mita – perché la nostra preoccupazione è quella di aiutare i giovani a comprendere meglio i movimenti e i mutamenti del quadro politico attuale. E crediamo che questo sia possibile solo attraverso una riflessione ed uno studio attento di tutte le dinamiche politiche». Per evitare il rischio di essere impreparati come l’ultimo governo Berlusconi. «Senza voler esprimere giudizi sull’attuale compagine di governo – ha spiegato De Mita sollecitato dagli studenti sul tema del governo tecnico – è già un sollievo vedere che alla guida del Paese vi siano persone preparate e di alto profilo culturale e professionale ed è rassicurante almeno sentire i membri del governo spiegare le scelte politiche in un italiano corretto, il che non sempre avveniva con i loro predecessori. E soprattutto questo è un momento in cui c’è bisogno di parlare con sobrietà ed agire con decisione a differenza di quanto avveniva in passato, quando si pensava di rispondere ai problemi della crisi affermando che in Italia si possa misurare il benessere economico dalle prenotazioni nei ristoranti ed esponendoci al pubblico ludibrio internazionale così come è avvenuto con il sagace intervento di Roberto Benigni al quale ho assistito al Parlamento Europeo».

I PROF – E proprio per analizzare il mondo della politica sotto varie angolazioni e consentire agli allievi una preparazione completa per la Scuola Europea di Alti Studi Politici è stato allestito un comitato scientifico e quindi un gruppo di docenti che consentirà di toccare tutte le tematiche connesse alla politica: dalla storia con Eugenio Capozzi, Piero Craveri e Giuseppe Galasso all’analisi delle diverse dottrine politiche con Gennaro Carillo e Dino Cofrancesco, dalla filosofia del diritto e della politica con Francesco De Sanctis, Biagio De Giovanni e Roberto Esposito all’economia con Riccardo Martina e Stefano Zamagni, dalla comunicazione politica con Paolo Mieli al diritto con il presidente emerito della Corte Costituzionale Francesco Paolo Casavola fino ai problemi dell’attualità politica con Pier Luigi Celli, Ernesto Galli della Loggia e Giuseppe De Rita.

 

IL BANDO – Il bando di partecipazione è disponibile online sul sito web http://www.unisob.na.it. La scadenza del termine per le iscrizioni è fissata al 25 gennaio 2012 e il costo di partecipazione è fissato in 100 euro per tutta la durata del corso da febbraio a maggio 2012.

 Corriere del Mezzogiorno

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: