www.irpinianelmondo.it

politica cronaca arte cultura turismo gastronomia…. e molto altro ancora

AVELLINO. IL NOBEL DULBECCO NEL RICORDO DEL PROFESSORE COPPOLA

Posted by irpinianelmondo su febbraio 24, 2012

24.2.2012-Oggi Renato Dulbecco avrebbe compiuto 98 anni. Il suo ricordo è vivo nella memoria di tutti. E soprattutto nella memoria del professor Raffaele Coppola che ha conosciuto personalmente il Premio Nobel per la Medicina. Coppola, docente di microbiologia degli alimenti dell’Università del Molise e assessore all’Agricoltura, all’Università e alla Ricerca scientifica della Provincia di Avellino, ( nonché Direttore dell’ISA CNR di di Avellino) conserva ancora l’immagine della sua grande professionalità, del garbo e della dedizione, ma soprattutto dell’entusiasmo che Dulbecco trasmetteva in ogni suo gesto. Era un uomo superiore e trasferiva le sue doti con semplicità. Pur essendosi trasferito in America dove ha portato a termine il progetto Genoma, attraverso cui ha individuato l’intero patrimonio del DNA umano, non ha mai fatto mancare la sua presenza in Italia.

Nel 2005 presenziò, con il rettore dell’Università del Molise, professore Giovanni Cannata, alla manifestazione di inaugurazione dell’A.A. 2005-2006. Dulbecco approfittò di questa circostanza per incontrare i giovani ricercatori dell’Ateneo molisano.

Emozionante risultò tale incontro per il professore Coppola e per il suo gruppo di ricerca. L’esperienza fu indimenticabile soprattutto per i giovani ricercatori che ebbero la possibilità di illustrare, a una delle massime espressioni della scienza italiana, le attività e gli esperimenti condotti, sotto la guida del prof. Coppola, sui microrganismi di interesse alimentare. Dulbecco ebbe gratificanti e sincere parole di elogio per il lavoro di ricerca portato avanti con impegno e grande professionalità. D’altro canto, le prime ricerche del giovane Dulbecco avevano riguardato proprio i batteri e i loro virus e attraverso lo studio di questi minuscoli organismi viventi era approdato alla biologia molecolare, trampolino di lancio per lo studio delle cellule umane.

Di questa grande personalità rimane, in chi ha avuto modo di conoscerlo, il ricordo di un uomo signorile e concreto, che grazie alla sua genialità e alle sue idee ha anticipato i tempi, trasformando in realtà obiettivi scientifici che non erano nemmeno immaginabili.    

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: